Home / Spettacolo / Musica / Un saluto a MCA

Un saluto a MCA

Ricordare chi se ne va è un compito difficile, a volte si rischia di essere noiosi e stucchevoli. Mi piacerebbe essere divertente ed irriverente come i ragazzi di www1.ilmortodelmese.com ma credo di non essere abbastanza ironico e scherzoso sul tema della morte (capita!). Tre giorni fa è morto uno dei tre membri del miglior gruppo hip hop della storia. Adam Yauch, per i fan dei Beastie Boys MCA, è scomparso a New York all’età di 47 anni a causa di un tumore alla parotide.  Insieme a Michael Diamond (Mike D) e Adam Horoviz (Ad-Rock), dopo una breve ma intensa parentesi punk-hardcore (lui entrò nella band come bassista), rivoluzionò il mondo dell’hip hop. Attenti alle sperimentazioni di ogni genere e in grado di manipolare questi elementi a loro piacimento, i Beastie Boys per un decennio hanno sfornato album che son riusciti a coagulare insieme rock, punk, funk, dub, jazz, hardcore. Tutto questo grazie all’intuizione di Rick Rubin che, colta la potenzialità (anche commerciale) dell’hip hop lo propose alla band. Adam Yauch nella prima fase della sua carriera era un noto abusatore di alcol e droghe e in quel periodo diventò l’artefice di momenti esilaranti all’interno del ridicolo baraccone del music business. Il suo meglio/peggio lo diede durante un tour con Madonna, durante il quale mostrò i suoi genitali al pubblico, salvo poi scusarsi e ripetere lo stesso scherzetto numerose volte. MCA però non fu solo questo. Durante la sua attività con il gruppo si dedicò anche a filmare tutti i video del gruppo, utilizzando lo pseudonimo “Nathaniel Hörnblowér” (Yauch rivelò di essere lui stesso solo 10 anni fa), passione coronata con il film “Awesome… I Fuckin’ Shot That”, documentario che vede un interessante montaggio di vari filmati amatoriali di fan del gruppo, seguito da “Gunnin’ For That No.1 Spot”, film su una delle sue grandi passioni, il basketball. Negli anni ’90, in seguito alla sua conversione al buddismo, divenne un acceso attivista della causa tibetana in Cina. Organizzò a San Francisco il “Tibetan Freedom Concert”, evento che vide la presenza di circa 100 mila persone. L’ultimo traguardo dell’artista è stato, tre settimana fa, l’entrata nell’Hall of Fame alla cui cerimonia non ha potuto partecipare per l’aggravarsi del suo stato di salute. Con Yauch ci lascia un musicista che ha fatto parte di uno dei gruppi più importanti deglli anni ’90, insieme a lui ci lasciano per sempre i grandissimi Beastie Boys.

Discografia consigliata:

Paul’s Boutique

Check Your Head

Ill Communication

Hello Nasty



Luigi Costanzo

About Luigi Costanzo

Luigi Costanzo
Laureato in Lettere per hobby e per errore, fondatore di Polinice, collaboratore per Nerds Attack!, batterista di Departure ave. e The Wisdoom. Scrivo di musica, suono la musica, parlo di musica. Il resto del tempo mi annoio molto.

Check Also

Relais Rione Ponte ospita ATLAS, Ego Imago Mundi, una personale di Luca Di Luzio

Il 30 novembre inaugura un nuovo ciclo espositivo all’interno del Relais Rione Ponte, guesthouse di ...

USA E CUBA – Novanta miglia lunghe cinquant’anni

Questa non è ne' la fine ne' l'inizio di qualcosa di differente è un grandissimo passo in avanti però per tutta l'umanità. Un'umanità che, nonostante tutto, alle volte non riesce a superare novanta miglia pur spendendo una sonda su Marte. Novanta miglia che per decenni hanno reso lontani Washington e L'Avana più di Marte.

Realpolitik: un vicolo cieco?

In un articolo di Limes del 21 maggio scorso è stato tradotto un articolo che ...