Home / Moda / Seconda Pelle

Seconda Pelle

pelle11960: Yves Saint Laurent, con una sfilata in pelle, vinile e collo alto neri porta in passerella l’ esprit da beat generation. È l’inizio dell’ inesorabile cammino della pelle sulle passarelle. Urbano e violento solca gli anni ’70 con il movimento punk. In alternativa a glam rock e hippy happiness compaiono magliette di lattice, accessori sadomaso, abiti in pelle e t-shirt dagli slogan ribelli. Vedi alla voce Vivienne Westwood e Malcom McLaren.

Ad ampie falcate raggiunge gli ’80: il metropolitano ai limiti, la new wave di New York e Berlino, il pvc e la pelle conquistano definitivamente un posto nel mondo dell’alta moda. Un lato dark risuona nei giubbotti con borchie e catene e nei tailleur in pelle nera, da sommergere poi di strass. Altrettanto sensuali le forme scolpite dal cyber-sexy Thierry Mugler, simbolo del decennio. Ma anche Byblos e persino Ralph Lauren, cappotti in cuoio a chiudere look ed eccessi di stagione.

Arriviamo ai ’90: all’interno del decennio che altalena understatement e provocazione, l’abitopelle2 summa di virata comunicativa, diventa distillato d’avant-garde. La cultura Prada è simbolo dei tempi. Juergen Teller il fotografo, Kate Moss l’icona, cuoio nero come basic più à la page. Senza accorgercene siamo ai giorni nostri. Alexander McQueen, Balenciaga, Jil Sander by Raf Simons, certo Yves Saint Laurent by Stefano Pilati, certamente il gotico con cui Riccardo Tisci celebra il misticismo di Givenchy, assolutamente l’ascesa di Bottega Veneta, la raffinatezza di Ferragamo, le lavorazioni di sempre e per sempre di Fendi. Alcuni trench di Burberry, ovviamente. Dopo un’ estate in cui capo must-have era il chiodo in nuance pastello o fluo, la pelle sarà la grande protagonista del prossimo autunno-inverno. Pelle che non è più sinonimo di hard rock ma viene reinterpretata in chiave di sensuale total black. Dal classico chiodo, agli abiti da sera, dagli inserti su giacche e blazer ai bustier.

20120904_lingerieIn ultimo arriva l’intimo. Pelle su pelle. Intimissimi lancia la sua capsule collection più aggressiva. Corsetto, perizoma, reggiseno a balconcino, stringi vita, slip e un reggiseno a fascia. Tutto di pelle. Tutto nero. Per pubblicizzare la “Nero Collection”, Intimissimi ha scelto sei modelle esordienti immortalate dal fotografo Raphael Mazzucco. Venduta solo ed esclusivamente in selezionati punti vendita e e-commerce, la Nero Collection interpreta il mood pelle nella più intima delle declinazioni.

 
 

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Tutti i look dei David di Donatello 2017

Per fortuna che c’era la compagna di asilo di Valeria Bruni Tedeschi. La bambina che ...