Home / Moda / Sexy little things: guida alla lingerie di Capodanno

Sexy little things: guida alla lingerie di Capodanno

intimissimi-natale-2Tre sono le cose che vengono in mente a una donna guardando questo video, nell’ordine:
1. “loro sicuramente a Natale non hanno mangiato tutto il Torrone Piemonte che ho mangiato io”
2. “domani vado in palestra”
3. “però come cantano male!”… Giusto per recuperare un po’ di autostima e dignità.
Una sola, la cosa che pensa un uomo guardando questo video: “che gnocche…cantare?! Perché cantano?!”…
Non è un altro episodio di “femmine contro maschi” ne’ un tentativo di farvi deprimere, anzi..
Questo video dimostra innanzitutto che molti dei nostri problemi mentali sono solo nostri, ma soprattutto che spesso la lingerie giusta può far passare in secondo piano qualche etto di troppo ereditato dai giorni di Natale.

Mai come per l’ ultimo dell’anno ció che sta sotto il vestito è importante tanto quanto il vestito stesso. Chiamatele superstizioni,

La Perla
La Perla

tradizioni o dicerie ma la lingerie di Capodanno è rigorosamente rossa, eccezioni ammesse solo per il nero. Per una notte abbandonate bianco, beige, colori pastello e slip senza cuciture fedeli compagni degli altri 364 giorni dell’anno (anche se questo non si dovrebbe dire..). Rosso per portare fortuna, linee sexy, trasparenze ammiccanti e stile da pin-up per essere glamour, in alternativa pizzo nero, ma sempre elegante. L’essere sexy è discreto e non banale: il mood da seguire è quello del revival con le silhouette della corsetteria, guêpièr e culotte vagamente anni ’50 e a vita alta, fascianti e con reggiseni a balconcino.

Divieto tassativo di riutilizzare il completino dell’anno passato, tradizione vuole che la lingerie sia nuova, possibilmente regalata. Le principali maison di intimo lo sanno, e in questo periodo propongono sempre speciali collezioni pensate per la notte di Capodanno. Attenzione però a non farvi prendere la mano e cedere a improbabili stringhe-fascia-pancia impossibili da mettere e da togliere che vi fanno sembrare più spiderman che Mary Jane..se ci facciamo tanti problemi per i segni degli slip pensate l’effetto che puó fare una guaina stringata sotto un qualunque vestito..

Ecco qualche consiglio per orientarvi nello shopping:

intimissimi

Intimissimi: Rosso con pizzi bianchi a contrasto. Linee classiche e basic per un brand che punta sulla freschezza per le sue proposte moda intimo. La lingerie Intimissimi per natale segue la tradizione e la rivisita con sottovesti di seta e trame a cuoricini, trasparenze ed effetto trompe d’oeil. Non mancano guêpière, baby doll e reggicalze. Considerevoli anche i completini in nero.

La Perla: Fedele al suo dna la collezione natalizia di La Perla è la più sofisticata e concettuale. Per l’inverno 2013 sono di moda i richiami al lontano oriente con motivi a ventaglio, capi in pizzo Leavers e raso con strategici inserti di tulle color nudo che creano un effetto trompe-l’oeil, pizzo chantilly tramato, disegna con dragoni, fiori di loto e boccioli di ciliegio.

Agent Provocateur: Sempre sfontatamente seducente la linea pensata da Agent Provocateur diventa ideale per chi vuole vivere le feste con passione. I modelli sono vintage per una lingerie con linee a vita alta, dove pizzo e seta regnano sovrani. Il capo must è il reggicalze, per sostentere le immancabili calze che per quest’anno sono solo autoreggenti.

Probabilmente l’intimo rosso non cambierà il corso del nostro anno, così come l’oroscopo di Branco (che da che ho memoria ogni anno mi dice che il prossimo sarà quello fortunato), o l’indumento nuovo da indossare il primo gennaio, ma per una sera, noi bombardate dalla pubblicità “e tu sei pronta?!” , non avremo paura di rimanere in mutande..

 

Auguri di Buon Anno da Fashion Poli(ni)ce

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Cambio di stagione, i 4 must have Autunno Inverno

Siamo a novembre eppure ci troviamo ancora nella situazione in cui una persona con il ...