Home / Moda / Roma scopre H&M. E Zara trema.

Roma scopre H&M. E Zara trema.

Gisele Bundchen – nuova testimonial H&M

Ha aperto a Roma il primo negozio di H&M degno di questo nome. 4000 metri quadrati per 4 piani organizzati secondo le subdole logiche del marketing: primi due donna, poi bambino e infine l’uomo, il che vuol dire che il malcapitato marito/fidanzato di turno, dovrà pagare dazio e strisciare la carta di credito in ognuno dei tre piani precedenti prima di potersi comprare un paio di calzini nel reparto maschile ( e generalmente si arriva li talmente pieni di buste e bustine che il poveretto lascia perdere).

Il negozio monumentale con tanto di cupola di vetro progettata dall’architetto Fuksas è in via del Corso, esattamente di fronte al più piccolo degli Zara del centro, un po’ come in quel film con Meg Ryan dove la piccola libreria di quartiere si vede aprire davanti una tecnologicissima libreria a cinque piani. In questo modo la compratrice compulsiva del sabato pomeriggio si troverà per la prima volta di fronte a una scelta di campo tra i due colossi del low-cost. Ebbene si perché fino a ieri non c’era gara..


Eppure star e celebrities di tutto il mondo vestono H&M e fanno a gara per esserne testimonial (da Kate Moss a Maria Carla Boscova, da Beyonce a Vanessa Paradis). Michelle Williams è stata vista ai BAFTA l’anno scorso con addosso un abito oro e nero della collezione H&M Conscious Exclusive Glamour e Amanda Seyfried ha indossato un smoking e pantoloncini blu elettrico di H&M alla premiere del suo film In Time a Londra. E soprattutto quest’anno H&M ha sfilato alla settimana della moda di Parigi, guadagnando il titolo di primo marchio low cost a solcare le passerelle insieme ai big con modelle di grido come Cara Delevingne, Lindsey Wixons e Isabeli Fontana. La domanda sorgeva spontanea: dove li tenevano nascosti i vestiti buoni in quel minuscolo negozietto?

lookbook a-i 2013-2014

Dovete sapere che la compratrice compulsiva non si avvicina mai a una giornata di shopping selvaggio sprovveduta ma divora prima la sezione di TU style dove fanno vedere la versione abbordabile e pressoché identica degli abiti di alta moda. E quale stupore nel vedere che molti di questi erano di H&M! Fino a ieri infatti l’unica immagine del marchio svedese di cui il centro di Roma disponeva era un ridicolo e minuscolo negozietto dove le scelte di campionario del primo piano non ti invogliavano in nessun modo a intraprendere altre due rampe di scale (non mobili) e tentare la fortuna. Così la compratrice compulsiva entrava con il suo ritaglio di giornale e chiedeva: “scusi ce l’avete questa camicetta?” “è tutto esposto”. La peggior risposta in assoluto che ti possano dare e il miglior modo per farti dire Dio salvi Zara.

 

Vanessa Paradis per H&M

Con il nuovo flagship store H&M rinasce e si rigenera a Roma. Impacchettato come il più desiderato dei regali, alle 19.30 di venerdì, luci, giochi di specchi, colori e facciate svelate a locali e turisti (la boutique ha aperto al pubblico ufficialmente solo ieri) e poi via alla musica e al via vai delle celebrities. Flash e traffico bloccato per l’arrivo di Riccardo Scamarcio, e poi ecco Isabella Ferrari, Nicoletta Romanov, Katy Saunders, Valentina Cervi, Margherita Buy. E ancora la cantante Arisa, Cristiana Capotondi, Elena Santarelli e Anna Fendi con la nipote Delfina Delettrez Fendi. Tarte Tatin alle mele e bottigliette di champagne con i baffi, mega schermi su cui troneggia la nuova testimonial Gisele Bundchen e giochi di luci che fanno sembrare preziosissimo anche il più cheap dei materiali.

 

Riccardo Scamarcio

E intanto si pregusta un’altra novità: il prossimo 14 novembre la designer di moda Isabel Marant fimerà una propria linea per l’azienda. Si prevedono accampamenti fuori dalla porta già dalle prime luci dell’alba. E il trono di Zara trema….

Guarda la sfilata 2013-2014 di H&M

http://www.style.it/moda/sfilate/sfilata/collezioni-autunno-inverno-2013-14/h-e-mGuarda la collezione Isabel Marant per H&M

http://www.vogue.it/sfilate/curiosita/2013/10/isabel-marant-per-hem-campagna-e-video-behind-the-scenes 

 

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

4 orrori di moda su cui cambiare idea

“Il segreto del mio look è osare, amo mixare gli stili e scelgo sempre accessori ...