Home / Architettura / La più ovvia e provocatoria delle soluzioni

La più ovvia e provocatoria delle soluzioni

Idea provocatoria ed irriverente verso l’antico, interpreta il bando in maniera iconoclasta incastonando sagacemente ed elegantemente nell’impianto tardobarocco un sistema di scale mobili e tapis roulant.

Individual idea with irriverence against the past. It reads competition requests in an iconoclastic way, posing shrewdly and with great elegance, stairs and tapis roulant into a late baroque system.
[TRINITA’ DEI MONTI, secondo classificato, commento della giuria]

Immagine di concorso ; Warehouse of Architecture and Research (2013)

La via dei Condotti, con via Tomacelli, costituisce un contro assefondamentale rispettoall’impianto tridentino del Campo Marzio. La definizione conclusiva del suddetto disegno si è ultimata nel 1725 con l’inaugurazione della scalinata di Piazza di Spagna, la più importante iniziativa urbanistica compiuta in età Barocca a Roma.

Questa unica matrice figurativa urbana si è andata delineando a partire dalla seconda metà del diciassettesimo secolo con i primi progetti per la scalinata, la cui realizzazione diverrà paradossalmente la conclusione stessa di tutta la ridefinizione dell’area un secolo dopo. Nel mezzo, la progettazione della Barcaccia, del porto di Ripetta con la relativa fontana dei Navigatori edella Chiesa della Santissima Trinità degli Spagnoli, nell’incrocio dei due assi, parteciperanno al ridisegno dell’intera area.


A nostro parere, la berniniana fontana della Barcaccia in piazza di Spagna, insieme alla Chiesa della Santissima Trinità degli Spagnoli sono gli unici elementi superstiti che denuncino l’originario obbiettivo del suddetto impianto. Ovvero congiungere i tre livelli disgiunti del colle, piano di Campo Marzio e Tevere, urgenza nata a partire dall’inaugurazione dell’acquedotto dell’Acqua Vergine.


Oggi, a causa della scomparsa del porto e soprattutto a causa dell’invasione delle boutique d’alta moda lungo via dei Condotti, ed ancora a causa della riduzione della scalinata a mera scenografia teatrale, una quinta per foto ricordo, sentiamo viva l’esigenza di distruggere per ripristinare. 

La nostra proposta si identifica quindi con la più ovvia e provocatoria delle soluzioni: un lungo tapis roulant che riattivil’originale circolazione sull’asse di via Tomacelli/via dei Condotti, concludendosi in prossimità della scalinata con una scala mobile a quattro rampe, che consenta, adesso finalmente si! Una fruizione rapida ed incisiva del rinato impianto urbanistico pedonale.

Immagine di studio ; Warehouse of Architecture and Research (2013)
Via dei Condotti and Via Tomacelli, represents an important orthogonal axis in opposition to the trident shape organization of the Campo Marzio. The ultimate design of this system was concluded in 1725 with the Spanish Steps inauguration. This has been the most strategic urban intervention in Rome during the Baroque period.

From mid XVII century, this elaborate urban compound was defined starting precisely with the first drawings of the Spanish Steps. Paradoxically, it’s realization will beat the end of the entire redefinition of the area, more than one century later.

Trough the years, the building of the Barcaccia, the Porto di Ripetta with the relative Fontana dei Navigatori and the Chiesa della Santissima Trinità degli Spagnoli, shaped the entire area.

We think that only Bernini’s Fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna and the Chiesa della Santissima Trinità are the surviving elements that provide evidence to the original aim of the mentioned complex. That is to connect three disjointed levels: the hill, the Campo Marzio layer and the Tiber. A requirement that became necessary since the launching of the Acqua Vergine aqueduct.

Nowadays, due to the disappearance of the baroques docks along the Tiber, the invasion of the “haute couture” fashion boutiques all along Via dei Condotti and mostly because of it’s mere commercial and touristic value, we strongly feel the need to destroy in order to rebuilt.

Our proposal could not be more obvious and at the same time more provocative: a long tapis roulantwith the purpose to reactivate the original Via dei Condotti/Via Tomacelli axis that leads to the Steps with a four ramps escalator. These ramps will allow, eventually!, a fast and cutting fruition of the reborn urban pedestrian system. 

 

About Polinice

Polinice

Check Also

Irish Film Festa

Giunge alla decima edizione IRISH FILM FESTA, il festival interamente dedicato al cinema irlandese che quest’anno ...