Home / Moda / Saldi: 10 cose da non lasciarsi sfuggire

Saldi: 10 cose da non lasciarsi sfuggire

Scarpe comode, borse piccole, portafogli grandi e via: oggi iniziano i Saldi. Se avete ricevuto il classico bigliettino sotto l’albero con scritto: “Buono per shopping con mamma”, questo è il momento di usarlo. Ognuna di noi almeno una volta nella vita si è sentita dire: “Amore quest’anno niente regali a Natale perché tra poco iniziano i saldi!”. È da quel giorno che siete preparatissime sull’inizio degli sconti invernali.

saldiPer chi non è ancora abile nel destreggiarsi nella giungla del sotto costo ci sono alcune regole da tenere in considerazione:

Si possono considerare “saldi” quelli che vanno dal 30% in su, quindi rifiutatevi moralmente di comprare cose con il 10% o il 15% di sconto. In altre parole, non vale la pena porre fine ad amicizie decennali per l’ultimo paio di scarpe 38 o strappare di mano un golfino a qualche anziana signora, per qualcosa che costa due euro in meno del normale.

Lo shopping è una caccia che si fa in silenzio. Guai a dire frasi tipo: “Uh carino questo!”. Otterrete lo stesso effetto del sangue per gli squali, dell’odore di Bella per Edward, della torta al cioccolato nel primo giorno di Dukan: centinaia di occhi famelici si gireranno verso di voi per vedere che cosa avete in mano in quel momento. E qualunque cosa sia, state tranquille che se la lasciate qualcuno la afferrerà il secondo dopo. Fate una prova se volete, prendete la cosa più brutta del negozio e fingete che vi piaccia assicurandovi che le persone accanto a voi vi sentano, poi lasciatela lì. È una legge matematica, gli avvoltoi correranno a prenderla.

– Ai saldi il Karma si vendica di tutte le ingiustizie della vita. Se ti sei mai lamentata di essere troppo alta/bassa, di avere i piedi troppo piccoli o il girovita un po’ più largo di quello delle tue amiche, ai saldi avrai la tua rivincita. Per una donna taglia 38-40 e piede 38-39, trovare qualcosa è praticamente impossibile. Nelle misure molto piccole o molto grandi c’è invece la possibilità di dedicarsi a un sano e rilassato shopping con persino la possibilità di scegliere tra vari colori e vari modelli a prezzi scontati. Se invece sei una 38-40 difficilmente proverai quest’emozione e dovrai ripiegare su golf di lana ma a manica corta e solo giallo canarino.

Se rientri nella categoria ti consiglio di smettere di leggere e correre a cercare perché per te i saldi durano un giorno al massimo due, poi la ricerca è del tutto inutile perché “la taglia più piccola è sempre quella esposta”, e non è mai la 38. Visto che il tempo scarseggia è bene andare mirati, ecco qualche consiglio su cosa non farsi sfuggire:

1. Una camicia bianca da uomo. Eterna. specialmente se si ha la fortuna di avere forme generose che sottolineano il binomio maschile femminile.

2. Una felpa deluxe. è un nuovo classico da avere.

3. Un paio di stivaletti. Corti sopra il malleolo, i Chelsey boots sono un’alternativa molto brit ai classici biker che vanno bene con gonna e pantaloni.

4. Una mini tracolla o una pochette colorata. Tattica, funziona giorno e sera e con tutti i colori e stampe. E dato che il nero non va in saldo, vi permette di avere una borsa griffata di un modello evergreen.

5. Un maglione di lana grossa. Una coccola calda che fa tanto montagna se abbinato ai jeans, ma con la gonna diventa subito una combo di tendenza.

6. Un gioiello appariscente. Ed evidentemente falso: bellissimo se abbinato con i classici (vedi camicia bianca o pull), diventa super cool mixato a capi streetwear.

7. Un cappotto rosa confetto o celeste baby. Ora o mai più.

8. La giacca nera. Un capo jolly da giocarsi come capospalla oppure da indossare a pelle, in chiave ultrasexy per una serata speciale.

9. Infine un pezzo di culto, uno solo. Uno di quelli che hanno segnato la stagione e che forse resteranno nella volubile storia della moda. Vedi le “gattine” di Charlotte Olympia o la Fur Bag di Fendi.
Pronti, partenza, Via! Potrebbe rimanere un pezzo solo e potrebbe essere il vostro.

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Star all’altare, l’abito da sposa di Miranda Kerr e le altre

Una creazione, ispirata all’abito da sposa indossato da Grace Kelly nel 1956, con maniche lunghe, una ...