Home / Moda / I migliori outfits maschili del Cinema: ecco chi emulare quando apriamo l’armadio

I migliori outfits maschili del Cinema: ecco chi emulare quando apriamo l’armadio

Abiti dai tagli impeccabili, cravatte a calzino dall’eleganza inaspettata, francesine ben lucidate e montature Moscot e Oliver peoples, le preferite da Patrick Bateman. Camice dai colli perfetti, giacche di tweed, colori sobri ma mai noiosi e scontati. Abbinamenti cromatici puntuali e adorabili. Oufits sciatti ma studiati nel minimo particolare. Eccome come i look delle star di Hollywood diventano mode, come i personaggi di film e romanzi diventano esempi da emulare nello stile di tutti i giorni. Come quando il giovane Leonardo Di Caprio nei panni del truffatore Frank Abagnale Jr in “Catch if you can” si fa confezionare un eccellente abito nel perfetto stile 007 degno del miglior Sean Connery (ovviamente anche lui presente nella nostra lista). Ma che altro dire, in certi casi le immagini sole valgono molto più di mille parole, quindi vi lascio a questa mia personale selezione. Buon ispirazione!

George Peppard nel ruolo dello scrittore Paul Varjak del celebre film “Breakfast at Tiffany’s” tratto dall’omonimo romanzo di Truman Capote.

Sean Connery nei panni di James Bond in Goldfinger, il plurifamoso agente segreto del MI6 uscito dalla penna di Ian Fleming. Uno degli spezzati più belli del cinema, la cravatta a calzino diventa pura eleganza.

Oxford shirt, costumi vintage e montature moscot per Jude Law e Matt Demon nei panni di due americani dei primi anni ’50 nell’inquietante “The Talented Mr. Reply”.

“The American Psycho”, Christian Bale in straccali, Rayban Wayfarer e doppiopetto è lo yuppies per eccellenza: Pat Bateman.

Jacqueline Phoenix nel nel già più volte citato “Her”.

L’immortale Humphrey Bogart nel colossal “Casablanca”, con il suo noto trench e il suo cappello: il Bogart. L’ossessione di Woody Allen in “Play it again, Sam”.

Ancora Sean Conney nei panni dell’agente doppio zero in “Licenza di uccidere”, in uno smoking senza tempo alla consegna della sua Walter ppk.

Eddie Murphy nei panni dell’indimenticabile detective Axel Foley in Berverly Hills Cop, un outfit sportivo composto da 501 levis, Adidas anni ’80 e giacca da football.

Steve McQueen nello storico “The great escape”, felpa e chianos, un must del disimpegnato.

Ewan McGregor nel film cult “Trainspotting”, precursore dell’outfit jeans Skinny e All star.

About Davide Bartoccini

Davide Bartoccini
Aspirante giornalista, scrittore e acclamato mondano. La mia massima aspirazione è quella di conoscere la verità e l'essenza di tutto ciò che mi circonda, del resto "VI VERI UNIVERSUM VIVUS VICI". Mi interesso di attualità, storia, moda, costume e sociologia. Amo la letteratura, il cinema, viaggiare, la fotografia, il whisky invecchiato e l'alta sartoria. Credo fermamente nel pensiero di Bukowski: "La gente è il più grande spettacolo del mondo, e non si paga il biglietto."

Check Also

Stati Uniti d’America: cronaca di un paese perennemente in guerra con qualcosa

Come per la maggior parte delle nazioni o degli imperi del mondo, la storia di ...