Home / Polinice / Lanting: un viaggio nel tempo e nella natura
Lava river, Hawaii Volcanoes National Park, Hawaii

Lanting: un viaggio nel tempo e nella natura

“Nature is my muse and it’s my passion”

Una frase semplice, diretta, concisa, che vuole esprimere chiaramente tutto l’amore di un uomo per la natura e per le sue sfaccettature, i suoi colori, i suoi odori, gli scenari e soprattutto i suoi doni. Quest’uomo è Frans Lanting. Nato a Rotterdam, studiò economia in Olanda per poi trasferirsi in America a continuare gli studi. Sarà qui che comincerà a fotografare la natura, a vivere di essa, senza più voltarsi indietro (per fortuna).

Lava river, Hawaii Volcanoes National Park, Hawaii
Lava river, Hawaii Volcanoes National Park, Hawaii

Il suo lavoro lo ha portato agli estremi del mondo, dalla giungla Amazzonica fino all’Antartide. La caparbietà e la predilezione per ciò che ama lo ha portato a fare degli scatti che resteranno nella storia della fotografia. In uno dei suoi primi viaggi in Madagascar riportò scatti strabilianti dell’isola e della vita al di fuori dell’uomo; lo stesso vale per i suoi lavori nel Nord Atlantico, nel Borneo, in Zambia e così via. L’amore e la salvaguardia della natura e della sua purezza, questo il suo sogno, la sua via.

Iceberg, Weddell Sea, Antarctica
Iceberg, Weddell Sea, Antarctica

L’abilità nel riprendere gli animali nei loro atteggiamenti più naturali è strabiliante ed è forse una delle sue migliori qualità. Egli vuole portare l’animale a dialogare con l’osservatore, estrapolandolo dalla sua semplice forma selvaggia. Cerca i sentimenti, le emozioni così da portarle a noi e farcele sentire, immaginare, toccare. «Mr. Lanting’s photographs take creatures that have become ordinary and transform them into haunting new visions», scrive il biologo Dr. George Schaller del The New York Times. La determinazione con cui persegue i suoi obiettivi è impressionante, basti pensare che rimase in Amazzonia per settimane alla ricerca dello scatto perfetto di alcuni rari pappagalli locali. Intere settimane per catturare un semplice attimo, un istante; un momento che racconta tuttavia una storia, una vita…

Cougar male, Puma concolor, Belize
Cougar male, Puma concolor, Belize

In uno dei suoi più recenti lavori in Namibia ha immortalato immagini e scenari che solo un attento studio della luce, delle prospettive, un accuratissimo controllo del “taglio” dell’immagine e una grandissima dedizione alla fotografia possono giustificare. Questa sua abilità viene inoltre messa a disposizione di tutti, dal momento che organizza frequentemente viaggi alla riscoperta della natura selvaggia a cui si può facilmente partecipare, così da vivere un esperienza che difficilmente si può dimenticare come scrive Kristy Walkeruna ragazza di Austin: «Experiencing the Galápagos with you both is something I will treasure forever».

Dead camelthorn trees, Acacia erioloba, Dead Vlei, Sossusvlei, Namib-Naukluft National Park, Namibia
Dead camelthorn trees, Acacia erioloba, Dead Vlei, Sossusvlei, Namib-Naukluft National Park, Namibia

Dal 2006 è impegnato con un progetto decisamente ambizioso, “LIFE:  A Journey Through Time”. L’idea di Lanting, che si è imbarcato in questa impresa con l’aiuto della moglie e del collaboratore Chris Eckstrom, era quella di dare una propria idea, una propria interpretazione alla storia della terra, dalle sue origini fino ai giorni nostri. Il progetto consta di un book fotografico consultabile su un sito internet creato ad hoc, ed è accompagnato da una splendida colonna sonora composta dal maestro Philip Glass. Gli scatti raccolti in questo book sono stati immortalati dal fotografo in diversi anni e lo sforzo per riuscire in un opera del genere sono stati impressionanti. Il risultato tuttavia è assolutamente spettacolare.

Toco toucan face, Ramphastos toco, Pantanal, Brazil
Toco toucan face, Ramphastos toco, Pantanal, Brazil

Ufficialmente riconosciuto come uno dei maggiori esponenti della fotografia naturalistica, il fotografo Olandese ha una predilezione per fare scatti molto ravvicinati dei suoi soggetti, non essendo interessato a tutto l’animale, ma ai suoi particolari. Maestro del colore, vuole riportarlo esattamente come si vedrebbe ad occhio nudo. Gli occhi infine: come si capisce bene da un suo intero lavoro sviluppato su di essi, questi sono la parte del corpo che maggiormente fotografa Lanting. Grandi zoommate sul volto delle creature per riuscire a catturarne la vera essenza. «No one turns animals into art more completely than FransLanting» scrive uno scrittore del “New Yorker”.

Stromatolites at dawn, Shark Bay, Western Australia
Stromatolites at dawn, Shark Bay, Western Australia

Un uomo che ha completamente dedicato la sua vita ad inseguire i suoi sogni e le sue passioni. Dice di lui Thomas Kennedy, former director della fotografia al National Geographic: «He has the mind of a scientist, the heart of a hunter, and the eyes of a poet».

About Raimondo Jereb

Raimondo Jereb

Check Also

La personalità del colore

“I pregiudizi che molti fotografi nutrono verso la fotografia a colori nascono dal fatto che ...