Home / Internazionale / Cyberwar – Una realtà ignorata

Cyberwar – Una realtà ignorata

movies-norad_00258901

La filmografia di fantascienza annovera da decenni la cyberwar come modus operandi di eserciti e agenzie private. Ora, se il due giugno durante la Parata Militare della Festa della Repubblica faceste sfilare gli “Hacker” o le meglio conosciute ” Risorse Informatiche” delle Forze armate la folla vi guarderebbd con stupore e scetticismo. In realtà la guerra raccontata in molti film statunitensi non è così lontana dall’essere la principale forma di lotta utilizzata da governi o agenzie. È celebre il caso dell’agosto 2012 quando per interrompere il processo di arricchimento dell’uranio a uso civile, l’ormai celebre NSA sferrò un importante quanto strategico attacco. La risposta dell’Iran non si fece attendere e ciò provocò non pochi problemi ai server e alle normali operazioni che vedono l’ausilio del mondo elettronico da parte dei Dipartimenti statunitensi. Non ne sentite il timore della cyberwar eppure nello spazio telematico agenti pubblici e privati ottengono informazioni sul vostro stile di vita, sui vostri possibili orientamenti politici e come dimostra la Neuroeconomia in molti comprendono qual è il momento adatto per investire. Un sentore lo hanno le donne che massacrano le carte di credito per lo shopping e i grandi dirigenti che tengono in serbo affari e segreti aziendali.

Per spiegarsi, il BlackBerry non è utilizzato da metà gotha della finanza mondiale perché l’azienda canadese li regalava, poiché tale operazione viene compiuta da tutti, ma poiché essi avevano incorporata una tecnologia israeliana capace di proteggere i dati interni dei dispositivi. Quel che oggi appare dello ciberspazio è un grande campo di gara fra attori pubblici e privati interessati a carpirsi segreti aziendali, impadronirsi di tecnologie superiori, interpretare, supportare o deviare strategie finanziarie di fondi sovrani, gruppi criminali e terroristici. Recentemente agli aiuti dati ai terroristi dell’ISIS, affettuosamente chiamati ribelli dagli incapaci media nostrani, da Usa e UE, l’Esercito Arabo Siriano ha risposto con la messa in fuori gioco dei siti di Microsoft e l’attacco a molti circuiti di credito. La maggior parte degli attacchi è di tipo ssh (569), subito seguiti da quelli microsoft-DS (565).

La maggior parte degli attacchi li subiscono e li attuano gli Stati Uniti d’America e in una classifica dove l’Italia è relegata ai risultati conseguiti dalla Nazionale di Calcio in Brasile appare fortissimo l’attivismo di Honk Hong. Colonia cinese, dove per far felici i tecnocrati utilizzerò la prossima espressione “per caso” si è rifugiato Snowden ed è iniziato il più grande scandalo post Watergate dell’Amministrazione americana ossia il ” Datagate “. Berlino docet. Quanto a noi e voi attenzione ai progetti qualcuno li potrebbe già aver captato.

About Antonio Maria Napoli

Antonio Maria Napoli
Calcio, geopolitica ed economia. Qualche pillola di musica elettronica. Il mio concetto di perfezione è un libro di Paul Krugman o un romanzo di Dumas, con in sottofondo un remix di Frankie Knuckles o i Pink Floyd. Allo spritz preferisco il Nikka

Check Also

Serie C Logo - Polinice

Ritorna la Serie C

Un ritorno al passato, la Lega Pro tornerà a chiamarsi Serie C, come ai vecchi ...