Home / Moda / Amal, Michelle e le altre: guerra di spose tra le star

Amal, Michelle e le altre: guerra di spose tra le star

I divorzi e le separazioni eclatanti oggi non vanno più di moda. Gli insulti tra ex coniugi su twitter stile Kardashian o le infinite polemiche sugli alimenti di casa Berlusconi  hanno stancato un po’ tutti e oggi la tendenza è quella del “conscious uncoupling”.  Della serie “l’amore è eterno finché dura”, per il bene dei figli o per dignità personale, ci si lascia cordialmente con due baci sulla guancia. Ma che succede se l’altro si risposa? O, peggio, se entrambi mettono la fede al dito a meno di un mese di distanza? Lui lei e l’altra: George, Amal e Eli ma anche Michelle, Marica e Eros. Non fare confronti è impossibile, soprattutto tra gli abiti delle spose..

AMAL ALAMUDDIN E GEORGE CLOONEY – Non è di Sarah Burton (come era stato annunciato) ma di Oscar de La Renta l’abito indossato dall’avvocatessa libanese per il matrimonio con George Clooney lo scorso 29 settembre. Un modello in pizzo francese, ricamato con strass e perle, che è stato definito ‘la quintessenza del romanticismo’. Ma per Amal il weekend di festeggiamenti è stato un defilè a cielo aperto: giunta in Laguna con un abito Dolce&Gabbana, ha sfoggiato per l’addio al nubilato una mise rosso fuoco Alexander McQueen, ha scelto Giambattista Valli per la prima uscita ufficiale da sposata, e un elegantissimo ensemble Stella Mc Cartney per il rito civile a Ca’ Forsetti.

Sugli orientamenti sessuali di George Clooney, ex scapolo impenitente, si è detto di tutto. Dalla sua omosessualità, ai contratti con fidanzate di facciata a scadenza biennale.  Ma era troppo bello (lui) per essere vero, per una forma di negazione nell’immaginario collettivo femminile, si trattava solo di invidie e maldicenze. E le foto di questo matrimonio show da 13 milioni di dollari fanno sperare che forse per George, Amal sia tutta un’altra storia rispetto a un’ex velina o a una lottatrice nel fango. D’altra parte come fa notare Repubblica, Amal  è un avvocato che vive tra Londra e New York, un personaggio conosciuto a livello internazionale per chi si occupa di diritto umanitario e di rifugiati e una delle donne manager più copiate del mondo in fatto si stile (rinomata la sua passione per le scarpe). Insomma questa volta forse è Clooney  l’ex velina.

imagesELISABETTA CANALIS E BRIAN PERRY – Parlando di Elisabetta Canalis, anche lei è recentemente convolata a nozze.  Lo scorso 14 settembre, Eli ha indossato per il suo matrimonio con il chirurgo americano Brian Perri un abito firmato Alessandro Angelozzi Couture.   “Vaporoso, romantico, cucito e ricamato dalle mani esperte di maestranze italiane, il romanticissimo abito della Canalis è un modello a sirena in pizzo chantilly francese color bianco seta” dicono loro, “tanto sciura di Paese” penso io.. Ma non mi pare giusto essere duri con la povera Eli, a oscurare il suo abito ci ha già pensato l’amica Belen Rodriguez che si è presentata nella cattedrale di Alghero con un abito blu elettrico con super scollatura e spacco mozzafiato. Dopo le mille polemiche e le accuse di aver fatto un matrimonio fasullo (i due sposi si sono ‘dimenticati’ di presentarsi in Comune per le pubblicazioni), l’abito della Canalis, è stato messo all’asta per beneficienza: valore stimato 15 mila euro ma il martelletto ha battuto il “venduto” per 5.500 euro.

BRANGELINA – Più che il senso di competizione nel vedere che l’ex amata viaggiava verso l’altare, forse a spingere Clooney verso il grande passo è stato vedere la fede al dito dell’amico Brad Pitt. Il 23 agosto scorso i Brangelina hanno detto sì con una “cerimonia intima nel loro castello” (!?) in Francia, Chateau Miraval. Hanno fatto il giro del mondo le foto dell’abito da sposa di Angelina Jolie: un modello in satin firmato Atelier Versace con un tocco di originalità: il velo era ricamato con i disegni dei figli della coppia.

MICHELLE HUNZIKER E TOMASO TRUSSARDI – Passiamo alle storie di casa nostra. Da ieri, 10 ottobre, Michelle Hunziker e Tomaso Trussardi sono marito e moglie. I due, dopo tre anni d’amore e un secondo figlio in arrivo hanno detto sì a Bergamo davanti a un centinaio di ospiti e al sindaco Giorgio Gori (marito di Cristina Parodi che seguiva la cerimonia La Vita in Diretta.. tutto in famiglia insomma). Al ricevimento, in cucina c’erano ben quattro chef stellati diversi: Carlo Cracco, Antonino Cannavacciuolo, Norbert Niederkofler e il bergamasco Chicco Cerea. E ognuno di loro ha realizzato una portata per i 250 ospiti. Tantissimi i vip. Da Silvio Berlusconi e Francesca Pascale, in un tubino rosso, arrivati direttamente per il party, a Renzo Rosso e Nicola Savino accompagnato dalla moglie. E ancora il testimone della sposa Antonio Ricci e quello dello sposo Vittorio Feltri, Ilary Blasi e Silvia Toffanin. Nel corso della festa, come annunciato, non è mancato il collegamento con Striscia la Notizia, il programma condotto in queste sere dalla showgirl.

EROS RAMAZZOTTI E MARICA PELLEGRINELLI – Un matrimonio in grande stile insomma, tanto da far impallidire quello dell’ex compagno Eros Ramazzotti che lo scorso sei giugno ha sposato Marica Pellegrinelli a Milano, senza neanche un invitato. Ma “l’altra”, Marica, si rifà con il vestito.  Un abito Valentino in tulle color pergamena con bustier drappeggiato e una gonna modello tutù, impreziosita da un ricamo di note musicali e frasi tratte dalla canzone Due Mondi di Lucio Battisti e realizzato completamente a mano. A completare il look di Marica, un velo lungo due metri e un bouquet di camelie stabilizzate e bacche di more, per creare pendant con le note musicali della gonna. Quasi uno spartito, a voler raccontare in musica la storia d’amore della coppia. Mi dispiace Michelle, nonostante il mega fiocco sul retro, il tuo abito bianco e rosa di Antonio Riva non può nulla..

 

 

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Tutti i look dei David di Donatello 2017

Per fortuna che c’era la compagna di asilo di Valeria Bruni Tedeschi. La bambina che ...