Home / Moda / Enzo e Lucia erano una bufala. Veri traditori e cornuti famosi

Enzo e Lucia erano una bufala. Veri traditori e cornuti famosi

Scritte sotto casa, lucchetti nel Tevere, io e te 3MSC. Cose superate, roba da ragazzini: oggi “i grandi” si lasciano sui giornali. Forse un giorno Federico Moccia farà un film anche su questo. I nomi dei protagonisti ci sono già: Enzo e Lucia. Ormai è praticamente certo, era tutta una bufala, una trovata pubblicitaria, una mossa di marketing. Per chi si fosse perso qualcosa, torniamo indietro di 24 ore.

Sul Corriere della Sera di ieri, 13 marzo, c’è una lettera pubblicata a tutta pagina. Inizia così: “Amore mio, per te farei di tutto lo sai. E tu invece ti faresti tutti”. Impossibile non proseguire nella lettura. Scopriamo così che un tal Sig. Enzo ha comprato una pagina del quotidiano nazionale per sputtanare i ripetuti tradimenti della moglie Lucia. “Dopo sette anni di matrimonio voglio raccontare a tutta Italia il tuo spregevole tradimento”, scrive il marito. Racconta poi di quel bacio furtivo con un altro in macchina davanti alla pasticceria, del viaggio con le amiche in Egitto – che in realtà era stato pagato dall’amante avvocato -, del personal trainer scovato frugando tra le sue mail. Insomma, un cornuto così, neanche in una fiction televisiva.

Rimbalzata sui siti, condivisa sui social, la “missiva del cornuto” è diventata presto un “caso” in Rete e fuori. Trending topic su twitter, ha scatenato ovunque dibattiti sul tradimento: da “hai sbagliato a darle troppa importanza” a “ma le corna non ti bastavano? Serviva pure la lettera?”. Qualcun altro da subito ha sollevato perplessità: sicuri che si tratti di una lettera autentica? “Mi pare tanto una trovata pubblicitaria” diceva Selvaggia Lucarelli, ma non saltiamo subito al finale. Assurda sì, ma ci poteva stare.

Fashion Polinice aveva già trattato del “conscious uncoupling”, la tendenza delle star di Hollywood di lasciarsi con due baci sulla guancia, amici come prima, l’amore è eterno finché dura. Nella vita reale però non è quasi mai così. Sorprese finite male, telefonate al fidanzato che partono per sbaglio, amanti o ragazze tradite che svelano tutto, persino essere online su whatsapp a tarda notte può sbugiardare gli infedeli. La rabbia sale a tutti. Taylor Swift ci ha fatto addirittura un video musicale in cui prende a mazzate da golf la macchina sportiva del fidanzato traditore.

Chi l’ha detto che ti devi comportare da signore? Magari questo signor Enzo poteva essere un eccentrico riccone che invece di rigare l’auto di Lucia o buttarle i vestiti dalla finestra decide di comprarsi una pagina di un giornale. Io non lo farei, moltissimi non lo farebbero ma ci può stare. Quello che davvero puzzava però era la conclusione della lettera: “Hai sbagliato tu e non mi vergogno a raccontare a tutta Italia la vita segreta della mia mogliettina perfetta. Anzi ho addirittura aperto una pagina facebook.com/tuo ex marito. Ci vediamo in tribunale. Tuo ex marito”. La pagina facebook no. Da uomo tradito a maniaco di protagonismo in 10 parole. I panni sporchi si lavano in casa, i panni sporchissimi fanno notizia, ma se scopro che nella lavatrice ci hai messo “coloreria italiana total black” mi innervosisco.

Nel pomeriggio di ieri era iniziata a circolare la voce che si trattava di una trovata di marketing di Real Time, che il 16 marzo lancia un nuovo show: Alta Infedeltà. Gli indizi, nella lettera di Enzo non mancano: come fa notare giustamente anche Tv Blog, tra le righe di Enzo affiorano citazioni promozionali ad altrettante trasmissioni del canale 31: “Avevano un fuori menù speciale”, “Tu e i tuoi “amici”, “Tutte le sfumature dei colori dell’amore”, “Ma non immaginarci qui da soli, io e la mia ossessione” (…). Anche il firmatario della lettera, Enzo, potrebbe essere Enzo Miccio, uno dei volti più noti del canale (ma non il conduttore del programma, come suggeriscono alcuni).

Se avevamo qualche dubbio che si trattasse di una bufala, oggi un indizio che suona come una conferma. Lucia risponde. Non fa causa al marito psicopatico che le getta fango di fronte a tutta Italia, non si sente offesa dal gesto plateale, non chiama Enzo al cellulare e lo insulta. Scrive anche lei una lettera sul Corriere:

Screenshot 2015-03-14 14.20.56“Sì, sto con il tuo capo” – “La tua lettera non è un gesto d’amore ma il gesto disperato che fai quando capisci di aver mandato tutto all’aria con il tuo egoismo”, scrive Lucia. E ancora: “Ci sono bastati 90 giorni per innamorarci e, quanto pare, solo poche righe per lasciarci. Sei diventato arrogante, ti sei messo in competizione con me con quella tua aria da manager in carriera”. Alle accuse di tradirlo con amici e colleghi (“Ti sei fatta tutti”, spiegava con poco garbo Enzo), la donna replica facendo sentire l’altra campana: nessuna relazione extraconiugale con il personal trainer in palestra (“Ho resistito nonostante le attenzioni che mi ha riservato, al contrario di te”), nessuna scappatella con l’avvocato in Egitto (“E’ sposato, fedele e non tratta la sua compagna come una vecchia cugina”). L’unico vero tradimento è quello con “Max, il tuo capo e sono rinata”. “Sono stata io a diventare egoista – confessa l’ormai ex moglie – decidendo di vivere tutto con lui da subito, prima di iniziare a discutere della separazione”.

Insomma, non era un flirt o una crisi passeggera: “Tra me e te era tutto finito”. Il finale, però, è una stilettata velenosissima: “Per te l’importante è uscirne da vittima, sbattendomi come un mostro in prima pagina”. La contro-vendetta è dietro l’angolo: “Tu Enzo non sei un angioletto. Se volessi scavare nel nostro passato chissà cosa scoprirei sulle sere in cui dicevi di andare a giocare a rugby ma tornavi a casa riposato e sorridente. Pensi che non abbia riconosciuto il profumo della tua segretaria?”.

Certezze assolute che sia tutto finto per ora non ne abbiamo. A questo punto spero che sia così, perché Enzo e Lucia a me fanno una gran tristezza. Enzo Miccio, contattato dai giornalisti, come prevedibile dice di non saperne nulla. Nel dubbio direi che Selvaggia Lucarelli può iniziare a scegliere l’acquario: “Mi sa che la pagina su Corriere del marito cornuto è una trovata di Real time per pubblicizzare “Alta infedeltà” che parte il 16 marzo. Mi sa. Se ho indovinato voglio un pesce rosso”, scriveva ieri la blogger su Facebook.

In attesa della lettera di domani (magari il padre di Lucia che difende l’onore della figlia o il capo di Enzo che si fa sua moglie), ripercorriamo i più clamorosi UNconscious uncoupling di Hollywood.

1 – Kristen Stewart e Robert Pattinson

La coppia di Twilight si è detta addio a causa di un tradimento, quello di Kristen con il regista Rupert Sanders che l’aveva diretta in «Biancaneve e il Cacciatore». Dopo le corna spiattellate su riviste e siti di mezzo mondo Robert ha deciso di perdonare la fidanzata fedifraga, ma dopo un anno, nell’aprile del 2013, ha ceduto e ha messo fine alla loro storia. Dopo svolte lesbo di lei e infiniti flirt attribuiti a lui, ora pare che Robert sia sereno accanto alla cantante e ballerina Tahliah Debrett Barnett, meglio conosciuta con lo pseudonimo di FKA Twigs.

2 – Johnny Depp e Vanessa Paradis

Dopo 14 anni d’amore e due figli, nel l’estate del 2012 una delle coppie più resistenti di Hollywood si è spaccata. Nonostante i due abbiano tenuto a sottolineare di essersi separati in maniera amichevole, possiamo dire oggi che alla base della rottura ci sia stata la sbandata che l’attore ha preso per la sexy Amber Heard, conosciuta nel 2011 sul set di «The Room Diary». Oggi Johnny e Amber sono sposati (hanno detto sì appena un mese fa alle Bahamas), nonostante lei abbia ammesso di essere bisessuale. Vanessa (ora fidanzata con il musicista Benjamin Biolay) era stata invitata ma ha “gentilmente declinato”.  Non si è esentata però dal regalo di nozze, sapete che cos’era? Un tostapane. Sottile…

3 – Ashton Kutcher e Demi Moore

Dopo sei anni di matrimonio, Demi, stufa dei continui tradimenti del suo toy boy ha chiesto il divorzio. I due si erano sposati nel 2005 e da quel momento l’attrice sembrava uscita dal film «La morte ti fa bella», più giovane che mai, come se avesse scoperto l’elisir di lunga vita. Il sogno – e la cura di bellezza – di Demi si è però infranto, lasciando effetti devastanti al punto che neanche le figlie la sopportano più. Ora è in cerca di nuovi toy boy, mentre Ashton sembra aver messo la testa a posto con Mila Kunis, che attende paziente la fine del divorzio per poter convolare a nozze col suo bello. Nel frattempo il 30 settembre 2014 è nata la piccola Wyatt Isabelle

4 –  Burton e Helena Bonham Carter

Nel 2013, Tim Burton ha tradito Helena Bonham Carter. E le l’ha saputo dal New York Post che ha pubblicato delle foto che ritraevano il regista all’uscita di un cinema insieme a una donna che non era la moglie. Non sapendo di essere spiato, Burton è stato immortalato mentre baciava la bionda accompagnatrice. Il regista preferito di Johnny Depp e la Bonham Carter erano sposati da 12 anni e avevano lavorato insieme ad almeno 7 film.

5-  Principe Carlo e Lady Diana

Il tradimento del Principe Carlo non ha un inizio ben preciso. In realtà la storia di Carlo con Camilla Parker Bowles inizia negli anni Settanta, ma viene ostacolata da Buckingham Palace perché lei non ha le carte in regola per diventare la moglie di un futuro re. Carlo sposa Lady D, ma continua ad amare e vedere Camilla. Nel 1992 il Principe e la Principessa del Popolo divorziano. Diana confesserà più volte di aver vissuto un matrimonio a tre. Carlo e Camilla, felici e contenti si sposano nel 2005.

6 – Brad Pitt e Jennifer Aniston

Lei era la mogliettina d’America, la donna più invidiata del mondo. Lui era all’apice della carriera. Nel 2005 esce «Mr e Mrs Smith», in cui Brad recita al fianco di Angelina Jolie. Lo stesso anno lui e Jennifer annunciano il divorzio. Un colpo durissimo per la Rachel di «Friends», che solo ora, al fianco di Justin Theroux, sembra essersi ripresa. Si parla di cicogna in arrivo e matrimonio. Brad, da quel momento, non si separa più da Angelina, che da bella e dannata si trasforma in ambasciatrice Unicef e madre di una vagonata di figli. Nonostante siano passati anni, la sfida fra la bionda e la mora è ancora aperta.

7 – Jude Law e Sienna Miller

Nel 2005 saltano anche loro a causa di un cliché visto e stra-visto: Jude tradisce Sienna con la baby sitter, Daisy Wright. Anche in questo caso inutili le scuse. Sienna torna a casa dalla madre e lui si ritrova single, con tre figli (avuti dalla moglie precedente) e senza capelli. Non un buon affare. Il bello però è che mentre si trovava in tribunale per il divorzio, Jude ha scoperto che Sienna a sua volta avrebbe avuto una storiella con Daniel Craig, amico dello stesso Law. Secondo “Newsoftheworld”, a scatenare le ire di Jude Law sarebbe stata la rivelazione che, mentre lui tentava di far perdonare dalla fidanzata il suo flirt con Daisy Wright, lei si scatenava alle sue spalle con l’attore Daniel Craig, incontrato sul set del film “Layer Lake” due anni prima, proprio quando stava iniziando a frequentare Law e lui stava lasciando la moglie Sadie Frost.

8 – Hugh Grant e Liz Hurley

Altra coppia altro banalissimo tradimento. Il divo dagli occhioni azzurri, reduce dal planetario successo di «Quattro matrimoni e un funerale» si fa beccare in una situazione a dir poco sconveniente a bordo di una BMW bianca con una prostituta, Divine Brown. La magnanima Liz decide di perdonarlo, ma a distanza di un anno, nel 1996, si vendica lasciandolo per l’ereditiere Henry Brocklehurst. L’inconveniente, però, ha avuto ripercussioni positive sulla carriera dell’attore, divenuto, da quel momento, un sex symbol (grazie a quegli occhi all’ingiù che fanno tanto cucciolo abbandonato).

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Look da primavera, cosa eliminare dall’armadio

“Tagliamo?”. Quando un’infermiera alla Misery non deve morire si è avvicinata con un rasoio a ...