Home / 2015 / aprile

Monthly Archives: aprile 2015

Expo2015 non è #lavoltabuona

Logo Expo 2015

” Nulla potrebbe essere più irragionevole che dare potere al popolo, privandolo tuttavia dell’informazione senza la quale si commettono gli abusi di potere. Un popolo che vuole governarsi da sé deve armarsi del potere che procura l’informazione. Un governo popolare, quando il popolo non sia informato o non disponga dei ...

Read More »

I puntini sulle G: Google e la sfida Project Fi

google

É notizia di pochi giorni fa: Google diventa operatore mobile lanciando Project Fi, servizio di telefonia e navigazione, con cui promette ancora una volta di “cambiare per sempre la nostra concezione di [riempire a piacere]”. L’assenza di clamore suscitato in Italia da tale annuncio mi spinge a spenderci due righe, ...

Read More »

Identità dell’architettura

Sfogliare l’ultimo numero di una (qualsiasi) rivista di architettura ci pone di fronte ad una situazione di disagio del quale non capiamo bene la causa. Sembra che agli architetti di oggi (o coloro che di architettura si interessano e scrivono) siano affascinati da troppe cose, tra loro diverse, ma tutte ...

Read More »

Beck – Sea Change (2002)

"Sea Change", esce nel 2002, a tre anni dall'ultimo "Midnite Vultures", e vede un abbandono totale delle birrazzie dei primi quattro album, portando Beck a uno stile formalizzato che non ha alcun precedente nella sua discografia.

Read More »

Floyd Mayweather Jr. vs. Manny Pacquiao, il Match del Secolo dentro e fuori dal ring

Ci sono sportivi la cui figura supera i limiti dello sport stesso fino a permettere loro di diventare dei simboli culturali, delle icone sociali. Non serve essere amanti del calcio per conoscere Maradona come non serve sapere tutto di pallacanestro per conoscere Michael Jordan. Come succede per gli atleti, anche ...

Read More »

Cafè Racer, da fenomeno ribelle a vezzo costoso

Giovanotti in jeans e giacca di pelle, con la brillantina nei capelli, stivaletti da motociclista: avete presente l’indimenticabile Marlon Brando in “Il Selvaggio”, ecco lui.

Read More »

Nanni e Margherita, Moretti allo specchio

nanni moretti

Nanni Moretti è stato e per molti versi continua ad essere una figura di riferimento per il cinema italiano. Questo se vogliamo a dispetto del carattere suo e dei suoi film, che di un’idiosincrasia quasi esasperata hanno spesso fatto una ragion d’essere. Un po’ per il prestigio internazionale che ha ...

Read More »

Tibet. Che cosa resta?

Tibet di Costanza Fino

Se in molti casi la storia dell’Imperialismo dovette scendere a compromessi con la reazione dei popoli colonizzati, come nel caso del sub continente Indiano, il quale attraverso la protesta politica ha ottenuto l’Indipendenza nel 1947 ed una graduale acquisizione dei diritti democratici, nel caso del Tibet invece la reazione e la protesta popolare non sono bastate a tutelare la propria identità.

Read More »

Perché preferisco il Tabletop

tabletop

Il videogioco e in generale il divertimento elettronico si è tramutato sostanzialmente in un fenomeno di massa: si è conquistato fasce d’etá impensabili (come la generazione dei trentenni di oggi), creato un giro d’affari pari (se non superiore) a Hollywood e se prima stigmatizzato e contestato da genitori e insegnanti, dopo tanto tempo è ...

Read More »

Lo spirito del Barocco passato, presente e futuro

Teatro della Brigittines

Siamo nel 1761. Ange-Jacques Gabriel costruisce nella sontuosa reggia di Versailles degli appartamenti privati per il sovrano, Luigi XV, in uno stile austero, severo, in una parola classico. Quella tendenza all’iperdecorativismo, all’autocelebrazione, all’eccessiva ed inesauribile esaltazione delle forme non era più degna del re e della corte. Quel giorno finiva ...

Read More »