Home / Moda / Look da viaggio: a ognuno il suo stile

Look da viaggio: a ognuno il suo stile

All’inizio pensavo fosse una povera ragazza che aveva sostituito il pezzo di cartone con un cartello sulla maglietta. La messa in piega e le sopracciglia in ordine mi hanno però smentito. La mia seconda ipotesi é stata che si trattasse di una di quelle ragazze che fanno pubblicità a questo o a quel prodotto alla stazione, magari voleva proporre un nuovo contratto telefonico e aveva il cartello stampato sulla t-shirt. Quando però l’ho vista salire sul treno, ho realizzato che si trattatava di una qualunque turista in vacanza che aveva deciso di rompere il muro del trash indossando una maglia con disegnato sopra i cartelli “affitasi” o “vendesi” seguito da “bella ragazza”, “amica”, “party girl” e similari. In confronto “stasera faccio la brava é haute couture.

Nulla ti da modo di capire lo stile delle persone come guardare il loro look da viaggio. Stazioni e aeroporti di questi tempi sono affollati. I ritardi e le attese sono frequenti, così terminal e banchine si trasformano in un perfetto luogo per osservare “lo struscio”. É come stare seduti sulla piazzetta di Capri o passeggiare sul corso di Cortina, analizzare i look da viaggio può offrire innumerevoli spunti. C’é chi parte solo in tuta, chi é così in ritardo da buttarsi addosso tutto quello che non riesce a mettere in valigia, chi indossa le cose più brutte del suo armadio perché tanto “l’odore di treno si attacca sui vestiti”. Ogni look da viaggio nasconde una filosofia di vita.

“Partire comodi”. É di solito il mantra dei genitori. Quello che ti insegnano alla tua prima partenza per il campo estivo. Pantaloni lunghi “perché é sporco”. Maglietta a maniche corte e sempre una felpa di riserva “metti che sull’aereo hai freddo”. Le scarpe devono essere rigorosamente basse per evitare di doverle togliere ai metal detector. Per lo stesso motivo, niente cinte o gioielli. Suonare sotto il controllo elettronico é una sconfitta. Ovviamente si parte struccate (per far respirare la pelle) e con i capelli raccolti per non sporcarli. I colori sono il beige, il bianco e il blu ma opponetevi al cappellino. Con tutte le vostre forze.

Punti di forza: é sicuramente il modo più pratico per viaggiare.
Punti di debolezza: Il look da giovane marmotta non é molto accattivante e in questi periodi di esodo le probabilità di incontrare qualcuno che conosci in stazione o in aereo sono elevate. Ipotesi. Un super fusto si siede proprio quel giorno accanto a te.. E tu, sei pronta?

Katie Holmes
Katie Holmes
Bar Rafaeli
Bar Rafaeli

Casual chic. A metà strada tra le due tendenze precedenti, é il tipico look delle celebrity in aeroporto. Non proprio elegante, ma raffinati quel tanto che non toglie niente alla comodità e ti permette di essere paparazzata senza finire nella galeria delle “star irriconoscibili al naturale”. Jeans aderenti o leggings, blusa morbida maculata o stampata, ballerine. Comodi, ma con stile. I due pezzi indispensabili sono gli occhiali da sole maxxi e una borsa altrettanto sovradimensionata. Magari firmata e di un colore inusuale.

Punti di forza: a prova di selfie.
Punti di debolezza: l’accessorio é quello che fa la differenza. Indispensabile uno studio attento delle tendenze del momento.

Miranda Kerr
Miranda Kerr

Dress to impress. Loro sono sempre pronte. In Jet privato come sull’ autobus, in business come in economica, si vestono sempre al top. La banchina della stazione é la loro passerella. Valigie di solito non ne hanno, lo smalto é fresco e dietro di loro c’é sempre un solerte accompagnatore desideroso di portare i loro bauli di Vuitton. Al braccio hanno solo la borsa, rigorosamente con le cifre, versione fashion dell’etichetta scritta a penna. Capelli sciolti o elegantemente raccolti per non sciupare la piega. Il cappello panama o a falde larghe é un must. Gli occhiali da sole sono un obbligo. Le scarpe sono basse se abbinate a un abito lungo, fresco, magari com stampa floreale. Il tacco é tamarro ma la zeppa é ammessa con i mini dress. Sì anche ai pantaloni morbidi, magari a righe verticali o etnici.

Punti di forza: non temi niente e nessuno, mai. La moda é un modo di vivere.
Punti di debolezza: si consiglia di essere sempre estremamente puntuali, la corsa folle per prendere il treno o una vestizione rapida per i controlli in aeroporto potrebbero essere non proprio agevoli…

Ilary Blasi
Ilary Blasi
Paris Hilton
Paris Hilton

L’importante é la meta. “Mettiti il costume sotto così sei già pronto per il mare”. Se ti riconosci in questa frase appartieni alla categoria. Già proiettati alla vacanza, considerano il look viaggio sono un’ occasione per risparmiare tempo all’arrivo. Ancora prima di scaricare i bagagli sono già in barca, pronti a una 14 ore di sole no stop. La borsa é quella di paglia, contiene già creme solari e asciugamani. Pantaloncini o gonnellina a righe bianche e blu e maglietta bianca. Ai piedi sandali o espedrillas.

Punti di forza: operativi fin da subito.
Punti di debolezza: ricordatevi che i mezzi di viaggio sono frequentati da migliaia di persone quindi non bisogna essere troppo scoperti. Attenzione poi a non esagerare, la differenza tra un vestitino e un copricostume esiste.

Eva Longoria
Eva Longoria

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Perché si parla di Rihanna ingrassata

Per gli haters sei sempre “troppo”. Troppo magra, troppo grassa, troppo femminile, troppo mascolina, troppo ...