Home / Spettacolo / Cinema / Right Now, Wrong Then di Hong Sang-soo
right now wrong then

Right Now, Wrong Then di Hong Sang-soo

Presentato allo scorso festival di Locarno, dove ha vinto il primo premio, Right Now, Wrong Then è l’ultimo film di Hong Sang-soo, uno dei più importanti registi koreani attualmente in attività, e senza dubbio il più peculiare.
Ispirandosi in parte all’opera di Eric Rohmer, il cineasta di Seoul racconta triviali storie quotidiane, i cui protagonisti sono solitamente registi in cui è facile identificare Hong stesso, spesso confinanti con l’assurdo e complicate da imprevedibili sovrapposizioni spazio-temporali e ingenti dosi di bevande alcoliche.
Lo stile registico scarno e che più che evitare il montaggio sembra quasi troppo pigro per contemplarlo, aggiunge un ulteriore strato di assurdità ad un panorama che già non si contraddistingue per spessore drammatico.

Right Now, Wrong Then è una pellicola che si inserisce molto confortevolmente nel solco precedentemente scavato in particolar modo dai film di Hong degli ultimi 4-5 anni, e chiunque abbia avuto modo di guardare uno di quei lavori riconoscerà immediatamente il tratto del regista.
A differenza dei due film immediatamente precedenti però, quest’ultima fatica ci fa ritrovare HSS nel pieno possesso dei suoi poteri, e pur non essendo necessariamente la più riuscita delle sue pellicole, possiede una certa paradigmaticità che la rende un ottimo punto d’accesso alla filmografia del cineasta koreano.

La trama è molto semplice: un regista di Seoul è in trasferta per una conferenza e durante una visita ad un antico palazzo adesca una giovane donzella con cui spende la giornata tra il di lei atelier, bar e ristoranti. La stessa storia è raccontata, con piccole variazioni che ne influenzano l’esito, due volte consecutive. La prima tornata ha un tono comico molto pronunciato mentre la seconda è un po’ più naturale, per quanto non manchi di virate al limite del demenziale.
A differenza di altre opere di Hong mi sembra arduo ipotizzare interpretazioni particolari per questa struttura che sembra voler essere una semplice caso di variazioni su un tema, e ha pieno successo nei pur modesti scopi che si prefigge.
Menzione speciale per l’attore protagonista, la cui prestazione è stata giustamente premiata con il premio attoriale a Locarno.

About Lorenzo Peri

Studio informatica e sono un vorace -bulimico direbbero alcuni, e avrebbero ragione- consumatore di cultura pop in forme varie ed eventuali. Tutto mi interessa e niente mi conquista, non so proprio cosa farò da grande.