Home / Spettacolo / Cinema / Speciale Oscar 2016 / Spotlight di Thomas McCarthy

Spotlight di Thomas McCarthy

Con Spotlight, il cinema rivive lo scandalo Watergate della Chiesa. Qualche palazzo più in là c’era la postazione della televisione vaticana, in sala decine di giornalisti di quotidiani cattolici, sullo schermo un film che sosteneva che il 6 per cento dei preti sono pedofili e il 50 per non rispetta il voto di castità. Questo succedeva all’ultimo Festival di Venezia quando è stato presentato Spotlight: il Watergate della Chiesa.

“Abbiamo due storie qui: una, su una diocesi degenerata e l’altra, su un gruppo di avvocati in grado di trasformare l’abuso dei minori in un lavoro a domicilio. Decidete di quale volete scrivere perché una delle due sarà la nostra,” dice durante una riunione di redazione il direttore del Boston Globe Walter Robinson, interpretato dall’attore statunitense Micheal Keaton. Quella stessa storia diventerà Spotlight.

La pellicola è ispirata a fatti di cronaca: nel 2002 un’inchiesta giornalistica rivela lo scandalo dei preti pedofili a Boston. L’attore Mark Ruffalo, arrivato ieri al Lido e oggi sul red carpet con il regista del film Thomas McCarthy, interpreta Michael Rezendes, un reporter del quotidiano statunitense Boston Globe che proprio per quest’inchiesta vinse il prestigioso premio Pulitzer nel 2003.

Oltre a Ruffalo, McCarthy arruola nella redazione di Spotlight anche gli attori Rachel McAdams, Liev Schreiber, Billy Crudup, Stanley Tucci e Len Cariou – quest’ultimo nei panni del cardinale Bernard Law, arcivescovo di Boston dal 1994 al 2002, costretto a dimettersi in seguito allo scandalo per non aver denunciato pubblicamente i novanta sacerdoti coinvolti. Allontanato dalla Chiesa per sempre? No, trasferito a Roma, alla Basilica di Santa Maria Maggiore: risatine e bisbigli in sala.

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Tutte le nomination agli Oscar 2016

Tutte le nomination agli Oscar 2016 Miglior film La grande scommessa Il ponte delle spie ...