Home / Playground / Il Librogame oggi
librogame

Il Librogame oggi

In questo articolo vorrei ricordare uno dei fenomeni cult delle generazioni a cavallo tra gli anni ‘80 e ‘90: i librigame, gamebook o libri-gioco.

Chi è cresciuto in quegli anni, tra Dragon Ball e le cartucce del Nintendo 64, non può dimenticare l’ebrezza di dirigersi librogamein libreria per acquistare quegli strani brossurati targati EL edizioni e buttarsi a capofitto nei librigame. Libri con percorsi a scelta, dove il protagonista eri tu! La cui serie più famosa in Italia  è appunto Lupo Solitario di Joe Dever.

I librigame sono storie a biforcazione, dove il lettore crea il protagonista compilando la relativa scheda (secondo le regole incluse all’interno) e partecipa attivamente alle sue scelte, influenzando la trama. Non necessariamente fantasy: i librigame spaziavano dal giallo-thriller come Sherlock Holmes o Detective club, al genere storico come le collane Grecia antica, Misteri d’Oriente e Time-Machine, o perfino storie di calcio come Sfida di Coppa! O serie tratte da marchi ludici blasonati come AD&D (Advanced Dungeons & Dragons) o La Terra di Mezzo.

In poche parole un gioco di ruolo in singolo, ed è per questo che i libri game furono “l’educazione sentimentale” per un’intera generazione di boardgamers, giocatori di ruolo e videogiocatori. Dato che introdussero all’epoca migliaglia di ragazzini, tra cui me e molti miei amici, all’hobby del GdR e alla lettura per piacere.

Però con l’arrivo dei videogames e dei giochi di carte collezionabili la febbre dei librigioco finì rapidamente e ben librogamepresto sparì anche la più importante casa editrice del genere: la triestina Edizioni EL. E molti titoli andarono o al macero o fuori stampa. Non per questo però i librigame finirono…

Per esempio in Francia i libro-gioco è tutt’altro che morto: Gallimard, per intenderci la casa che negli anni ‘60 pubblicava Albert Camus o Raymond Queneau, continua tutt’oggi la pubblicazione con buoni risultati di vendite; disponendo espositori ben forniti in moltissime catene di librerie, perfino nei punti vendita dei piccoli paesini di provincia. Trattandolo come un mezzo di espressione letteraria al pari del fumetto (chissà perché i nostri cugini d’oltralpe sono sempre più avanti di noi, ma vabbé!).

Oppure con l’avvento di tablet e smartphone si moltiplicano i librigame in forma di applicazioni, come quelli della serie Gamebook Adventures o i remake della saga Fabled Lands sui nuovi dispositivi. O appunto un librogame progettato con grafica 3D come Joe Dever’s Lone Wolf.

La versione iOS\Android di Lupo Solitario

Per non parlare di tutto un sottobosco di siti web e forum, che non solo scambiano i vecchi tascabili a prezzo di collezionismo, bensì collaborano alla creazione di serie autoprodotte. Come quelle liberamente scaricabili da Librogame’s Land (il punto di riferimento per i fan di lingua italiana).

Le Tempeste del ChaiGià, e in Italia? In Italia forse si trova lo zoccolo più duro di patiti e sta avvenendo una vera e propria rinascita del genere. La Vincent Books, piccola etichetta indipendente,  sta ripubblicando in versione Collector i capostipiti del genere, come tutta la serie del già citato Lupo Solitario o Freeway Warrior: il guerriero della strada. Non solo, ricevendo anche l’esclusiva temporale dall’autore per pubblicare in anteprima, quest’anno a Lucca Comics & Games 2015, il nuovo numero 29 che i fan attendevano da ben 17 anni: Le Tempeste del Chai!

Insomma, quello dei libri-gioco è uno dei quei casi dove la nostalgia è in grado di riaprire nuovamente una fetta di mercato data per morta tempo fa. Perché allora non approfittarne? Per i più giovani è un’opportunità per scoprire un genere ormai dimenticato dai più, mentre per i più anzianotti una possibilità per riprendere matite, gomme e tabelle e tornare al monastero dei Cavalieri Kai.  

About Alessio Persichetti

Alessio Persichetti
Game Master a tempo perso, oltre ad essere un bibliofilo compulsivo. Nel tempo libero, fin da ragazzino, si appassiona al gioco intelligente (giochi di carte, giochi di ruolo e da tavolo) e ai fumetti, senza però disdegnare i videogiochi.

Check Also

lucca comics

Lucca Comics & Games 2016

Quest’anno, Lucca Comics & Games 2016  è stato un evento da non dimenticare: si sono ...