Home / Arte / Mostre a Roma: Greenit, il paesaggio entra in galleria

Mostre a Roma: Greenit, il paesaggio entra in galleria

La Galleria di Francesca Antonini Arte Contemporanea ha inaugurato il 18 Febbraio la seconda personale di Simone Cametti. Il giovane artista in questa performance restituisce una porzione di paesaggio forzando gli obbligati limiti stagionali. Lo spazio espositivo sito al centro di Roma si suddivide in una prima parte dedicata alle fotografie del lavoro compiuto dell’artista, in cui si sovrappongono i colori brillanti del prato ad uno sfondo montuoso dalle tonalità cupe, seguite da una seconda parte video in cui vengono mandate al loop le riprese del lavoro di Cametti, mentre veniva svolto.

L’artista ha difatti passato giornate intere a dipingere un prato autunnale trasformandolo in un prato primaverile dai colori vivaci e accesi. Il tutto è stato eseguito manualmente tramite la nebulizzazione di una vernice spray atossica sul terreno erboso.

Cametti rifiuta la manipolazione digitale preferendo quella manuale. La sua indagine ha come centro l’intervento materico sullo spazio, spostando letteralmente lo sguardo sul cambiamento della percezione dovuta al mutamento fisico del contesto, ad opera dello stesso artista.

All’utilizzo di diversi media si affianca una sempre più frequente propensione all’attività performativa. Lo studio del paesaggio è una parte decisiva della poetica dell’artista negli ultimi anni e Greenit, questo il nome della mostra, si inserisce nel versante della ricerca più recente dedicato allo studio del paesaggio, con un nucleo di lavori che scaturisce dallo scarto tra l’intervento fisico dell’artista e la percezione del contesto da parte dell’osservatore.

La vera particolarità di questa mostra risiede in un intervento site-specific effettuato nella struttura in occasione dell’inaugurazione il che rende assolutamente unica questa esperienza. Infatti oltre alle installazioni, le fotografie e i video, sul pavimento è stato applicato del vero prato, che in alcuni casi riusciva a riprendere le esatte tonalità delle fotografie di Cametti.

Questo approccio è decisamente originale e innovativo per il panorama delle gallerie romane, indice di un cambiamento e di una ricerca costante effettuata dagli addetti ai lavori.

Greenit, a cura di Claudio Libero Pisano chiuderà il 2 Aprile 2016, ma già promette grande successo.

About Flaminia Camilletti

Laurea in Rel. Internaz. Scrivo, leggo e nuoto. Mi occupo di politica e mi interesso di economia. Scrittrice e autrice freelance. Appassionata di musica, ma solo di quella che piace a me. Scrivo di tutto ciò che riesco a capire, quello che non capisco cerco di studiarlo. Twitter: @FlamiCami

Check Also

Eugenia de Petra inaugura La Stanza, il nuovo spazio creativo a cura di Studio Pivot

La Stanza è il nuovo cuore creativo del rione Monti. A cura di Studio Pivot, ...