Home / Altro / #GolpeTurchia – I primi numeri

#GolpeTurchia – I primi numeri

Il bilancio è drammatico: quasi 200 morti, tra cui 104 golpisti uccisi, oltre 100 poliziotti e soldati fedeli al governo, e almeno 47 civili.

Da ieri notte sono in corso ulteriori verifiche su quel che è stato il V colpo di Stato, questa volta fallito, nella storia contemporanea della Turchia.

Sono oltre 1500 i membri dell’esercito golpista arrestati e non si conosce il numero di essi in procinto di allentamento dal Paese. A quanto si apprende un elicottero con otto leader golpisti sarebbe giunto ad Atene.

Atene ora gioca un ruolo fondamentale. Innanzitutto, come membro Nato, di cui la Turchia è secondo membro per capacità e dimensione militare. In secondo luogo per la posizione all’interno dell’Unione Europea. A rischio ora ogni ulteriore integrazione della Turchia nell’Unione Europea con ulteriori problemi per il cammino auspicato almeno dal fronte progressista, come dichiarato da Emma Bonino stamane a SkyTg24.

Tra le conseguenze del (mancato) golpe turco vi è anche la sospensione dei lavori della 40ª sessione del Comitato Unesco World Heritage, iniziata il 10 luglio a Istanbul e che doveva durare fino al 20. I lavori avevano avuto il loro corso regolare sino a ieri sera, con l’iscrizione delle prime nove nuove destinazioni nella Lista del Patrimonio dell’Umanità. Oggi si sarebbero dovuti tenere tra le 9.30 e le 13 e tra le 15 e le 18.30 locali. Come si legge nel sito dell’Agenzia delle Nazione Unite, i lavori sono “sospesi sino a nuova comunicazione”.

 

” Igolpisti sono nelle mani della giustizia turca e saranno puniti come meritano. Sono peggio del Pkk – dice il primo ministro turco, Binali Yildirim -. La Turchia ha risposto nel modo migliore ai terroristi”. Che potrebbero rischiare la vita: “La pena capitale non è prevista dalla Costituzione turca, ma valuteremo la questione dal punto di vista legale” risponde il premier a chi chiede se la pena capitale sia possibile. Del resto il presidente Erdogan ha promesso che “i traditori” pagheranno “un prezzo alto”. Queste le prime dichiarazioni su cui ci soffermeremo nella prossima analisi dell’Internazionale di Polinice.

About Antonio Maria Napoli

Antonio Maria Napoli
Calcio, geopolitica ed economia. Qualche pillola di musica elettronica. Il mio concetto di perfezione è un libro di Paul Krugman o un romanzo di Dumas, con in sottofondo un remix di Frankie Knuckles o i Pink Floyd. Allo spritz preferisco il Nikka

Check Also

Lucio Battisti – Più di prima. Più che mai

Ammetto di esserne un ammiratore eretico. La ragione risiede nel fatto che non appena undicenne, ...