Home / Playground / La Storia di D&D in 3 libri

La Storia di D&D in 3 libri

Dungeons & Dragons, in ogni sua edizione, è sempre stato un fenomeno popolarissimo in una certa nicchia di appassionati, ma al di là di certi sprazzi di popolarità, come le accuse di satanismo e magia nera che furono mosse negli anni ‘80 dai BADD (Bothered about Dungeons & Dragons), il gioco di ruolo fantasy più famoso della storia non ha mai avuto grandi spazi nel panorama della cultura Pop.

Ma oggi i ragazzini che giocarono D&D a quell’epoca, sono cresciuti, occupando così ruoli di rilievo nel mondo dell’entertainment: gli sceneggiatori di The Community o Il Trono di Spade, gli sviluppatori di videogiochi come Id Software (i creatori di Wolfenstein 3D erano assidui giocatori) e i ragazzi di Obsidian Entertainment (Neverwinter Nights 2, Fallout New Vegas e Pillars of Eternity), oppure star dello spettacolo come il defunto Robin Williams, Vin Diesel (Eh già, guardate qui!) o Stephen Colbert (conduttore di uno show televisivo equivalente al nostro Che Tempo che Fa). Per non parlare delle citazioni in serie TV come The Big Bang Theory o Futurama, o perfino degli show che fanno del gioco la loro struttura narrativa principale, come Stranger Things. Con l’aumento della popolarità del gioco, è cresciuto anche l’interesse nella sua storia e nella sua cultura: basti pensare che alcuni Google Talk o Tedx sono stati dedicati proprio a D&D!. Nonostante in Italia ci sia poco o niente, in lingua inglese sono invece già usciti ben tre libri, pubblicati da grandi e prestigiose casi editrici come Bloomsbury o Simon and Schuster (marchi editoriali ancora più grandi in termini di fatturato di Mondadori o Rizzoli). Oggi vogliamo parlare proprio di questi e se la lingua inglese non è un problema, vale davvero la pena recuperarli su Amazon…

Of Dice And Men di David Ewalt

Of_Dice_and_Men David Ewalt

Uno dei primi libri usciti sull’argomento, Of Dice and Men di David Ewalt, giornalista per Forbes, non è un riepilogo asettico delle vicissitudini di D&D, ma esplora tutto il mondo che ci gira intorno: dai Gdr in generale, passando per i LARP, le convention, i meet up fino all’emozione di giocare una sessione e al ruolo che la fantasia ricopre nelle nostre vite. La cosa più divertente è appunto vedere tutto questo dagli occhi di Ewalt: da come ha conosciuto il gioco, fino alle sue esperienze e a come D&D abbia migliorato la vita delle persone. Non è infatti una trattazione accademica, bensì una narrazione di cos’è D&D a partire dalla voce e dall’impatto di persone in carne ed ossa, mettendo al servizio la struttura del reportage per raccontare che cosa esso rappresenti per molti di noi.
Of Dice and Men è stato recentemente ristampato in edizione riveduta e corretta, paperback, da Simon and Schuster.

The Empire of Imagination: Gary Gygax and the Birth of Dungeons & Dragons di Michael Witwer

Empire_of_Imagination Michael Witwer

In molte ricostruzioni della storia di D&D molto spesso si compiono due errori: o si fa un’agiografia poco obiettiva dei creatori Gary Gygax e Dave Arneson, oppure si passa dagli uomini che hanno creato il gioco alla storia dell’azienda, la TSR. Il libro di Witwer evita entrambi: nato inizialmente come tesi di laurea del suo autore, ben presto si è trasformata nella più autorevole e documentata biografia su Gygax e la sua storia, che tramite centinaia di testimonianze di amici e familiari, interviste e documenti dell’epoca ne ricostruisce puntigliosamente la vita: dall’infanzia nei sobborghi di Chicago, al trasferimento di Lake Geneva, l’adolescenza, la nascita del suo amore per i wargame, fino ad arrivare agli ultimi anni di vita e alle sue collaborazioni con i ragazzi di Troll Lord Games.

I punti di forza però è che tale biografia non è appunto accademica, seppur estremamente fornita di fonti accurate: di fatti molte delle fonti sono raccontate in forma di dialogo o romanzo, cercando anche di rendere chiaro a tutti chi fosse l’uomo dietro la leggenda. Witwer ne mostra un ritratto pieno di passione, ma ciononostante, obiettivo con tutti i suoi pregi e difetti: Gygax era un uomo molto legato alla sua famiglia, gentile e disponibile come Dungeon Master, oltre che sognatore incallito; ma al tempo stesso, era piuttosto irascibile, autoritario con i figli e propenso alle scappatelle extra-coniugali e all’abuso di stupefacenti.
Empire of Imagination è disponibile in paperback edito da Bloomsbury, impreziosita dall’introduzione di John Romero, co-creatore di DOOM e mente dietro al videogame Daikatana.

Playing at the World di Jon Peterson

playingattheworld

Playing at the World di Jon Peterson è una pietra miliare dei saggi dedicati al gioco intelligente, un po’ vecchiotto, ma rimane pur sempre la più estensiva trattazione su giochi di ruolo oggi disponibile. È forse il testo più accademico dei tre, ma rimane pur sempre il libro più attendibile fra quelli oggi disponibili sulla storia dell’hobby. Così completo che non copre solo D&D, ma tutte le realtà che hanno contribuito alla sua nascita: gli scacchi, i wargame sia storici che fantasy, oltre che ai giochi da tavoli, fino ad arrivare a trattare tutti i concorrenti che hanno cercato di togliere lo scettro di re dei Gdr a Dungeons & Dragons, come Runequest, Traveller o Tunnels & Trolls. Da questo punto di vista, è un libro che qualunque appassionato deve tassativamente avere sulla propria libreria.

Playing at World è edito da Unreason Press.

About Alessio Persichetti

Alessio Persichetti

Check Also

lucca comics

Lucca Comics & Games 2016

Quest’anno, Lucca Comics & Games 2016  è stato un evento da non dimenticare: si sono ...