Home / Playground / Lucca Comics & Games 2016
lucca comics

Lucca Comics & Games 2016

Quest’anno, Lucca Comics & Games 2016  è stato un evento da non dimenticare: si sono festeggiati i cinquant’anni della prima fiera dedicata al fumetto e al gioco intelligente in Europa in quanto numero di partecipanti, oltre che seconda a livello mondiale, dietro solamente al Tokyo Comic Market in Giappone. Francobolli, moleskine e un manifesto commemorativo disegnati da Zerocalcare, protagonista di una mostra personale estremamente curata (comprendente non solo il materiale “fumettistico”, ma anche quello dei poster e delle locandine dei centri sociali) presso il Palazzo Ducale di Lucca. C’è moltissimo da dire e pochissime righe per farlo, quindi ci limiteremo per chi non è stato presente – o per coloro che vogliono ricordare una bella edizione – a riassumere gli incontri salienti della kermesse toscana.

lucca comics

Quello di cui non si può non parlare di questa edizione di Lucca Comics è la presenza di un signor maestro del fumetto: Frank Miller, i cui meriti sono più che conosciuti e ridondanti da ricordare (se questo nome non vi dice nulla, beh non siete veri lettori di fumetti). Frank Miller, oltre ad essere stato protagonista della Walk of Fame che il comune lucchese sta allestendo nella nuova Via dei Comics, ha autografato copie in edizione limitata e numerata de Il Ritorno del Cavaliere Oscuro stampate appositamente per l’occasione da RW Lion. Come se non bastasse, è stato protagonista di un acceso dibattito con un grande del fumetto nostrano: Milo Manara. Precisamente, sul ruolo, l’estetica e le possibilità che il medium del fumetto può offrire. Occasione più unica che rara per vedere due esponenti di punta della nona arte riflettere riguardo il proprio mezzo espressivo. Oltretutto, Frank ha anche incontrato lo stesso Zerocalcare, con cui ha avuto anche un simpatico scambio di sketch!

lucca comics

Per non parlare di molti altri autori, come Sergio Staino (ora direttore dell’Unità), il papà di Bobo, che ha incontrato i lettori e intrattenuto i presenti con moltissimi – quanto esilaranti – aneddoti sull’idiozia del compagno D’Alema. Oppure ospiti come Frank Cho, disegnatore Marvel e autore di Liberty Meadows.

Sul lato invece del “fantastico” e ludico, molti sono stati gli ospiti e gli eventi: innanzitutto, la presenza di Terry Brooks – l’autore del ciclo di Shannara – presso la fiera per pubblicizzare sia il suo ultimo libro “Il Figlio dell’Oscurità”, che la nuova serie tv tratta dal suo ciclo più famoso:The Shannara Chronicles. Oltre a ciò un altro personaggio di rilievo è stato David Zeb Cook, autore di punta della TSR agli albori di Dungeons & Dragons e creatore dell’ambientazione Planescape (setting del videogioco cult Planescape Torment), il quale non soltanto ha scritto l’avventura giocata quest’anno al torneo D&D Epic, ma ha anche portato una nuova avventura pubblicata con Mondiversi: L’ultima battaglia di Re Aemon.

lucca comics

L’area Games ha riservato altre soddisfazioni: Larry Elmore, uno dei più grandi artisti fantasy di sempre, che ha disegnato le copertine dell’edizione Basic di D&D e quelle della saga di Dragonlance. Larry è stato protagonista assieme ad altri due grandi dell’arte fantasy, Luis Royo e Ciruelo, di un divertente e accalorato dibattito sul ruolo che il fantasy può avere nella vita di ciascuno di noi. Oltre alle difficoltà e alle opportunità che i giovani artisti, che si affacciano per la prima volta in questo avvincente mondo professionale, possono trovare. Per parlare anche della mostra e degli incontri con Tony Di Terlizzi, altro grande disegnatore divenuto famoso per avere curato la direzione artistica sempre del franchise Planescape, ma anche di altri giochi di ruolo e del film per ragazzi Spiderwick – Le Cronache.

lucca comics

Dal punto di vista dei mercato videoludico, a farla da padrone è stata Sony: con il proprio padiglione dedicato alla realtà virtuale di  Playstation VR, ha permesso ai visitatori di provare con mano sia la periferica che i vari giochi già disponibili sul Playstation Store; mossa saggia dato anche un certo scetticismo dei giocatori rispetto a questo nuovo mercato (e modo di giocare). Altra grande presenza alla manifestazione è stata l’area dedicata al nuovo capitolo della saga Square-Enix, Final Fantasy XV, presso la bellissima Villa Bottini: oltre alla classica postazione dove era possibile provare con mano il gioco, erano presenti inoltre una mostra interattiva ed un negozio dedicato con i vari gadget della serie.

lucca comics

L’aspetto però più importante di questa edizione è stata l’atmosfera: può sembrare superfluo, ma quest’anno si è toccato con mano il fatto che la Lucca Comics non è più una manifestazione per pochi appassionati, bensì un evento che raccoglie ogni sfaccettatura della cultura nerd o del fantastico. Non vi erano, appunto, solo i soliti appassionati e cosplayer, ma intere famiglie, coppie, appassionati di cinema, serie tv o semplici curiosi. A dimostrazione che Lucca e tutti i settori dell’entertainment che rappresenta – dal fumetto al gioco di ruolo – sono pienamente entrati a far parte dell’immaginario popolare, andando al di là della semplice nicchia. Questo Lucca Comics è stato, oltre che una celebrazione di una delle fiere più importanti e longeve al mondo, anche l’occasione per vedere con i propri occhi l’allargamento sia fisico che culturale del pubblico di visitatori. Insomma, sotto molti punti di vista sono state cinquanta candeline da non dimenticare.

About Alessio Persichetti

Alessio Persichetti

Check Also

La Storia di D&D in 3 libri

Dungeons & Dragons, in ogni sua edizione, è sempre stato un fenomeno popolarissimo in una ...