Home / Altro / Relais Rione Ponte ospita ATLAS, Ego Imago Mundi, una personale di Luca Di Luzio

Relais Rione Ponte ospita ATLAS, Ego Imago Mundi, una personale di Luca Di Luzio

Il 30 novembre inaugura un nuovo ciclo espositivo all’interno del Relais Rione Ponte, guesthouse di design nel cuore di Roma, dove l’arte contemporanea trova un importante spazio attraverso le esposizioni curate da Studio Pivot. In quest’occasione le stanze del Relais Rione Ponte accolgono un solo show: Atlas, Ego Imago Mundi di Luca Di Luzio in collaborazione con White Noise Gallery.

 

In Atlas c’è l’Io dell’artista, Luca Di Luzio, e il suo atlante umano che instaura un nuovo rapporto tra corpo e mondo. Atlas pone l’uomo davanti al compito di ridefinire la propria posizione nello spazio, non adattandosi ad esso, bensì plasmandolo a sua immagine. Le terre emerse e le isole con laghi, montagne, fiumi e confini, sono generati dall’artista tramite la spontaneità di un gesto fermo quanto docile. I luoghi delle carte geografiche di Atlas sono infatti il segno dell’impressione del corpo dell’artista sulla carta. Il progetto Atlas di Luca Di Luzio è nato contestualmente a “Declinazione Magnetica”, proposta curatoriale della White Noise Gallery per Set-Up Fair 2016.

Le camere del Relais Rione Ponte accolgono questi segni, divenendo arcipelaghi della nuova geografia di Luca Di Luzio, dialogando tra loro e delineando un nuovo entusiasmante pianeta.

 

atlas_luca-di-luzio-4

 

Concept della mostra

Atlante regge il mondo, l’atlante è l’immagine del mondo. Le mani, le braccia, le gambe di Atlante: muscoli, dita, parti del corpo che sono, nell’iconografia del mito, in una tensione eterna e indivisibile dalla Terra, con i suoi continenti, le isole e gli Oceani inesplorati. Atlante – Atlas nella mitologia classica – è l’Io che percepisce il mondo attraverso il mistero del corpo. Gli stessi arti e la stessa dimensione fisica rappresentati da un altro atlante del quale la materia umana ne è misura: l’uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci, che del mondo ne dimostra la perfezione divina. In Atlas, Ego Imago Mundi c’è l’Io dell’artista, Luca Di Luzio, e la sua nuova geografia umana. In Atlas si instaura un nuovo rapporto tra corpo e mondo, superando quanto compiuto dal mito e proponendo un nuovo umanesimo di cui la vita dell’artista ne diviene l’elemento centrale. I luoghi delle carte geografiche di Atlas sono il segno dell’impressione del corpo dell’artista sulla carta. Terre emerse e isole con laghi, montagne, fiumi e confini, che Luca Di Luzio genera tramite la spontaneità di un gesto fermo quanto docile. Le camere del Relais Rione Ponte accoglieranno questi segni, divenendo arcipelaghi della nuova geografia di Luca Di Luzio, dialogando tra loro e delineando un nuovo entusiasmante pianeta.

Studio Pivot

 

 

Atlas, Ego Imago Mundi pone l’uomo davanti al compito di ridefinire la propria posizione nello spazio, non adattandosi ad esso, ma plasmandolo a sua immagine. Il progetto Atlas di Luca Di Luzio nasce contestualmente a “Declinazione Magnetica”, proposta curatoriale della White Noise Gallery per Set-Up Fair 2016, il cui tema è stato l’orientamento. La declinazione magnetica scientificamente è l’angolo tra quello che si considera il nord geografico ed il nord magnetico del pianeta. Il Nord è il punto cardinale salvifico per l’individuo, la declinazione magnetica ne distrugge concettualmente l’oggettività essendo per assioma essa stessa margine di errore, instabilità e impossibilità fisica di identificare una meta esatta che sia costante e immobile. Con il progetto “Declinazione Magnetica” si è voluto decodificare, attraverso il lavoro corale di Luca Di Luzio, Stefano Gentile e Bruno Cerasi, la nuova geografia umana che si sta delineando, esito dello scontro tra due forze opposte: la migrazione di massa, insita nel concetto stesso di evoluzione, e un conservatorismo politico, dimentico dell’individuo in favore della specie, conseguenza della difficoltà di doversi riposizionare in un nuovo assetto economico globale.

White Noise Gallery

 

 

Biografia dell’artista

Luca Di Luzio nasce a Roma nel 1986. Consegue la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 2012, specializzandosi poi nel 2015 all’Accademia di Belle Arti di Roma. Nel 2009 viene selezionato dalla California State University di Fresno per la “Summer Art”. Nel 2013 vince la residenza “Hommes CK12 Artist in Residence” a Rotterdam, e nello stesso anno una seconda presso C.A.M.A.C Centre d’Art Marnay Art Center a Marnay sur Seine in Francia. Oltre alla partecipazione in diverse collettive in Italia e all’estero, conta all’attivo due grandi personali a Roma e Firenze, e la partecipazione nel 2016 a SetUp Art Fair con la White Noise Gallery con il progetto “Atlas, Ego Imago Mundi”

 

 

atlas_luca-di-luzio-3ATLAS, EGO IMAGO MUNDI di Luca di Luzio

www.studiopivot.it

presso Relais Rione Ponte – Via Zanardelli, 20 – Roma

www.relaisrioneponte.com

Inaugurazione 30 Novembre ore 18.30

press@studiopivot.it

 

 

 

About Polinice

Polinice

Check Also

L’European Culture Forum a Milano

European Culture Forum è un evento biennale, di grande rilevanza, organizzato dalla Commissione Europa per sottolineare ...