Home / Cinema / Miss Peregrine, la casa dei ragazzi speciali di Tim Burton

Miss Peregrine, la casa dei ragazzi speciali di Tim Burton

Recensione di Miss Peregrine, la casa dei ragazzi speciali

Un gruppo di simpatici ragazzi con poteri speciali deve combattere il signore del male che si nutre dei loro occhi per mantenere sembianze umane.

Jack, figlio di una famiglia problematica americana, ritrova il proprio nonno, malato di Alzheimer, morto in giardino senza occhi. Da quel momento il ragazzo inizia a vedere le ombre che si trasformano in mostri invisibili alle altre persone.
Quando Jack era piccolo, il nonno gli raccontava delle sue origini polacche, della guerra e del rifugio che aveva trovato in Galles in una casa per bambini speciali. Parlava anche dei mostri che aveva dovuto combattere durante la sua vita e questi mostri ora apparivano a Jack. La psicoterapeuta del ragazzo gli consiglia allora di andare a visitare l’isola dove il nonno aveva vissuto in modo da porre fine ai suoi incubi.

peregrins-gallery10-gallery-image

Esplorando l’isola Jack scoprirà una dimensione parallela dove vivono i bambini speciali, troverà le prove viventi che le storie del nonno erano reali e aiuterà i ragazzi a combattere il malvagio Mr. Barron (Samuel L. Jackson).

Una favola per adulti come solo Tim Burton sa fare e la sua impronta è ben evidente sin dalla prima scena.
Anche in questa pellicola troviamo la fissazione di Burton per gli occhi: non più solamente tondi e profondi, ispirati ai quadri di Margaret Keane (come in Big Eyes), ma vera e propria fonte di nutrimento per i malvagi e segno distintivo tra personaggi buoni e cattivi. L’essersi liberato dal filone dei musical restituisce al regista maggiore leggerezza e fantasia.

Il film è un capolavoro di semplicità e complessità. Un “colossal-leggero” con scenografie e personaggi elaborati, tutti egregiamente dipinti all’interno di un trama con più livelli di lettura. Allo stesso tempo, però, la storia fantastica riporta lo spettatore ai libri di Harry Potter, ai sogni di di quando era bambino e lo coinvolge totalmente.

About Federico Roscioli

Check Also

Recensione di Aquarius, il ritorno di Sonia Braga

Aquarius di Kleber Mendonça Filho è un ritratto critico e fresco dei contrasti presenti nel Brasile ...