Home / Arte / Le fotografie del Musée Picasso di Parigi in mostra all’Ara Pacis fino al 19 febbraio

Le fotografie del Musée Picasso di Parigi in mostra all’Ara Pacis fino al 19 febbraio

Fino al 19 febbraio sarà possibile visitare, negli spazi espositivi dell’Ara Pacis, la mostra Picasso images. L’opera, l’artista, il personaggio, allestita con 176 fotografie provenienti dal Musée national Picasso di Parigi e dedicata al rapporto che il celebre artista contemporaneo seppe instaurare con le sue opere attraverso l’utilizzo della macchina fotografica.

Se in un primo periodo (dal 1901 al 1921), Picasso, sperimenta le tecniche fotografiche mettendosi in scena con i suoi quadri, è solo in un periodo successivo (a partire dal 1932) che, incontrati Dora Maar (sua nuova compagna) e il fotografo Brassaï, preferisce essere immortalato da costoro, intento a lavorare alle sue opere negli atelier di Parigi. In particolare Brassaï realizza un reportage sulle statue di gesso eseguite dall’artista che, composto di 45 immagini, viene pubblicato sulla rivista Minotaure, nel 1933, insieme all’articolo Picasso dans son élément.

Davvero sorprendenti sono le immagini delle fasi di lavorazione di Guernica, famoso ed enorme (349 x 777 cm) dipinto al quale Picasso si dedicò nel corso del 1937. La serie di scatti è stata curata dalla compagna Dora Maar e mostra l’opera, in corso di esecuzione, dalle prime bozze fino al compimento finale.

Di questa attività di documentazione Picasso era ben conscio come dimostrano le parole rivolte all’amico fotografo Brassaï al quale chiede: «Perché credi che dati tutto quello che faccio? E’ che non basta conoscere le opere di un artista. Occorre sapere anche quando le ha fatte, perché, come, in quali circostanze. Probabilmente un giorno esisterà una scienza che si chiamerà “la scienza dell’uomo” e che cercherà di penetrare più a fondo l’uomo creatore… Mi capita sovente di pensare a questa scienza e ci tengo a lasciare alla posteriorità la documentazione più completa possibile… Ecco perché dato tutto quello che faccio…»[1].

La successione delle fotografie in mostra riesce quindi perfettamente nell’intento, voluto dallo stesso Picasso, di aiutare l’osservatore a contestualizzare l’artista nel suo tempo, nel disordine dei suoi atelier parigini, nell’evoluzione del suo pensiero creativo.

Per avere maggiori info. sulla rassegna, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e ideata da Electa, in collaborazione con il Musée national Picasso-Paris ed organizzata con Zètema Progetto Cultura, nonché curata da Violette Andres e Anne de Mondenard rimandiamo al link qui di seguito: http://www.arapacis.it/mostre_ed_eventi/mostre/picasso_images_le_opere_l_artista_il_personaggio

[1] Brassaï, Coversations avec Picasso, Paris, Gallimard 1964, p. 150 (ed. it Torino, Allemandi, 1976).

About Azzurra Baggieri

Check Also

Gli enigmatici manichini della pittura metafisica di De Chirico

Uno dei tratti distintivi delle opere di Giorgio De Chirico, padre della pittura metafisica (corrente ...