Home / Arte / ABSTRACTISM – CATANZARO APPRODA A ROMA

ABSTRACTISM – CATANZARO APPRODA A ROMA

ABSTRACTISM_Galleria-Varsi

In economia si definisce bene pubblico un bene caratterizzato da assenza di rivalità nel consumo (il consumo da parte di un individuo, cioè, non implica l’impossibilità per un altro individuo di consumarlo allo stesso tempo) e da non escludibilità nel consumo (una volta prodotto, è impossibile impedire ai soggetti che non hanno pagato per averlo di goderne).

Un concetto che ha accompagnato la mia intera carriera accademica ma che nessun libro di testo potrebbe mai spiegare bene come fa Abstractism, progetto curato da Altrove Festival e ospitato a Roma da Galleria Varsi fino al 9 marzo.

Ci riesce perché Abstractism è un progetto di ricerca sul muralismo d’avanguardia italiano ed europeo; perché Altrove è un festival nato a Catanzaro nel 2014 con l’obiettivo di diffondere contenuti culturali sul territorio;  perché Varsi è una galleria sita nel cuore più antico di Roma, un’enclave di arte e cultura innovativa e d’avanguardia immersa nella tradizione della città.

Questa mostra collettiva è un fenomeno eccezionale a Roma, un evento che è essenza pura di quel concetto di bene pubblico. L’Altrove Festival di Catanzaro promuove opere pubbliche murali con la volontà di dare voce a una generazione di artisti che hanno un loro modo nuovo e bellissimo di pensare la realtà urbana. Accoglie artisti che hanno scelto la strada come luogo di manifestazione della propria arte e del proprio pensiero, tutti accomunati dalla scelta dell’astrattismo come forma espressiva. Questi artisti hanno realizzato negli ultimi anni opere monumentali che ridefiniscono il concetto stesso di pittura di strada: è difficile distinguere il confine tra arte figurativa e architettura, difficile definire i confini degli spazi.

Un’arte di tale impatto in una realtà come Catanzaro si impregna di un forte valore sociale e culturale, rappresenta uno stimolo e una voglia di riscatto che passa attraverso un’esperienza visiva nuova, originale, pubblica, che contamina con i suoi colori sia centri urbani sia paesaggi naturali.

Varsi-logo-sito

La Galleria Varsi ha il merito di veicolare e diffondere questo messaggio culturale a Roma ospitando nei suoi spazi alcune opere realizzate nel corso delle precedenti edizioni dell’Altrove Festival. Non si può mancare questo evento, significherebbe perdere una tappa importante del progresso culturale dei nostri tempi, della nostra era caotica e urbana.

Il nostro tempo sembra aver bisogno di sfogare il suo impulso creativo in un modo tale che possa essere tangibile nella quotidianità. Un astrattismo che possa essere in qualche modo concreto. E questo sembra oggi essere possibile, bello, vincente e convincente solo se tale creatività si impone in uno spazio condiviso, pubblico, fruibile da tutti, collettivo. Un messaggi culturale importante, un invito a una collettività colta e soprattutto consapevole del valore inestimabile dell’arte comune.

Partecipano all’Altrove Festival:  108 · 2501 ·  ALBERONERO · ALEXEY LUKA · ARIS · GIORGIO BARTOCCI · CLEMENS BEHR · CIREDZ · CT · DOMENICO ROMEO · EKTA · EROSIE · GRAPHIC SURGERY · GUE · MARTINA MERLINI ·  MONEYLESS ·  NELIO · SBAGLIATO · STEN LEX · TELLAS · THTF.

Cercateli tutti.

About martina coppola

martina coppola
Nella vita mi occupo di altro, perciò guardo all'Arte con la fiducia di chi spera che il mondo sarà salvato dalla Bellezza.

Check Also

Il MACRO Testaccio si colora con Limoni

Il solstizio d’estate ha aperto le porte a un tripudio di colori, quelli della mostra ...