Home / Musica / Niccolò Contessa, l’ascesa silenziosa di un vero artista
I Cani, ottobre 2013, Roma

Niccolò Contessa, l’ascesa silenziosa di un vero artista

Classe ’86, laurea triennale in matematica, nato a Spoleto e cresciuto a Roma. Niccolò Contessa è il one-man-band de I Cani, ma non solo. Dopo aver accarezzato e poi conosciuto il successo con i suoi album, Niccolò Contessa si afferma anche come autore e produttore. Da qualche tempo il cantautore si è cimentato nella scrittura di brani non destinati a lui. È il caso del nuovo brano di Coez “Faccio un casino” e di un brano del nuovo album di Michele Bravi, ma soprattutto del grande successo di Calcutta, l’album “Mainstream” (2015)

Niccolò Contessa è ormai un personaggio nel panorama della musica romana, ha perso la sua timidezza dei primi anni per acquisire una autorevolezza ottenuta grazie agli anni di duro lavoro. Forse non si tratta di grande musica, i cantautori del nostro tempo non sono quelli dei nostri genitori. Non abbiamo nessun De Andrè, Battisti o Dalla. Poco, ma sicuro. Eppure pochi come Contessa riescono ad interpretare così bene e così autenticamente una generazione che ormai non si riconosce più in niente. Il leader de I Cani è riuscito a uscire negli anni dal tunnel dell’ “hipsterismo cinico” modaiolo, per diventare vero professionista.

I Cani, ottobre 2013, Roma

I critici musicali lo snobbano, e lo fanno da sempre (basta leggere Michele Monina) eppure il talento di Contessa è indiscutibile. Non è difficile che si esponga anche sui temi più importanti dei nostri tempi e lo fa con la naturalezza di chi certe convinzioni le ha concepite autonomamete, senza indottrinamento. In un’intervista si esprime sull’ individualismo: “Mi sembra che anche le nuove tecnologie, i social, Internet, gli smartphone, portino alla voglia di affermazione personale e non al lavoro di squadra. Questo sta cambiando radicalmente la società – continua: Anche l’analista è una via individualista, lo dico senza dare giudizi, a molti amici ha fatto molto bene, quindi lungi da me. Prima la gente aveva il partito, andava in chiesa, era comunque un’esperienza più collettiva in cui trovava conforto”.

Niccolò Contessa è il cantautore-produttore più talentuoso del momento, un artista che silenziosamente, contro tutti i pronostici e tutte le critiche sta avendo il successo che merita, e magari non sarà Mogol. Ma piace.

 

 

About Flaminia Camilletti

Laurea in Rel. Internaz. Scrivo, leggo e nuoto. Mi occupo di politica e mi interesso di economia. Scrittrice e autrice freelance. Appassionata di musica, ma solo di quella che piace a me. Scrivo di tutto ciò che riesco a capire, quello che non capisco cerco di studiarlo. Twitter: @FlamiCami

Check Also

Macron – Le Pen, una sfida per nulla scontata

Di positivo per i francesi c'è che almeno per una volta non si trovano a dover scegliere tra due candidati identici, figli dello stesso sistema. I francesi hanno la possibilità di tentare il cambiamento, almeno per una volta. Difficilmente accadrà anche in Italia.