Home / Spettacolo / Musica / I 50 anni di Kurt Cobain

I 50 anni di Kurt Cobain

50 scatti per i 50 anni che Cobain avrebbe compiuto nel 2017. Dal 13 dicembre al 31 gennaio alla Galleria Ono Arte Contemporanea di Bologna sarà allestita una mostra completamente dedicata al leader dei Nirvana.

A livello visivo e mediatico, Kurt Cobain inaugura un’era e uno stile: con i suoi jeans strappati, le pesanti camicie di flanella a cui si aggiungono i capelli lunghi è il non plus ultra dell’anti-fashion o del do-it-yourself (imperativo per la moda del periodo). Sono questi gli anni in cui nascono i primi movimenti giovanili no- global (dove il no-logo nell’abbigliamento ne rappresenta un perfetto corrispettivo) in risposta alla diffusione di multinazionali quali Starbucks o Microsoft, nate nella cerchia periferica di Seattle. I Nirvana conosciuti più o meno da tutti, furono il gruppo che maggiormente innovò la scena musicale degli anni 90. Oltre ad inventare la musica grunge infatti rivoluzionarono il rock creando una vera e propria scena alternativa.

«Il suono dei Nirvana è tipo i Black Sabbath che suonano i Knack, i Black Flag, i Led Zeppelin e gli Stooges, con un pizzico di Bay City Rollers.»  (Kurt Cobain)

Dave Grohl, Pat Smear e Krist Novoselic, i tre memebri della band sopravvissuti a Kurt Cobain, si sono ritrovati sullo stesso palcoscenico, a Eugene, nell’Oregon, durante un concerto dei Foo Fighters; insieme hanno suonato “Big me”, una canzone del primo album di studio della band.

 

 

Kurt Cobain infatti ebbe la debolezza di non reggere la rivoluzione che aveva contribuito a creare. Negli ultimi anni della sua vita Cobain lottò contro la dipendenza dall’eroina e le pressioni dei media su di lui e sulla moglie Courtney Love, da cui aveva avuto una figlia di nome Frances Bean. L’8 aprile 1994 venne trovato morto nella sua casa di Seattle, ucciso da un colpo di fucile; benché ufficialmente si trattasse di un suicidio, negli anni seguenti si è sviluppato un acceso dibattito sulle cause della sua morte. Cobain è diventato un’icona fra i giovani della sua generazione e della successiva, a tal punto da influenzare tuttora sia la musica sia la cultura giovanile.

Secondo la rivista Rolling Stone, Cobain è stato il miglior artista degli anni novanta nonostante la sua breve vita. È stato inoltre inserito al 45º posto nella lista dei 100 migliori cantanti e al 73º posto della lista dei 100 migliori chitarristi.

 

 

About Flaminia Camilletti

Laurea in Rel. Internaz. Scrivo, leggo e nuoto. Mi occupo di politica e mi interesso di economia. Scrittrice e autrice freelance. Appassionata di musica, ma solo di quella che piace a me. Scrivo di tutto ciò che riesco a capire, quello che non capisco cerco di studiarlo. Twitter: @FlamiCami

Check Also

Arrivederci Saigon Wilma Labate

Wilma Labate presenta Arrivederci Saigon

Arrivederci Saigon, il documentario di Wilma Labate accolto con entusiasmo a Venezia 75 a Roma al Cinema Farnese distribuito da Cinecittà Luce Venerdì 30 novembre alle ore 20.30 la regista presenterà il film al Cinema Farnese di Roma.