Home / Moda / Guida ai Saldi 2018: cosa, quando e come comprare

Guida ai Saldi 2018: cosa, quando e come comprare

Sul sito di Zara prima dello scoccare della mezzanotte c’era un messaggio che diceva “in manutenzione” anche se forse sarebbe stato più onesto “ci stiamo preparando al peggio”. Qualcuno giura di avere visto i commessi farsi il segno della croce prima di aprire le porte del negozio. Sono iniziati i saldi. Non importa se ancora dobbiamo cambiare i regali di Natale, non importa se non c’è periodo dell’anno in cui i nostri portafogli sono più vuoti, il cartellino rosso “-50%” è come il richiamo delle sirene.

Dicono che le vendite online abbiano smorzato la frenesia dell’acquisto ma non è così. E’ sempre un fatto di chi ha la mano più veloce: che sia per cliccare sulla super offerta o per accaparrarti l’ultimo paio di stivali 39. Curiosità: pare che siano proprio le scarpe il prodotto più ricercato in periodo di saldi (28%), subito prima dei prodotti di maglieria, preferiti dal 22% dei consumatori.

Le regole base per affrontare con successo una giornata di sconti (che gli esperti hanno certificato equivalga a una giornata di palestra) sono sempre le stesse: controllare che sia indicato il prezzo di partenza, prendersi un minuto per verificare che lo sconto annunciato sia veramente quello applicato, sapere che cambiare la merce difettosa è un diritto e soprattutto saper pazientare: quella in corso è solo la prima riduzione a cui seguirà una seconda e una terza. Se non avete quindi puntato qualcosa di particolare, aspettate ancora qualche giorno a comprare. Si dice che dovremmo entrare in un negozio già con le idee chiare, ma è come dire che dovremmo bere acqua e limone appena svegli: buoni propositi quasi mai rispettati. Entriamo con l’idea di prendere un paio di pantaloni, usciamo con un set di piatti.

Se siete in cerca di ispirazione, ecco tre cose da comprare:

  1. Un must have. Il cappotto color cammello con cintura da legare in vita. Ci sembrava una vestaglia da camera, ci abbiamo fatto l’occhio, l’abbiamo disperatamente cercato. L’abbiamo visto e rivisto e quando una tendenza diventa di massa è già passata. Se lo troviamo in super sconto però è uno sfizio che ci possiamo togliere.
  2. L’azzardo. L’abito floreale oversize. Lunghezza midì o maxi. Se hai sempre pensato che l’abito leggero con stampa a fiori fosse un’esclusiva dell’estate preparatevi a cambiare idea. Magari non ne siete convinte al 100% ma preparatevi a cambiare idea. E in quel momento l’avrete già nell’armadio.
  3. Il classico. La giacca o il cappotto taglio maschile in tweed.

About Maria Teresa Squillaci

Maria Teresa Squillaci
Caporedattore Moda&Costume. Giornalista. Ho lavorato a La Stampa, Rai News24 e Sky Tg24. Nata a Roma, ho vissuto a Madrid dove lavoravo come ufficio stampa e social media manager. Scrivo di tutto quello che mi capita, dalla politica, alle sfilate, ai bigliettini di auguri, ma la cosa più difficile che ho fatto è stata scrivere questa auto-biografia. Twitter: @MTSquillaci

Check Also

Saldi estivi 2016: cosa comprare oggi per la prossima stagione

L’inverno sta arrivando. Qualunque fan della serie tv di cui sto parlando saprà che è ...