Home / Cinema / L’Olimpo del Cinema

L’Olimpo del Cinema

“Robberto”. Era dal 1999 che la bandiera Italiana non volava così in alto ad Hollywood nell’Olimpo del Cinema, quando Sophia Loren gridava entusiasta il nome di Benigni. Nella giornata di martedì 23 gennaio sono state annunciate le candidature alle ambite statuette. La 90esima edizione degli Oscar vede Luca Guadagnino con il suo film “Chiamami col tuo nome” comparire nella lista dei candidati al Miglior Film. Ricordiamo bene che l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, che riunisce circa ottomila professionisti del settore, è la cerimonia di premiazione per film di produzione americana. Noi abbiamo il David di Donatello.

L’ultima statuetta a rientrare in patria non è stata nel 2014 quella di Paolo Sorrentino con la sua poetica pellicola sulla città eterna “La Grande Bellezza” nella categoria dei Film Stranieri. Sicuramente è stata la più importante in termini d’immagine e divulgazione della nostra cultura, ma gli italiani sono sempre presenti e spesso vincitori a questo evento così importante. Recentemente siamo stati protagonisti nell’animazione, le musiche che ci hanno incantato di Ennio Morricone, Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini per il magnifico trucco e acconciatura Suicide Squad, i visionari Dante Ferretti e Milena Canonero, Gianfranco Rosi e molti altri.

Quest’anno “La forma dell’acqua” di Guillermo del Toro con tredici nomination guida la classifica, seguito da Christopher Nolan che con “Dunkirk” e le sue otto si aggiudica il secondo posto. “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” ne ha ottenute sette, The Post soltanto due, ma una di queste porta il nome dell’infinita Meryl Streep alla sua ventunesima candidatura, la delusione dell’anno Blade Runner 2049 comunque si contenderà una delle categorie più apprezzate con il maestro della fotografia Roger Deakins. Rachel Morrison abbatte forse l’ultima barriera degli Oscar essendo la prima donna ad essere candidata per la miglior fotografia e tra i migliori registi rivediamo finalmente una donna Greta Gerwig con “Lady Bird” e l’afroamericano Jordan Peele con il suo debutto “Get Out”.

 

“Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino si candida a quattro Oscar: miglior film, miglior attore, miglior sceneggiatura e miglior canzone originale. Fin dalla sua anteprima al Sundance Film Festival è stato molto acclamato dalla critica. La pellicola, si perchè girato in pellicola 35 mm, è l’ultimo film della “trilogia del desiderio”, dopo “Io sono l’amore” (2009) e “A Bigger Splash” (2015). Il regista ha commentato: “Questo è un film per famiglie, mi piace pensare che sia un film volto alla trasmissione della conoscenza. Di conseguenza abbiamo mostrato sullo schermo solo ciò che volevamo mostrare.”

Nota dolente è la continua assenza nella categoria cortometraggi, ma l’Italia è ancora una volta presente e protagonista alla cerimonia che si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles il 4 marzo p.v.. Speriamo che qualcuno al check-in di ritorno debba imbarcare una valigia più pesante.

 

About Enzo Musumeci Greco

Enzo Musumeci Greco
Giovane regista nato a Roma nel 1990, diplomato al liceo linguistico si è iscritto alla Sapienza di Roma in Scienze dello spettacolo. Dopo alcune esperienze dirette con il set e senza aver terminato gli studi nel 2013 viene ammesso all'EFC (Eureopean Film College) in Danimarca dove consegue il diploma in Regia, Cinematografia e Montaggio. Dalla Danimarca direttamente in Ghana a lavorare sul set internazionale di Beast Of No Nations. Molte esperienze lavorative in Italia e all'estero, lavora come assistente alla regia, macchinista e videomaker. Nel 2016 all'EICTV (Escuela Internacional de Cine y TV) di Cuba frequenta un corso di regia incentrato sul metodo Meisner con Stephen Bayly. Ha diretto eventi live, mostre d'arte e lavorato in giurie per vari festival cinematografici. Ha lavorato anche con Paolo Sorrentino, Vittorio Storaro, Umberto Contarello, Pino Quartullo, Stefano Reali e Cary Fukunaga. Nel Maggio del 2017 ha fondato la "And So? Productions", società di produzione e distribuzione cinematografica.

Check Also

Country Report per l’Italia 2018

Il giorno 13 aprile 2018, a partire dalle ore 9.20, presso l’aula “Raffaele d’Ambrosio” del ...