Home / Polinice / Il Corpo con le Ali. Eadweard Muybridge, Dirk Baumanns e il disegno futurista

Il Corpo con le Ali. Eadweard Muybridge, Dirk Baumanns e il disegno futurista

Il Corpo con le Ali. Eadweard Muybridge, Dirk Baumanns e il disegno futurista

Presso la Futurism&Co Art Gallery – Via Mario de’ Fiori 68, Roma

Dall’8 febbraio 2018 al 30 aprile 2018

La mostra accosta 18 fotografie di Eadweard Muybridge (1830-1904), 30 disegni futuristi dedicati al movimento e una composizione a parete di dipinti e fotografie ricavata da Gio’ Montez e dall’artista tedesco Dirk Baumanns dalla sua performance Black Priest, come ne fosse l’impronta, e la ricomposizione.

Temi quali la ricostruzione del movimento, la rappresentazione del movimento di un oggetto nelle sue fasi, la narratività del soggetto fotografato o disegnato in rapporto con la sua documentazione e la sua traccia, la trasfigurazione del soggetto dinamico, sono connessi in senso storico e fonte di rilettura reciproca, interna, delle metodologie compositive e del loro senso (creativo, appropriazionista, documentario, storico interpretativo).

Le relazioni che la performance istituisce con la sua documentazione e questa con gli altri elementi della mostra (documentaria, comparativa, narrativa) indeboliscono l’unità dell’opera nella comparazione iconografica, formale e storica in senso relazionale.

Tra i lavori di maggiore interesse storico, Piedigrotta. Uomo in corsa + rumore + linea di velocità + luci + suono, 1913-15, e uno degli studi per Dinamismo di un cane al guinzaglio, di Giacomo Balla. Il primo esposto nel 1917 nel ridotto del Teatro Costanzi di Roma nella mostra della collezione di Leonide Massine. Mentre le diciotto tavole della serie Animal locomotion del fotografo inglese spaziano dai celebri studi sul movimento dei cavalli alle composizioni sugli sport a altre più intime e articolate dedicate ai gesti della quotidianità.


THE BODY WITH WINGS
Eadweard Muybridge Dirk Baumanns and the futuristic drawing
From 8th February 2018 to 30th April 2018
Opening: 15th February 2018, h 18:00

 

This exhibition compares 18 photographs by Eadweard Muybridge (1830-1904), 30 futurist drawings devoted to movement and a wall composition of paintings and photographs assembled by Gio’ Montez and by the German artist Dirk Baumanns from his performance Black Priest, as if it were its imprint and recomposition.

Topics such as the reconstruction of movement, the representation of the movement of an object in its different phases, the narrativity of the subject either photographed or drawn in relationship with its documentation and its trace, the transfiguration of the dynamic subject, are all connected in a historical sense and source of mutual, inner, re-reading of compositional methodologies and their meaning (creative, appropriative, documentary, historical-interpretative).

The relationships that the performance establishes with its documentation and this with the other elements of the exhibition (documentary, comparative, narrative) weaken the unity of the work in the iconographic, formal and historical comparison in a relational sense.

Among the works of greatest historical interest, Bozzetto costume for the ballet “Piedigrotta” 1913-15, and one of the studies for Dynamism of a Dog on a leash, by Giacomo Balla. The first was exhibited in 1917 at the Ridotto Hall of the Costanzi Theatre in Rome in the exhibition of the Leonide Massine’s collection.

While the eighteen tables of the Animal locomotion series by the English photographer range from the famous studies on the movement of horses to the compositions on sports, to other more intimate and articulated ones devoted to daily gestures.

Futurism&Co Art Gallery Roma
Via Mario de’ Fiori, 68 – Roma, Italia
+39 06 6797382
www.futurismandco.com
info@futurismandco.com

About Giangiorgio Macdonald

Giangiorgio Macdonald
Studioso di diritto ma appassionato di arte e di beni comuni, ed in generale di tutto ciò che è cultura ed innovazione sociale, cerco di conciliare tali ambiti che, in realtà, non sono così distanti

Check Also

WORLD PRESS PHOTO – FOTOGRAFIA DEL MONDO

È strano pensare che una fotografia non colga che una frazione di secondo di ciò che ...