Home / Moda / Da Frida Kahlo a Sara Gama: nuove Barbie contro gli stereotipi

Da Frida Kahlo a Sara Gama: nuove Barbie contro gli stereotipi

Il suo vero nome è Barbara Millicent Roberts ma per tutti è solo Barbie. Dal giorno in cui ha debuttato al New York International Toy Fair, il 9 marzo 1959, è stata tante persone: un’astronauta, un’ambasciatrice Unicef, un’attrice famosa (più di una, in realtà), una cantante e molto altro.

Le nuove Barbie lanciate in occasione della festa della donna sono artiste, registe, scienziate e sportive: tra loro la pittrice Frida Kahlo, la scienziata della Nasa Katherine Johnson , Yuan Yuan Tan, prima ballerina del San Francisco Ballet, Leyla Piedayesh, designer e imprenditrice tedesca di origine iraniana, e la campionessa di windsurf turca Çagla Kubat, la snowborder americana di origine coreana Chloe Kim, la calciatrice Sara Gama, capitano della Juventus femminile e della Nazionale italiana e molte altre ancora,  la modella “curvy” Ashley Graham.

La linea “Inspiring Women” è stata creata dopo un’indagine svolta tra 8.000 madri in tutto il mondo. L’86% delle intervistate era preoccupata per i modelli a cui le loro figlie erano esposte. Così dopo aver “creato” Barbie spose, veterinarie e “shopping addicted”, ora Mattel vuole offrire alle bambine modelli di donne che possano ispirarle ad esser qualunque cosa vogliano. Le nuove linee sono due: “Inspiring Women”, basata su figure storiche, e “SHero”, ispirata a icone femminili viventi.

L’iniziativa punta a fornire alle giovani generazioni informazioni storiche sulle donne che le hanno precedute e che hanno cambiato la storia e la società. Una di queste è Amelia Earhart, la prima donna ad aver attraversato l’Oceano Atlantico in aereo in solitaria. . Un’altra eroina a cui Barbie rende omaggio è Katherine Johnson, una pioniera nel campo della matematica a cui è stato dedicato il film “Il diritto di contare”

Alla serie “SHero”, inaugurata nel 2015, si aggiungono personalità come la regista di “Wonder Woman” Patty Jenkins e la sciatrice americana Chloe Kim, vincitrice della medaglia d’oro nelle ultime Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Tan Yuanyuan, prima ballerina del San Francisco Ballet; e Guan Xiaotong, una delle più popolari attrici cinesi divenuta ambasciatrice Onu in occasione del World Life Day 2017.

C’è anche un po’ di Italia con la calciatrice italo-congolese Sara Gama, capitano della squadra femminile della Juventus e della nazionale femminile italiana. Sara ha ventotto anni, è cresciuta a Trieste, a sette anni ha cominciato a giocare a pallone, a diciassette ha debuttato in serie A col Tavagnacco, a diciannove la prima volta in azzurro. Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Udine, parla quattro lingue (oltre all’italiano anche inglese, francese e spagnolo). Ricopre anche il ruolo di consigliera federale Figc e presidente della commissione “Sviluppo Calcio Femminile”. Questo lo slogan con cui è stata presentata la sua Barbie – nella collezione “SHero”: “Una grinta in grado di ispirare ogni bambina a perseguire sempre i propri sogni”.

About Polinice

Polinice

Check Also

Bella come Barbie. Quando anche gli esseri umani sono OGM

Capelli lisci e biondi, pelle color plastica Barbie, occhi celesti o verdi a seconda delle ...