Home / Arte / ASTRA: una residenza e il sogno di tre giovani donne nell’arte
ASTRA residenza Spoleto - Claudia D''Onceau Teodora di Robilant Lucrezia de Fazio

ASTRA: una residenza e il sogno di tre giovani donne nell’arte

ASTRA: un progetto ambizioso, l’impegno di tre giovani donne, l’arte e la sua patria naturale ossia l’Italia. ASTRA è una residenza che invita artisti emergenti a vivere e lavorare in diverse città selezionate. ASTRA sarà presente in numero città ospitanti fiere, biennali ed eventi culturali. Un’idea che tende a essere connessa con il circuito dei grandi appuntamenti internazionali mantenendo la bussola di navigazione sempre tesa alla promozione dell’arte nella sua essenza.  Unite dalla comune passione per l’arte, Teodora – Lucrezia e Claudia hanno studiato e messo in piedi una residenza itinerante per artisti.

L’obiettivo è di ri-creare una casa ad ogni spostamento. Per tutto il mese di residenza gli artisti avranno a loro disposizione una stanza e diversi spazi dove poter creare, tra cui uno studio.

ASTRA invita i partecipanti alla collaborazione e al dialogo, facendo si che ci sia una condivisione continua, tra casa e lavoro, influenzando a vicenda il proprio processo creativo. Le opere create nelle residenze scelte comporranno una mostra finale.

VOLUME I: Spoleto, Festival dei Due Mondi

Il primo appuntamento con ASTRA si terrà a Spoleto, dall’11 giugno al 11 luglio 2018. Gli artisti sono ospitati nell’Eremo Francescano del quattordicesimo secolo di Santa Maria Maddalena, situato a Monteluco, montagna immersa nel bosco. Spoleto rappresenta un luogo unico dove l’arte è stata concepita nella sua essenza originale, figlia dei tempi delle arti e dei mestieri medioevali e rinascimentali, capace di imporsi nel dibattito contemporaneo. Astra rappresenterà il continuum tra un passato immortale, eterno nel riconoscimento die suoi parametri di bellezza, per portare nella contemporaneità e nel futuro i nuovi linguaggi artistici che si legano con l’ambiente. Un ponte tra passato e futuro, tra residenza e le reti connettive della contemporaneità.

Astra si terrà durante il Festival dei due Mondi, manifestazione culturale riconosciuta a livello internazionale e dal MIBACT, offre un programma con una varietà di artisti provenienti da ogni parte del mondo. Offre al pubblico un ambiente di culturale basato su conoscenza, scambio e talento.

Il lancio di ASTRA coinciderà con il Festival, e in questo modo potrà beneficiare dell’ambiente circostante, sviluppando un progetto innovativo.

Impatto

ASTRA è un progetto nomade e cerca di raggiungere un pubblico sempre più vasto, promuove scambi culturali e da la possibilità agli artisti interessati di sviluppare le proprie pratiche in luoghi diversi, entrando così in contatto con culture sempre nuove e differenti. Il nostro obiettivo è di spingere artisti emergenti con talento, creando per loro nuove opportunità per il futuro e incrementando la loro visibilità in scala globale. L’intento è di far fruttare al meglio le nostre abilità di scouter, creando un perfetto match tra artista e ambiente. Per coinvolgere gli artisti con l’ambiente culturale circostante, sono in programma diverse attività tra cui workshop, eventi, gite e incontri con diverse personalità legate al mondo artistico.

Obiettivi

ASTRA vuole cercare di cambiare la direzione dell’arte verso nuove personalità. Molti artisti emergenti non hanno la possibilità di muoversi. Noi crediamo che l’interazione con luoghi e culture diverse siano una fonte inesauribile di sapere, conoscenza e stimoli. Inoltre in questo modo è possibile creare una nuova rete globale di artisti provenienti da ogni parte del mondo!

Al momento il budget per questo primo progetto è finanziato grazie ad una campagna di fundraising ancora attiva.

Astra rappresenta l’idea programmatica di crescita del dialogo tra arte e civiltà, con l’obiettivo di promuovere la bellezza partendo dall’Italia. Il sogno e impegno di tre ragazze: Lucrezia de Fazio, Teodora di Robilant e Claudia d’Oncieu.

About Antonio Maria Napoli

Antonio Maria Napoli
Calcio, geopolitica ed economia. Qualche pillola di musica elettronica. Il mio concetto di perfezione è un libro di Paul Krugman o un romanzo di Dumas, con in sottofondo un remix di Frankie Knuckles o i Pink Floyd. Allo spritz preferisco il Nikka

Check Also

04-05-’98: Strage in Vaticano – Quando il teatro sostiene la cronaca

Dal 2 al 6 maggio andrà in scena al teatro dei Documenti di Roma “04-05-’98: ...