Home / Alessio Agresta (page 2)

Alessio Agresta

Architetto, convinto di aver scelto un mestiere capace di migliorare la vita di molti, ma anche in grado di far grossi danni. Scrivo su Polilinea dal 2012 anche per provare a schiarirmi le idee.

Luigi Moretti: la palazzina San Maurizio a Roma

  “L’architettura antica seppe per sensibilità e coltivata esperienza che un muro di per sé è realtà usurata, non toccante, scialba, e che se lo si vuole far vivere, esprimere, fare denso di esistenza, bisogna operarvi sopra in qualche modo, eccitare evocare le sue forze, far da esso erompere gesti ...

Read More »

Le Corbusier e una Venezia quasi moderna

  “Frattanto, studiamo le cose che non sono più. È necessario conoscerle, non foss’altro che per evitarle. Le contraffazioni del passato prendono falsi nomi e si chiamano volentieri avvenire.” Victor Hugo, I miserabili, 1862 A questa profonda considerazione possiamo fermamente affiancarne un’altra che riguarda le “cose che non sono mai ...

Read More »

La prima TATE Modern di Herzog & de Meuron

Gli ultimi cinque anni del ‘900 rappresentano, in quanto momento di passaggio, una fase importante della nostra cultura recente. Furono gli anni in cui si capì finalmente che stava giungendo il momento per una nuova e quanto mai incerta fase. Intorno al 2000 anche il mondo dell’architettura stava ormai facendo ...

Read More »

Passammo l’estate su una spiaggia solitaria

Con l’estate, l’Italia rivive la propria relazione col mare. Un rapporto imprescindibile, che ne ha strutturato la forma che oggi conosciamo e che dovremmo osservare con maggior spirito critico. Un rapporto diverso rispetto al passato, di dipendenza sempre meno produttiva e ormai quasi esclusivamente turistica. Il panorama che ci si ...

Read More »

Bigness: un problema di rapporti

“Il junkspace è la realtà. Lo ha elaborato il ventesimo secolo, e il prossimo secolo ne sarà l’apoteosi.” Rem Koolhaas L‘architettura è fatta anche di libri, non solo di costruzioni. Ne esistono alcuni che a distanza di anni restano alla base della formazione del pensiero di chi li legge e ...

Read More »

Identità dell’architettura

Sfogliare l’ultimo numero di una (qualsiasi) rivista di architettura ci pone di fronte ad una situazione di disagio del quale non capiamo bene la causa. Sembra che agli architetti di oggi (o coloro che di architettura si interessano e scrivono) siano affascinati da troppe cose, tra loro diverse, ma tutte ...

Read More »

L’architettura è una cosa più che utile

Ma gli uomini vivono in case invecchiate e non si sono ancora preoccupati di costruirsi delle case a propria misura. Eppure la casa gli sta a cuore, da sempre. A tal punto che hanno fondato il culto sacro della casa. Un tetto. Altri dèi lari. Le religioni si fondano su ...

Read More »

Complessità dell’architettura

Si discute spesso di quanto l’arte figurativa faccia integralmente parte del mondo dell’architettura. È innegabile che la conoscenza e la capacità di sintetizzare forme ed immagini, cogliendone i rapporti dimensionali, cromatici e simbolici, costituisca per l’architettura la base sulla quale muovere le proprie scelte. Sebbene un’immagine rappresenti in maniera bidimensionale ...

Read More »

Napoli, impressioni di un viaggio veloce

Attraversare una città per un giorno soltanto giustifica il tentativo di assorbirne i significati in maniera più diretta. Napoli è una città sicuramente complessa, a tratti complicata, ma la fascinazione che produce in chi la incontra è indubbiamente forte, a prescindere dal tempo che si decide di trascorrervi. Vi si ...

Read More »

L’arte della città

“La città è deteriorata e degenerata per la mancanza di esperienza estetica. Perché l’esperienza estetica, il cui centro naturale è il museo, non concorre alla struttura della città. L’arte non è più, come è stato nel passato, la città; la città non è più il mezzo principale dell’educazione estetica.” 1 ...

Read More »