Home / Musica (page 5)

Musica

Lontano dal mainstream, ogni lunedì il mondo della musica raccontato da Poliritmi

Estremismi

merzbow

La musica è un’idea, e ogni idea viene portata alle sue conseguenze più estreme. L’estremo sonoro è una ricerca continua e affannosa, che a tratti è stata in grado di affacciarsi al (quasi) mainstream ma che più spesso è frutto della “solitudine insieme” di musicisti innovativi. A volte sorprende notare ...

Read More »

Vizi digitali e cure temporanee

netflix

Sono un consumatore viziato. Voglio tutto, lo voglio subito, lo voglio come dico io. Sono come quegli idioti che vanno a cena da Gordon Ramsey, chiedono una carbonara, si lamentano quando gli viene detto di no e postano una critica feroce su TripAdvisor. Zero stelle su cinque, non lo consiglierei ...

Read More »

Atticus Ross: Apocalisse futurista

atticus ross

Per David Edelstein di Variety, le musiche di Gone Girl sono “un purgatorio in beige”. In The Social Network, come nota Adam Spunberg di Picktainment, “le musiche raccontano Zuckerbeg come un’idea geniale dai contorni sinistri”. E per Christian Cottingham di Drowned in Sound la colonna sonora di The Girl With ...

Read More »

#PrayingForParis La musica, lingua universale

musica araba

Dopo le stragi del 13 novembre a Parigi, il mondo si chiede se una convivenza pacifica tra Islam e Occidente sia possibile. Per la musica sì. #PrayingForParis

Read More »

Mezzogiorno di ossessione

musica digitale

Il collezionismo è un disturbo, quasi un fetish. E la musica, così carica di energia sessuale, vive dei suoi fetish, che partono dal comprensibile per arrivare all’arcano. I musei della musica, che siano seriose hall of fame o Hard Rock Café ben più informali, cristallizzano il pantheon mitologico (quasi sempre ...

Read More »

Giuro di essere normale

radio

Ho già scritto delle mie abitudini di ascolto – non esattamente tipiche, e un po’ compulsive. E quindi ho deciso di cambiarle. Normalmente il mio rapporto con la musica è privato, isolato, attivo e stazionario. Ho cambiato ognuno di questi fattori. La parola “radio” mi crea un certo disagio. Non ...

Read More »

Non toglietevi le cuffie

spotify

Non amo Spotify. So di non essere l’unico – ai musicisti non piace perché paga poco, ad esempio. Ma il mio problema è molto più pratico: Spotify come programma per computer è brutto, poco funzionale, organizzato male. Alcune scelte grafiche e di interfaccia sono prive di senso. Alcune operazioni quotidiane ...

Read More »

Paparazzi culture: perché le popstar sono al centro del gossip

paparazzi

Se si vive di intrattenimento è impossibile ignorare il gossip. Nel lavoro che faccio quando non scrivo qui, la lettura dei settimanali leggeri è un passo fondamentale. E, visto che lo sguardo internazionale non fa mai male, anche il refresh sui Buzzfeed, i TMZ e i Perez Hilton di questo ...

Read More »

Un’ancora nel tempo

Su qualsiasi libro di storia della musica moderna si trova un passaggio fondamentale, che è lo shift dall’esibizione alla registrazione. Da cent’anni (abbondanti: il fonautografo di Edouard-Leon Scott de Martinville è stato brevettato nel 1857) ascoltiamo riproduzioni di suoni e musiche più spesso di esibizioni dal vivo. Abbiamo accettato che ...

Read More »

Gli aborigeni che sognano l’America

aborigeni

World music è una definizione antipatica, che applica a tutto ciò che non è occidentale l’idea di esotico. Trattare le tradizioni musicali di interi continenti come se fossimo la Compagnia delle Indie alle prese con le tribù dei selvaggi è uno scivolone, tollerabile al massimo come strategia di marketing. Non ...

Read More »