Home / Tag Archives: Barbie

Tag Archives: Barbie

Da Frida Kahlo a Sara Gama: nuove Barbie contro gli stereotipi

Il suo vero nome è Barbara Millicent Roberts ma per tutti è solo Barbie. Dal giorno in cui ha debuttato al New York International Toy Fair, il 9 marzo 1959, è stata tante persone: un’astronauta, un’ambasciatrice Unicef, un’attrice famosa (più di una, in realtà), una cantante e molto altro.

Le nuove Barbie lanciate in occasione della festa della donna sono artiste, registe, scienziate e sportive: tra loro la pittrice Frida Kahlo, la scienziata della Nasa Katherine Johnson , Yuan Yuan Tan, prima ballerina del San Francisco Ballet, Leyla Piedayesh, designer e imprenditrice tedesca di origine iraniana, e la campionessa di windsurf turca Çagla Kubat, la snowborder americana di origine coreana Chloe Kim, la calciatrice Sara Gama, capitano della Juventus femminile e della Nazionale italiana e molte altre ancora,  la modella “curvy” Ashley Graham.

La linea “Inspiring Women” è stata creata dopo un’indagine svolta tra 8.000 madri in tutto il mondo. L’86% delle intervistate era preoccupata per i modelli a cui le loro figlie erano esposte. Così dopo aver “creato” Barbie spose, veterinarie e “shopping addicted”, ora Mattel vuole offrire alle bambine modelli di donne che possano ispirarle ad esser qualunque cosa vogliano. Le nuove linee sono due: “Inspiring Women”, basata su figure storiche, e “SHero”, ispirata a icone femminili viventi.

L’iniziativa punta a fornire alle giovani generazioni informazioni storiche sulle donne che le hanno precedute e che hanno cambiato la storia e la società. Una di queste è Amelia Earhart, la prima donna ad aver attraversato l’Oceano Atlantico in aereo in solitaria. . Un’altra eroina a cui Barbie rende omaggio è Katherine Johnson, una pioniera nel campo della matematica a cui è stato dedicato il film “Il diritto di contare”

Alla serie “SHero”, inaugurata nel 2015, si aggiungono personalità come la regista di “Wonder Woman” Patty Jenkins e la sciatrice americana Chloe Kim, vincitrice della medaglia d’oro nelle ultime Olimpiadi Invernali di Pyeongchang. Tan Yuanyuan, prima ballerina del San Francisco Ballet; e Guan Xiaotong, una delle più popolari attrici cinesi divenuta ambasciatrice Onu in occasione del World Life Day 2017.

C’è anche un po’ di Italia con la calciatrice italo-congolese Sara Gama, capitano della squadra femminile della Juventus e della nazionale femminile italiana. Sara ha ventotto anni, è cresciuta a Trieste, a sette anni ha cominciato a giocare a pallone, a diciassette ha debuttato in serie A col Tavagnacco, a diciannove la prima volta in azzurro. Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Udine, parla quattro lingue (oltre all’italiano anche inglese, francese e spagnolo). Ricopre anche il ruolo di consigliera federale Figc e presidente della commissione “Sviluppo Calcio Femminile”. Questo lo slogan con cui è stata presentata la sua Barbie – nella collezione “SHero”: “Una grinta in grado di ispirare ogni bambina a perseguire sempre i propri sogni”.

Bella come Barbie. Quando anche gli esseri umani sono OGM

Valeria LukyavovaCapelli lisci e biondi, pelle color plastica Barbie, occhi celesti o verdi a seconda delle lenti a contatto, lunghe ciglia, bocca sensuale, corpo scolpito. Se si trovasse per caso in un negozio di giocattoli, correrebbe il rischio che qualche bambina se la mettesse sotto il braccio e la portasse alla cassa per comprare la sua nuova barbie a grandezza naturale. Si chiama Valeria Lukyanova ha ventun’anni e non è la nuova creazione della Mattel. Anche perchè se lo fosse sarebbe un tantino costosa: considerate che la ragazza ha speso, secondo l’Huffington Post, più di 800 mila dollari in interventi di chirurgia estetica e capirete che una volta arrivata alla cassa direste a vostra figlia di riportare la barbie gigante dove l ‘ha trovata.

Quando nel 2009 Sarah Burge investì 500 mila sterline in interventi estetici per diventare “bella come una barbie” fu uno scandalo ma è niente in confronto alle polemiche che le foto su facebook della nuova Lady Barbie hanno scatenato. Al momento il suo profilo facebook conta 9985 curiosi. Ed invero i ritratti di questa Barbie in pelle ed ossa impressionano. Le fotografie che circolano in rete sono inquietanti al punto che qualcuno parla di una vera e propria bufala. Ma perchè non potrebbe essere vero? se vi foste addormentati negli anni ’80 e svegliati nel 2000 avreste mai riconosciuto Micheal Jackson? In tempi di nasi che cadono, seni che scoppiano, donne che festeggiano le sessanta primavere ed hanno un viso “fermo” a vent’anni prima, una ragazza che decide di mettersi sotto i ferri e trasformarsi in una bambola non è poi così assurdo. Certo si potrebbe dire che avendo sotto mano 800 mila euro investirli per diventare un fenomeno da circo non sarebbe la priorità..ma quello è un altro discorso…

In ogni caso il risultato è impressionante, Valeria Lukyanova è Barbie ( o, a questo punto, Barbie é Valeria Lukyanova) ed ha ottenuto esattamente ciò che desiderava: un pò di notorietà. Dov’ è il problema di avere in corpo più plastica della barbie vera se i social network impazziscono quando sentono parlare di te?! Forum su forum accusano la ragazza di essere una “pazza ridicola”, tutti a chiedersi di quale patologia soffre quest’ ucraina per arrivare a una follia come questa o a domandarsi chi le abbia insegnato a usare photoshop così bene. Per la serie “bene o male purchè se ne parli”. Ovviamente non poteva mancare la smentita perchè lei, come si direbbe da Maria, “è una ragazza vera”. Valeria Lukyanova ha postato su Youtube la sua risposta, rigorosamente in lingua russa, nella quale si difende dicendo che non è affatto una bambola, ma una persona che ha grandi capacità. Canta e scrive, fa sport..

human-barbie-valeria-lukyanova-friend-olga-dominica-oleynikCome da copione: barbie alpinista, barbie sciatrice, barbie a cavallo, barbie rockstar. Dopotutto anche barbie quella alta 20cm (per non confonderci) aveva una sua storia vera. La Mattel infatti ne aveva inventato una vera e propria biografia. Alla bambola venne assegnato un nome completo, Barbara Millicent Roberts, oltre ad una famiglia e ad amici, che costituivano un nuovo sistema di personaggi accessori da vendere a ragazzine e collezionisti. La famiglia di Barbie è composta da molte sorelle: Skipper, i gemelli Tutti e Todd, Stacie, Shelly, e la piccola Krissy. Midge, Kayla e Teresa erano le sue amiche. Per molti anni il suo fidanzato è stato Ken, un disoccupato che vive a sbafo tra l’aereo e la casa di barbie. Ken e Barbie non si sono mai sposati, forse anche perchè lui era per le amiche di barbie più o meno quello che Puffetta era per i puffi..Riassumendo: Barbie orfana zitella precaria ( ha cambiato più di 50 mestieri tra cui maestra di spagnolo e star del circo) che affoga i tradimenti del fidanzato nello shopping. Forse non era proprio questo l’ ideale di Valeria..

Quello che voglio dire è che Barbie potrà anche avere l’ armadio più bello del mondo ma probabilmente scambierebbe volentieri qualche centimetro di seno con una vita un po’ più normale.