Home / Tag Archives: bellezza

Tag Archives: bellezza

La bellezza negli “States of Decay”

 

States of Decay è il progetto di Daniel Barter e Daniel Marbaix, due giovani fotografi che hanno visitato i grandi edifici in rovina degli stati Uniti.

Daniel Barter and Daniel Marbaix state of decay

 L’idea è nata una sera in un pub di Londra nel luglio del 2011 quando entrambi, nella loro ricerca artistica, si stavano occupando di bellezza e decadenza, soprattutto decadenza urbana. Da quella sera diventano “the Dan duo” e iniziano a viaggiare insieme, come due “esploratori urbani”, inseguendo il sogno di catturare la bellezza nel mezzo della desolazione degli edifici abbandonati.

Si sono immersi nell’archeologia di grandi dimore, di stabilimenti industriali, di prigioni, istituti, chiese e strutture sportive.

Un viaggio attraverso i (non) luoghi degli Stati della Decadenza, gli stessi di cui è fatta l’eccellente fiction apocalittica dei nostri giorni, The Walking Dead:  profondità di campo e di segni, in cui respirare la struggente intensità di un meraviglioso declino.

Le loro immagini vanno dal maestoso al misterioso , e mostrano mondi una volta pieni di vita , ma ormai dimenticati .

state of decay

Senza specificare la provenienza esatta di ogni singolo scatto, ma cercando la connessione interiore con ogni soggetto, i due Daniel hanno scelto alcuni luoghi una volta collettivi dell’America del NordEst (ad esempio: il Seaview Tubercolosis Sanatorium di Staten Island, lo Steubenville Steel Works in Ohio, il Rockland Psychiatric Hospital e il Buffalo Central Terminal nello Stato di New York, e altre scuole abbandonate, asili, ex fabbriche, depositi in disuso, teatri, fornaci, prigioni e cattedrali tutti diroccati) e ne hanno catturato la caduta, lo svuotamento, il passaggio dal tempo della funzione a quello dell’oblio.

Le loro immagini mostrano grandi complessi urbani industriali, mondi che una volta erano pieni di vita, si mostrano ora come luoghi ormai dimenticati.

Queen BB. La crema dello scandalo

bb-cream-cover_o_cgo2Erano gli anni ’60 e BB spopolava come sinonimo di bellezza iconografica nota sotto il nome di Brigitte Bardot. E’ il 2012 e BB torna in auge con un nuovo significato: Blemish Balm o Beauty Balm ossia balsamo di bellezza e antimacchia.
Se non avete ancora sentito parlare di BB cream vuol dire che l’ultima volta che siete entrate in una profumeria ancora si usava il french alle unghie…
Fenomeno del momento, eletto “beauty must have” dell’anno, spopola tra le star e anima i forum dei “plebei”. E ovviamente, come tutte le cose di cui tutti parlano e tutti vogliono, nessuno sa bene cosa siano…

Di certo si sa che BB parla tedesco (è stata creata nel 1968 dalla dermatologa tedesca Christine Schrammek-Drusio) e che nella sua versione originale aveva il compito di proteggere, calmare e rigenerare la pelle sensibile dei pazienti che avevano subito un trattamento laser, rivelandosi utile anche per nascondere rossori e schiarire cicatrici legate al trattamento. Sempre secondo la leggenda alcuni vip coreani (!?!?) iniziarono quindi ad usarla come cosmetico, scatenando una sorta di moda e attirando ovviamente l’attenzione di varie ditte di cosmetici che iniziarono a sviluppare creme basate su questo principio. Alla fine BB è arrivata anche in occidente e nonostante abbiamo difficoltà a distinguere i cinesi dai giapponesi, è già stata definita “la chiave della bellezza orientale”. Riveduta e corretta ovviamente…la versione originale aveva infatti toni grigiastri per stemperare i toni giallastri della carnagione asiatica, la versione europea è più in stile “california girl”…
Perciò se in questo campo i marchi in voga sono Skin79, Dr. Jart, Missha, Skinfood e Hanskin, ormai quasi tutti i brand più noti hanno lanciato la loro BB Cream. Sono nate infatti anche le BB cream di Dermo 28, Clinique, L’Oréal Paris e Garnier.

Ma quale elisir di bellezza si nasconde dietro quelle due B?
Stando al sito bbcreamitalia le BB Cream sono creme multi-funzione: uniformano il colorito, idratano la pelle, la illuminano, la proteggono dallo smog e dai raggi UV e, spesso, hanno anche un’azione schiarente o antirughe. Le BB cream, infatti, hanno un fattore SPF non inferiore a 20, svolgono un’azione idratante, uniformano la pelle, coprono imperfezioni e macchie e donano un’aspetto luminoso.
Neanche la pietra filosofale…

BB-Cream_hg_full_lMa non è tutto, queste creme promettono di mettere al riparo dall'”effetto maschera”, che a volte può capitare con il fondotinta se non lo si stende con mano esperta. Le BB cream, infatti, vengono assorbite dalla pelle e non coprono il colore naturale del viso, si limitano a regalare uniformità e nascondere imperfezioni, per un effetto del tutto naturale. Insomma, il trucco c’è, ma non si vede. Eccola la chiave del successo..Tutte le donne vogliono essere meravigliose, ma per apparire come se non si fosse fatto nulla. “Oltre la perfezione”. Leggi: bellissima perché semplicemente naturale. In un solo prodotto di bellezza si trovano racchiusi crema idratante, primer, fondotinta e protezione solare, si stende con le dita e in 30 secondi hai un effetto da chirurgo plastico: è come il richiamo del pifferaio magico.

Certo, viene sempre il dubbio che dietro questi 5in1, prendi 10 paghi 2 e simili ci sia la fregatura…è un po’ come i messaggi “complimenti! hai vinto un viaggio alle maldive se clicchi qui entro 10 secondi”…in fondo noi la sappiamo la verità, sappiamo che non c’è nessun viaggio così come sappiamo che le creme della L’Oreal sono prodotte nello stesso stabilimento di Dior ma continueremo a comprare Dior…il ragionamento è sempre lo stesso: non funziona, ma se funziona?
Bastano 30-40 euro per scoprirlo… quelle creme ci invitano come Lucignolo invitava Pinocchio nel paese del balocchi…BB come Brigitte Bardot, come Bella e Buona, come la Bambola Barbie, qualunque cosa vogliano dire quelle due BB ci attirano…

Ecco quindi cosa c’è di sicuramente vero (e di sicuramente falso) in tutta la storia:
La formulazione non è sempre uguale, essa cambia a seconda del brand. In linea generale, come la maggior parte delle creme idratanti, esse contengono ingredienti di origine botanica (estratti di piante, erbe e fiori). Inoltre contengono: Aloe Vera (azione lenitiva), Arbutin: (azione sbiancante per le cicatrici) e Adenosina (azione anti-rughe).
Sebbene le BB Cream siano teoricamente adatte a tutti i tipi di pelle, in realtà ne esistono alcune con formulazioni più ricche che non sono adatte a chi possiede una pelle mista/grassa. Diciamo che se avete una pelle problematica (macchie, acne diffusa, ecc…) la sola BB Cream non vi darà un risultato uniforme.
Quindi: se hai un problema la BB non te lo risolverà e se non ce l’hai, probabilmente non ti importa niente di assomigliare a Jeon Do-yeon.

Jeon Do-yeon è una delle più famose star coreane..voi la conoscevate? Io no…