Home / Tag Archives: elezioni venezuela

Tag Archives: elezioni venezuela

Elezioni in Venezuela: il futuro del Paese è ancora appeso a un filo… e al ricordo di Chàvez

 

In Venezuela, nessuno sembrava mai essere all’altezza di Hugo Chávez. In molti l’hanno criticato, osteggiato, combattuto. Ma nessuno, se non la lunga, sofferta e letale malattia, è mai riuscito ad annientarlo. Dal 1999, Hugo Chávez è stato il solo Presidente che il Venezuela abbia mai conosciuto.

I quattordici anni di governo Chavista hanno profondamente segnato il Paese, nel bene e nel male. Chávez ha lasciato la sua patria in pessime condizioni, con un’alta inflazione e corruzione; tuttavia, nella sua megalomania, il caudillo è stato uno dei leader politici più carismatici della nostra era. E’ dunque comprensibile che i Venezuelani, alla luce delle elezioni che hanno avuto luogo Domenica 14 Aprile, non si siano nettamente schierati né a favore del Partito Socialista Unito, né dell’opposizione. La morte di una figura politica dello spessore di Chávez, per quanto odiato egli potesse essere, ha creato confusione e incertezza per il futuro del Paese. I risultati elettorali parlano chiaro: il popolo Venezuelano è diviso a metà. Il 49,1% dei cittadini ha dato il suo voto a Henrique Capriles, leader dell’opposizione, mentre il 50,8% si è dimostrato a favore di Nicolas Maduro, erede designato di Chávez. Il leader socialista ha vinto solamente con uno stacco di circa 300.000 voti. Come dichiarato da Capriles, il Partito socialista esce dalle elezioni comunque sconfitto.

Un risultato del genere non poteva che creare ulteriore scompiglio nei già delicati equilibri politici del Venezuela. In risposta alla (stentata) vittoria di Maduro, il suo rivale ha affermato di possedere risultati differenti rispetto a quelli annunciati dal Consiglio nazionale elettorale e ha chiesto un riconteggio delle schede, additando Maduro come un “capo dello Stato illegittimo”.

Nel frattempo, il popolo protesta. Almeno sette i morti negli scontri tra chavisti e oppositori, per non parlare dell’ingente numero di feriti e di arresti. Maduro incolpa Capriles, accusandolo di un golpe sostenuto dall’ambasciata americana: gli USA, infatti, si sono detti a favore di una verifica dei risultati elettorali, come annunciato da Jay Carney, portavoce della Casa Bianca.

Le parole del delfino di Chávez sono state dure e contestabili, quando l’uomo ha definito gli oppositori quali fascisti, che minano la democrazia del Paese. Per evitare di degenerare in una guerra civile, Capriles ha sospeso il corteo dell’opposizione, invitando il popolo alla pace e il suo rivale ad avere toni più rispettosi e dimessi. Che cosa accadrà in Venezuela? L’ombra di Hugo Chávez continua ad aleggiare sul Paese. La rivoluzione socialista da lui iniziata, tuttavia, sembra essere giusta al termine. Anche se il riconteggio dei voti dovesse verificare un’effettiva vittoria di Maduro, il Partito Socialista Unito del Venezuela ha perso almeno seicentomila voti dalle ultime elezioni, quando Chávez aveva nettamente sconfitto lo stesso Capriles. I venezuelani sembrano aver perso fede nel progetto socialista, cercando altre vie per promuovere la democrazia. A oggi, gli esiti politici ed economici del Paese Sudamericano restano incerti. Alla luce dei fatti, l’unica cosa che si possa affermare con quasi assoluta certezza è che Hugo Chávez incarnava totalmente il suo Partito. Il socialismo sembra essere morto con il suo leader.

Giulia Aloisio Rafaiani – AltriPoli