Home / Tag Archives: Indonesia

Tag Archives: Indonesia

Indonesia: Chatib Basri, nuovo ministro dell’economia, e la crisi

Ancora una volta, al centro della discussione è la crisi economica. Una crisi dalla quale alcuni paesi sembrano, lentamente, riuscire a uscire, mentre altri vi sprofondano sempre di più. A destare interesse, oggi, il caso dell’Indonesia. Il governo e la banca centrale indonesiana si trovano a fronteggiare le conseguenze della caduta della moneta locale rispetto al dollaro, una crescente inflazione e un conseguente, preoccupante rallentamento nella crescita economica dell’Indonesia.

Tuttavia, come riportato dal Financial Times, Chatib Basri, ministro della finanza, è ottimista sulla ripresa. Basri, quarantasette anni, nominato ministro lo scorso maggio, vanta un curriculum di grande esperienza nella finanza: tra i suoi numerosi incarichi, è presidente dell’Investement Coordinating Board dal giugno 2012. L’economista è stato eletto con la speranza che, in vista delle elezioni presidenziali del prossimo anno, sia in grado di riportare l’Indonesia ai ritmi di prospera crescita economica che l’hanno caratterizzata fino allo scoppiare della crisi.

Skyline – Giacarta (Indonesia)

Basri, che ha partecipato al G20 della scorsa settimana, sostiene che la crisi possa rivelarsi una buona occasione per unire il Paese e per varare nuove riforme, che siano a favore degli investitori; il ministro si è detto inoltre intenzionato ad adottare nuove misure di protezionismo economico.

In contrasto con l’ottimismo del Ministro indonesiano, l’economista Prior-Wandesforde ha replicato che il problema dell’Indonesia risiede nell’attitudine sin troppo speranzosa delle autorità dell’Indonesia riguardo alla ripresa economica, che avrebbe impedito alla banca centrale di rendersi conto del crescente scetticismo degli investitori. Dello stesso parere sembra essere l’International Munetary Fund, che ha abbassato le previsioni sulla crescita interna dell’indonesia dal 6,3% al 5.25%.

Ma Basri non si scoraggia. Come parte del suo nuovo piano, il Ministro ha dichiarato la necessità di aprire nuovi settori dell’economia agli investitori stranieri e di eliminare alcune limitanti restrizioni sugli scambi commerciali. L’obiettivo immediato è quello di manifestare il serio impegno del governo a risollevare le sorti economiche del Paese. La ragione per la quale il progetto di Basri, pur essendo oggetto di critiche, merita di essere considerato con grande rispetto, è che propone un netto distacco dalla cultura sovietica, che da sempre dà priorità alla teoria piuttosto che alla pratica. Basri vuole, infatti, comunicare al Paese e agli investitori notizie di riforme e provvedimenti già in atto, invece che “chimere”, talvolta irrealizzabili.

Riuscirà il ministro a raggiungere il suo scopo? Tornerà l’Indonesia a essere un Paese dall’invidiabile, rapida crescita economica? Soltanto il tempo sarà in grado di darci una risposta. Nel frattempo, aspettiamo con ansia le elezioni presidenziali, che potrebbero nuovamente sconvolgere gli equilibri del Paese.

Giulia Aloisio Rafaiani – AltriPoli

The king of Sulawesi

Brando Giannoni