Home / Tag Archives: MFW

Tag Archives: MFW

Pussy Hat & co: messaggi sociali in passerella alla MFW

Da sempre le passerelle della settimana della moda sono state anche l’occasione per lanciare forti messaggi sociali. Non ha fatto eccezione la MFW.

A Milano Missoni ha portato in passerella i Pussy Hat Rosa che le donne hanno indossato a Washington per la marcia di protesta dopo l’insediamento di Donald Trump. Angela Missoni dopo lo show ha invitato tutti a calcare la passerella sulle note di People have the Power, per incitare a stare uniti.

Missoni MFW2017

Il tema è ripreso anche da Prada come si vede dal titolo della collezione, “La città delle donne”, che è un richiamo al film del 1980 La città delle donne di Federico Fellini, che ridicolizzava e criticava il movimento femminista. L’allusione è solo nel titolo, dice Miuccia Prada, ma la sfilata ha ricordato anche le lotte del movimento femminista e alludendo alle proteste odierne delle donne contro il presidente americano Donald Trump. E sulle giacche militari è appuntata la mimosa.

Prada MFW2017

Dalla MFW arriva anche un forte segnale sull’inclusione culturale. A mandarlo Halima Aden: ha 19 anni, è somala ed è nata in un campo profughi in Kenya. A 6 anni è arrivata a New York per poi divenire cittadina statunitense naturalizzata. Di professione fa la modella e di lei si è parlato, e si parla, per il fatto che ha sfilato con il velo prima a New York sulla passerella della collezione A/I 2017-2018 di Yeezy (il brand di Kanye West) e poi su quelle di Max Mara e Alberta Ferretti.

Halima Aden

Al Metropol per Dolce & Gabbana in passerella c’erano pochissime modelle, ma influencer, figli di cantanti, attori, registi, fratelli e sorelle, fidanzati e personaggi social che incarnano il modo di essere della generazione 2.0.

Dolce & Gabbana MFW2017

Tra i nomi spiccano Rafferty Law, figlio di Jude Law, Gabriel Kane Day-Lewis, figlio di Isabelle Adjani e Daniel Day-Lewis,  Corinne Foxx, figlia del premio Oscar Jamie Foxx, Pamela Anderson e suo figlio Dylan Lee, l’ex top model Marpessa Hennink con la figlia Ariel, Andrea Dellal, altra grande top del passato, con  le figlie socialite Alice e Charlotte. E poi la sorella 26enne di Laetitia Casta, Marie-Ange, il modello idolo delle ragazzine Lucky Blue Smith e le sue sorelle Pyper America, Starlie e Daisy Smith che insieme formano la band The Atomics, Destry Allyn Spielberg, figlia del regista Steven Spielberg, Anais Gallagher, figlia di Noel Gallagher, il youtuber Marcus Butler, Sofia Richie, Pixie Lott e il futuro marito Oliver Cheshire, tutti accompagnati dall’esibizione musicale di Austin Mahone.

Nomi conosciuti, altri un po’ meno ma legati a qualcuno che ha sfondato nel mondo dello spettacolo. Ragazze alte, basse, magre e formose… C’era tutto e il contrario di tutto. Uno show nello show, fatto per mandare messaggi forti e chiari non solo attraverso gli abiti. Oggi gli stilisti prendono posizione, contestualizzano la moda, arrivano alle persone comuni. E chi meglio di Millennials e influencer che stanno cambiando il codice del linguaggio poteva farlo?

Hanno detto Dolce e Gabbana:

“Negli ultimi anni, abbiamo capito che la rivoluzione mediatica in atto ha bisogno innanzitutto di qualcuno che l’ascolti e la capisca prima di essere criticata a priori. Abbiamo così aperto le porte alla nuova generazione, in tutti i sensi possibili. Li abbiamo incontrati, ascoltati, abbiamo parlato e lavorato con loro. E loro ci hanno cambiato. Hanno cambiato quello che pensiamo di sapere di noi e di loro. Ci hanno costretto a metterci un’altra volta in discussione. E ad affrontare questo difficilissimo show”.

Milano Fashion Week: tutto quello che vi siete (e non vi siete) persi

Scenografie smontate, modelle e it-girl hanno già postato i loro selfie all’aeroporto di Malpensa “on my way to Paris”. È tempo di tirare le somme e le tendenze della Milano Fashion Week. Quest’anno a catalizzare l’attenzione non sono state solo le aspiranti fashion blogger vestite da Barbie Barbona Glamour alla disperata ricerca di flash. È successo molto altro, ecco cosa vi siete perse:

TI VOGLIO BENE MAMMA – Ricordate quei disegni che tutte le nostre maestre ci hanno chiesto di fare all’asilo e che ognuno di noi ha portato a casa per fare un regalo alla propria mamma? Ecco, Domenico Dolce e Stefano Gabbana li hanno trasformati nei loro inviti. “W la mamma” è il tema della sfilata. Sulla passerella c’era la splendida modella Bianca Balti incinta di sei mesi. Il duo italiano ha presentato una collezione autunno/inverno 2015 ricca di colori, ispirata ai disegni dei bambini. Durante la sfilata sono proprio i bambini ad accompagnare le modelle, che indossano abiti invasi dai colori e da slogan in onore della mamme, come “ti amo mamma”, oppure “sei la mia regina”. Un inno alla maternità sottolineato anche dalla musica, in sottofondo “Viva la mamma” di Edoardo Bennato, il cui testo è stato tradotto in 14 lingue e distribuito agli ospiti. Un’ idea “troppo italiana” per le varie fashion editor londinesi e stylist norvegesi? Assolutamente no. Nella front row c’erano direttori emozionati come a un battesimo, fashion editor con gli occhi lucidi, perfino Anna Wintour improvvisamente scongelata dal suo impenetrabile e firmatissimo aplomb: sorrideva.

Dolce e Gabbana
Dolce e Gabbana

MICHELE CHI? –Da Gucci invece tutti gli occhi sono puntati su un uomo. Attesissimo il debutto del nuovo direttore creativo della maison, Alessandro Michele. Romano di Montesacro, 42 anni, segue l’istinto e lavora con la musica ad alto volume. Suo padre era tecnico dell’Alitalia e sua madre lavorava nel cinema. “Ero bravo con la maglia e finii a Bologna, da Les Copains”, racconta Michele. Poi il ritorno a Roma, da Fendi. I feticci e le reliquie in genere, come passione. Karl Lagerfeld e Silvia Venturini come mentori. Poi l’arrivo da Gucci, con Tom Ford, Alessandra Facchinetti, Frida Giannini e in fine al comando. Ora nella sua collezione emergono stampe fiorate che fanno pensare a delle tappezzerie da tempo inutilizzate. L’essenza della collezione ruota attorno al dettaglio che irrompe come un errore nell’apparente equilibrio. Quell’errore che riporta alla mente l’ideale di donna dannatamente rock di Saint Laurent, voluta da Heidi Slimane. Romantica.

Alessandro Michele
Alessandro Michele

LA MEDUSA DIVENTA SOCIAL – Piccola rivoluzione anche nella casa della Medusa. Donatella Versace cambia le regole e dopo tanti anni decide di modificare il logo: “Se vedo ancora una medusa svengo. Basta con l’archivio” ha dichiarato la stilista. Il nuovo simbolo sarà la classica greca del marchio ma attraversata da un’emoticon. Il nome? #GREEK . “Oggi chi compra moda è diverso anche per l’influenza dei social, devi essere powerful e immediato. Questo è il mio Versace per oggi, e per sempre”. Istagrammare per credere.

Versace
Versace

KARLIE KLOSS FA I BISCOTTI – Proprio sui social scoprimo un dettaglio curioso. Karlie Kloss, la top che ha sfilato sulle principali passerelle, da Dolce & Gabbana a Emilio Pucci passando per Versace, sforna biscotti. Che faccia tutto parte della sua svolta new normal? La modella infatti da qualche giorno ha detto addio a Victoria’s Secret per frequentare l’università (la NYU Gallatin School of Individualized Study). Così su due piedi è difficile immaginare la sexy bionda che tra un tomo di economia, una sfilata e uno spot per L’Oreal, si strafoga di biscotti al cioccolato come noi sotto sessione. Ma Karlie Kloss non è una di quelle celebrity esilissime che alla domanda: “Come ti tieni in forma?” rispondono “Mangio lasagne e cannoli tutti i giorni” o le blogger che cucinano e postano foto di cose che non mangeranno mai.  Sul suo stile di vita risponde: “Faccio molta attività fisica, danza, corsa e pilates. Il movimento è tutto: un corpo in movimento rimane in movimento” è il claim della Kloss che è stata fit-girl per Nike. Inoltre segue una dieta sana. A pranzo e cena proteine ​​magre e verdure. I suoi spezzafame preferiti: una mela, qualche mandorla, una barretta di cereali o un paio dei suoi biscotti, rigorosamente vegani. Viva la sincerità.

La dieta di Karlie Kloss
La dieta di Karlie Kloss

FRONT ROW – Chissà cosa mangiano le celebrity avvistate in prima fila alle sfilate. Se a Londra c’erano, tra le altre, Cara Delevingne, Emily Ratajkowski e Scarlett Johanson. A Milano spiccavano Charlotte Casiraghi da Gucci, Bianca Brandolini da Prada, Rocio Morales da Cavalli, Chiara Ferragni un po’ ovunque. Folla da Versace: Michelle Hunzicher con la figlia Aurora (che dopo la mega festa di 18 anni è ormai parte integrante del jet set), Alessia Marcuzzi e Ilaria D’Amico. In fondo le sfilate non sono tanto diverse dai nostri party. Pensate alle uscite del weekend, ci sono quelle che si fanno vedere raramente, quelle che escono solo accompagnate dal fidanzato e quelle che sono una certezza: non ne perdono una. Le prezzemoline della moda in questo caso sono Alexa Chung e Amber Le Bon, avvistate a Londra, a Milano e ora a Parigi.

Michelle Hunziker e Aurora
Michelle Hunziker e Aurora

MA COME CI VESTIREMO? – A questo punto è ora di tirare le somme. Non abbiamo ancora visto il primo sole, ma la moda si proietta già alla prossima stagione. Dopo 7 giorni di passerelle siamo certi che il prossimo Autunno/Inverno vedrà protagoniste la pelle e la pelliccia. Se l’estate passeggeremo rasoterra, l’inverno mette ai piedi tacchi alti. Dai tronchetti in stampa animalier di Cavalli a quelli ricoperti in pelliccia di Fendi.

fendi - Pelliccia ai piedi
fendi – Pelliccia ai piedi

COLORI – Le nuances virano sui toni della terra: ocra, senape, mattone, rosso ma anche i toni brillanti proposti da Moschino e Versace come il verde e il blu. Un po’ controcorrente rispetto ai colleghi Giorgio Armani che ha proposto un autunno dai toni tenui. Accanto al classico grigio, infatti, anche l’azzurro polvere, il verde acqua, il fucsia, il fragola.

PIZZO E TRASPARENZE – Il pizzo, nero e nude, si porta sui dettagli. Tante trasparenze, soprattutto black, e un gusto sfacciatamente retrò: nel dolcevita, nelle longuette, nei pantaloni dalla gamba larga, nella vita alta, nelle geometrie e nei cinturoni. La prossima stagione gioca con i contrasti: gonne vaporose o lavorate vogliono semplici pull.

NUDE LOOK – Il make up vuole un incarnato total nude e una bocca accesa. Gucci, N°21, Stella Jean, Alberta Ferretti, Prada, Marni. Quasi tutti hanno optato per un viso pulito, che prevede un trucco praticamente inesistente e che si basa su una pelle fresca e perfetta. Fosse facile..

Prada - gioielli tra i capelli
Prada – gioielli tra i capelli

OCCHIO ALLA TESTA – L’hair style ha proposto tagli medi e tante acconciature. Gioielli, mollettine, forcine, fettuccine, minuscole. Andate a ripescare la scatola dove la mamma conserva i vostri cerchietti di bambine. Vi serviranno. Un esempio? La coda alta portata di lato con fermaglio gioiello proposta da Prada.