Home / Tag Archives: milano moda uomo

Tag Archives: milano moda uomo

Milano Moda Uomo: It boy in passerella

Un “It-boy” è uno di quelli con cui non vorresti mai andare a cena. Capelli fluenti, più lucidi dei tuoi, più morbidi dei tuoi e con il vantaggio genetico dell’assenza di doppie punte. Vestito più alla moda di te, il che per un uomo spesso vuol dire abbigliato in maniera improbabile. Possono tirare fuori come niente fosse giacche doppiopetto o addirittura pellicce, calzini assurdi, scarpe a punta, pantaloni “acqua in casa” o semi fuseaux. Ricorda: diffida sempre di un uomo che ha i pantaloni più stretti dei tuoi.

Si è aperta a Milano la fashion week dedicata alle collezioni maschili per il prossimo autunno inverno. 39 sfilate, 45 presentazioni e 10 eventi per scoprire le novità del pret-a-porter proposte dalle principali maison italiane e non solo.

lucky-blue-smith-
Lucky Blue Smith

La novità di questa stagione sono i tanti nuovi it-boy che si sono affermati su Istagram ancora di più che sulle passerelle, come il biondissimo e angelico Lucky Blue Smith, amato da tante giovanissime e con un incredibile seguito di follower su questo social network fotografico. Biondo platino e occhi di ghiaccio, è un globetrotter, ma casa è a Los Angeles dove vive con la sua famiglia di religione Mormone. E nel tempo libero suona, con le sue tre sorelle Pyper America, Daisy Clementine e Starlie (anche loro modelle), nella band The Atomics. Ragazzi dalla faccia pulita e dal fisico efebico più che palestrati latini. Altezza minima 1.83 m, massima 1.90 m. La taglia d’oro è la 48. A volte la 50 è un problema. Da tenere d’occhio Clement Chabernaud, volto di Boss by Hugo Boss, Lucio Vanotti, Helen Anthony, Pal Zileri.

Clement Chabernaud
Clement Chabernaud

Ad aprire la Milano Moda Uomo è stata ieri la sfilata di Roberto Cavalli, con la prima collezione maschile firmata dallo stilista Peter Dundas per la maison. Lo stile è eccentrico, dettato da fantasie animalier, ricami ispirati all’Oriente, giochi di luce realizzati con lamé metallico e paillettes per un uomo dall’animo rock. I pantaloni sono leggermente scampanati, le giacche sono allungate, i cappotti e i montoni arrivano sotto il ginocchio, così come le pellicce. Gli accessori predominanti sono sciarpe e foulard: tutti rigorosamente lunghissimi. Ma non mancano borse a tracolla.

Oggi, sabato 16 gennaio, si entra nel vivo con le sfilate di Corneliani, Ermenegildo Zegna, Lucio Vanotti (il giovane designer selezionato da Giorgio Armani per sfilate nel suo quartier generale di via Bergognone) e Costume National. Nel pomeriggio toccherà a Marni, Jil Sander, Les Hommes, Neil Barrett. A seguire Pal Zileri, che torna a sfilare a Milano,  Versace e Philipp Plein. Bottega Veneta aprirà la giornata di domenica, seguita da N.21, Richmond, Salvatore Ferragamo nella ormai consueta sede di Piazza Affari. Quindi Calvin Klein, Vivienne Westwood, Missoni, Daks, Prada, Moncler Gamme Bleu e Damir Doma.

Negli ultimi due giorni altri nomi di tutto rispetto come Diesel Black Gold, Emporio Armani, Antonio Marras, Etro, Msgm e Gucci. Ma anche Canali, Ermanno Scervino, Fendi, Marcelo Burlon County of Milan e Brioni. Come sempre l’evento di punta dell’ultima giornata della fashion week (il 19 gennaio) sarà la sfilata di Giorgio Armani. In programma, nello stesso giorno, anche le passerelle di  Dsquared2, Dirk Bikkembergs e Christian Pellizzari. Chiuderà l’inglese Helen Anthony, una new entry del calendario milanese.