Home / Tag Archives: Municipio II

Tag Archives: Municipio II

Wake up Flaminio. Vivi Flaminio

Sabato 21 aprile 2018 si svolgerà la giornata Vivi Flaminio dedicata alla pulizia e alla bonifica delle aree esterne allo Stadio Flaminio. Il II Municipio con l’Istituto per il Credito Sportivo, l’Assessorato capitolino allo Sport e RetakeRoma saranno impegnati nell’iniziativa che rientra nel più ampio progetto direcupero per la rifunzionalizzazione dello stadio.

Vivi Flaminio, quest’ultimo, che vede in prima fila il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica della Sapienza Università di Roma, alcuni Dipartimenti di Roma Capitale (SIMU, PAU, Patrimonio e Tutela Ambientale), la Sovrintendenza Capitolina e il II Municipio.

L’iniziativa del 21 aprile rappresenta l’avvio di tutto il progetto che si svilupperà lungo due direttrici parallele: da una parte il lavoro di studio della Sapienza che con la Pier Luigi Nervi Project Association e al Do.Co.Mo.Mo. Italia Onlus è risultata assegnataria di un finanziamento della Getty Foundation per la redazione di un piano di conservazione dello StadioFlaminio e dall’altra l’impegno del II Municipio nel destinare gli spazi esterni dipertinenza dello stadio, entro la fine dell’anno, ad attività sportive all’aperto:arrampicata, basket, pallavolo realizzazione di un impianto skate board ecc.

Ma l’intero progetto deve inserirsi in un orizzonte più ampio, una visioned’insieme di tutta la zona Flaminio-Villaggio Olimpico che racchiudeun’importante concentrazione di opere architettoniche. Zona che risulta ora essere in stato di abbandono e degrado. Occorre pensare ad una sua rinascita, considerare che il quadrante MAXXI/Palazzetto dello Sport/Auditorium/Stadio Flaminio possa diventare il cuore pulsante dello SPORT e della CULTURA in grado di attirare cittadini e turisti ed essere alservizio dell’intera città.

Di seguito il programma di Vivi Flaminio di sabato 21 aprile:

ore 9:00 apertura pulizia e bonifica aree esterne a cura di Retake Roma

ore 10:30 partenza prima visita guidata

ore 12:30 partenza seconda visita guidata

ore 14:30 partenza terza visita guidata

ore 15:00 manifestazione ludico-sportiva all’aperto

ore16:30 dibattito con i cittadini e le associazioni sul futuro dello Stadio ore 18:30 conclusione

Di seguito la scheda dell’evento:

SCHEDA FLAMINIO

Sinergie Solidali, un’idea nuova per l’associazionalismo e il volontariato a Roma

Da circa un anno in Via Volsinio 21 a Roma, in pieno quartiere Trieste, un’originale realtà associativa, SinergieSolidali, sta lavorando ad un progetto innovativo e ambizioso per il mondo dell’associazionismo e del volontariato a Roma.

Nata dall’idea di un gruppo di studenti universitari come Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro, SinergieSolidali è in realtà molto più di una semplice no-profit. Incardinarla in suddetta tipologia sarà utile ai fini dell’individuazione del più corretto quadro normativo applicabile alla stessa, ma non basterà a rendere l’idea della grande innovazione di cui si sta facendo promotrice.

L’obbiettivo perseguito da SinergieSolidali, secondo quanto ci dice in merito il suo Presidente, Riccardo Leolini, è infatti quello di creare una rete di sinergie in grado di incentivare proficue collaborazioni tra le diverse associazioni del II Municipio che nutrano l’interesse di cooperare, le une con le altre, pur mantenendo la propria autonomia e individualità.

Appare opportuno, a questo punto, approfondire l’etimologia di una parola fondamentale per SinergieSolidali, divenuta motto di gran parte delle iniziative da quest’ultima organizzate, ovvero la parola “sinergia“. Dal greco synérgeia, derivato dal verbo synérgō “cooperare” e, quindi, composto dalla particella sýn “con, insieme” ed érgō “operare, agire”, il significato di sinergia è “Azione combinata e contemporanea, collaborazione, cooperazione di più elementi in una stessa attività, o per il raggiungimento di uno stesso scopo o risultato, che comporta un rendimento maggiore di quello ottenuto dai varî elementi separati“.

Ebbene, far cooperare tra loro realtà associative animate, come spesso accade, da scopi sociali affatto connessi, aiuterebbe, secondo l’intuizione di questi giovani romani, le medesime a crescere, fare rete e ad organizzarsi per l’ottenimento di risultati non altrimenti raggiungibili.

Alla domanda sul perché sia sembrato opportuno, al momento della sua costituzione, fare di SinergieSolidali la casa dell’Associazionismo e del Volontariato solo nei limes del II Municipio, il Presidente Riccardo Leolini, ci risponde sull’odierna necessità, sentita soprattutto nelle grandi città come Roma, di riappropriarsi dei legami, ormai perduti, tra gli abitanti di un medesimo contesto urbanistico. Conoscere il più possibile il territorio nel quale si vive ed, in particolare, le persone che lo abitano, significa costruire rapporti in grado di combattere il malanno che affligge la società contemporanea, ovvero la solitudine.

E se il manifesto dei valori e degli scopi, affisso nella sede di Via Volsinio 21, definisce l’associazione come apartitica, è del tutto evidente il valore politico che la ispira. In applicazione degli artt. 18 e 118 ultimo comma della Costituzione, SinergieSolidali disegna, infatti, un modello sociale, fondato sull’associazionismo e sul volontariato, volto a rendere la collettività più coesa.

Seppur limitato al piccolo contesto territoriale sopra descritto, l’intento degli associati di SinergieSolidali è quello di sviluppare in ogni Municipio della città associazioni simili ad essa che possano condividere le medesime sfide. Un’impresa ardua sulla quale vale la pena scommettere.