Home / Tag Archives: nuovo teatro orione

Tag Archives: nuovo teatro orione

Costellazione Cancro: una sfida lanciata al futuro dal Nuovo Teatro Orione

COSTELLAZIONE CANCRO SPESSO IL CAMMINO DELLE PERSONE CHE AFFRONTANO IL CANCRO È COLMO DI IMPRECISIONI, INFORMAZIONI FRAMMENTARIE MA SOPRATTUTTO POCA ATTENZIONE AL MODO IN CUI IL MONDO PROGREDISCE.

Costellazione Cancro è un’idea nata da un’esperienza di vita diffusa. Sono le difficoltà a spingere l’essere umano a trovare soluzioni e l’esperienza può fornirne diverse. Siamo qua per condividerle, trovarne di nuove e soprattutto reagire. Spesso il cammino delle persone che affrontano il cancro è colmo di imprecisioni, informazioni frammentarie ma soprattutto poca attenzione al modo in cui il mondo progredisce. Il tumore è una realtà diffusa, ostile e mal gestita. Un rigore maggiore sui metodi e sulle varianti di cura offrirebbe un ventaglio di opportunità ampio sulle prospettive di guarigione di ogni singolo paziente. Vogliamo proporre a tutti una serie di incontri gratuiti, che rispetteranno il seguente calendario e le rispettive tematiche:

31 gennaio 2019 – Nutrizione oncologica
13 febbraio 2019 – Psiconcologia
13 marzo 2019 – Le nuove terapie
17 aprile 2019 – Il Sistema Sanitario Nazionale è efficace nella lotta al tumore?

Il Nuovo Teatro Orione vuol provare a tracciare una guida, un modo di barcamenarsi in una sanità purtroppo confusa che non si rende conto di ciò che può davvero fare. Ci piacerebbe cambiare qualche finale di molte storie, dare un contributo attraverso una divulgazione libera e trasparente.


Referenti medici del progetto saranno il Dr. Andrea Mancuso e la Dtt.ssa Veronica Varchetta. Una sfida lanciata anche attraverso una lettera aperta al ministro Giulia Grillo:

“Egregio Ministro, sono Carlo Oldani, ho 29 anni e vivo a Roma. Le scrivo per manifestarLe un
malessere così denso e torbido che mi impedisce una vita serena. Come molte persone ho una
storia da raccontare, una voce che ne racchiude tante altre, un grido…”

Da questa frase, da questa lettera diretta alle istituzioni, nasce il progetto Costellazione
Cancro; un’idea scaturita da un’esperienza di vita diffusa che da gennaio 2019 prenderà vita
grazie al Nuovo teatro Orione di Roma, alla consulenza medica del dott. Andrea Mancuso –
Specialista in Oncologia Medica di Ricerca e Biologia Molecolare applicata ai Tumori Solidi,
al suo staff e all’importante sostegno di B-MAT ILAB e della Clinica Sanatrix.
Spesso il cammino delle persone che affrontano il cancro è colmo di imprecisioni e
informazioni frammentarie, con poca attenzione al modo in cui il mondo progredisce.
L’obiettivo principale di questo ambizioso progetto è dare un contributo divulgativo libero e
trasparente, con un’attenzione particolare ai metodi, alle varianti di cura e alla sofferenza
psicologica del paziente e di chi gli sta attorno.
Ancora una volta al Nuovo Teatro Orione la cultura entra al cuore dei suoi visitatori, utenti e amici.

Costellazione Cancro

#CostellazioneCancro | Informare, sensibilizzare, condividere.📍 "Alla cortese attenzione del Ministro Giulia Grillo…"

Pubblicato da Nuovo Teatro Orione su Martedì 25 settembre 2018

Una serie di incontri in teatro che fanno del Nuovo Teatro Orione una realtà socialmente responsabile. Poiché tutti hanno una stella presa dalla costellazione del cancro. Poiché nessun male è curabile, se si persiste nell’indifferenza.

Diversa Interpretazione, al via la nuova stagione artistica del Nuovo Teatro Orione

Diversa Interpretazione è l’emblematica denominazione con cui inizierà la nuova e diversa interpretazione artistica che caratterizza la stagione 2018/2019 del Nuovo Teatro Orione.

Ecco allora un’anteprima degli spettacoli cui si potrà assistere quest’anno.

Si parte con “Corti da legare”, la rassegna già portata in scena lo scorso anno frutto della sinergia tra teatro e psicologia; il primo appuntamento serale avrà luogoil 27 ottobre con “Il disturbo multiplo di personalità” per poi proseguire con temi quali la dipendenza da Internet, l’alcolismo, l’autismo, il disturbo Borderline, la dipendenza sessuale.

Novità di quest’anno saranno i matinee dedicati e appositamente studiati per i ragazzi, che verranno

avvicinati a tematiche tanto delicate quanto drammaticamente vicine al loro immaginario: bullismo, gioco d’azzardo patologico e dipendenza da internet.

A dicembre andrà in scena a grande richiesta, in una veste rinnovata lo spettacolo musicale dedicato ai bambini“Un Natale da favola” in versione serale e mattutina per le scuole. Il 23 dicembre sarà una vera e propria festa per le famiglie, prima dello spettacolo serale infatti avrà luogo un evento dedicato ai più piccoli che potranno giocare, divertirsi e condividere una merenda.

Si prosegue con un’altra iniziativa di sicuro interesse: “Costellazione Cancro”(gennaio 2019).

Una rassegna interamente gratuita, promossa dalla clinica Sanatrix e dal dott. Andrea Mancuso,Specialista in Oncologia Medica di Ricerca/ Biologia Molecolare applicata ai Tumori Solidi e fondatore di B-Mat ILab, che intende informare e confrontarsi su tematiche quali la nutrizione oncologica con la presentazione del libro“il cibo ideale”, la psiconcologia, in collaborazione con Corti da legare e su argomenti molto delicati quali le nuove terapie e l’efficacia del sistema sanitario nazionale nella lotta al tumore.

Anche quest’anno i live di “Molto rumore per nulla”caratterizzeranno la programmazione musicale al teatro di via Tortona; il progetto di quest’anno si pone un obiettivo differente: trasformare il format in una vera e propria stagione di concerti.

Molte le novità ma tante anche le conferme rispetto alla scorsa edizione: Matteo Casilli, organizzatore di vari festival musicali e fotografo romano la cui arte è esposta in maniera permanente nel Foyer del Nuovo Teatro Orione sarà il Direttore Artistico della stagione musicale.

Il nuovissimo format degli eventi, che partiranno a gennaio 2019, prevede anche quest’anno il consueto aperitivo nel servito dal Bar Orione, il live principale avrà luogo in sala – 976 posti a sedere – e sarà un vero e proprio concerto.

Giuseppe Di Falco porta in scena per “Diversa Interpretazione” due spettacoli musicali, rispettivamente “Il volo di Leonardo”sul genio italiano scritto e diretto da Michele Visone e “Disincantate! Le più stronze del reame”, migliore musical edito al Musical Day 2017,  migliore direzione musicale, migliore regia/coreografia e migliore spettacolo al BrodwayWord Awards 2017.

Le date delle repliche saranno rispettivamente, per “Il volo di Leonardo” il 15  e 16 febbraio 2019 alle ore 21.00 e per le scuole il 15 febbraio 2019 dalle ore 10.00, mentre per “Disincantate!” la data prevista è il 15 marzo 2019 alle ore 21.00.

Il 2 maggio 2019 sarà il turno de “L’Ascensore, un thriller sentimentale”,spettacolo di stampo Off Broadway, con 3 attori e un pianoforte sul palco, lo spettacolo prevede l’alternanza di suspense e romanticismo, tra continui colpi di scena in cui sarà il pubblico a dover riordinare i pezzi del puzzle per comprendere il ruolo di ogni personaggio in questa partita a carte contro il destino.

Andato in scena per la prima volta in Spagna nel 2017, viene presentato in Italia dalla compagnia “I perFORMErs”, in collaborazione con Altrove Teatro.

Per concludere si riserva un accenno ad “Attori in corso”, l’offerta formativa del Teatro Orione distinta in due percorsi, uno per professionisti e uno per amatori. Il percorso amatoriale, dedicato a tutti coloro che intendono approcciarsi per la prima volta allo studio teatrale e che vorrebbero apprendere gli strumenti basilari per poter affrontare il palco, si terrà ogni lunedì dalle 19:00 alle 21:00.

Relazioni Stampa e Media

MADE Press and Events 

press@madepressandevents.com
+ 39 348 0905404

 

Molto rumore per nulla – Gli Scortesi e Giovane Favoloso

Ottavo appuntamento della manifestazione Molto rumore per nulla con Gli Scortesi e Giovane Favoloso che si esibiranno presso il Nuovo teatro Orione giovedì 26 aprile 2018ore 19.30. Ingresso libero

Il programma dell’ottavo appuntamento, fissato per giovedì 26 aprile 2018 a partire dalle 19.30 presso la sede del Nuovo Teatro Orione in via Tortona 7 prevede l’esibizione de Gli Scortesi Giovane Favoloso.

Gli Scortesi sono una band nata nelle borgate di periferia a sud di Roma sul finire del 2015. Da allora tanti live, l’uscita di tre singoli (Gabbiani, Lexotane I Trentenni Non Esistono) e le registrazioni in studio del primo LP. Buona Convivenza, la canzone scelta come singolo, è il brano che meglio riassume lo spirito del gruppo e che esprime l’incapacità di due persone di coesistere nello stesso spazio, sia esso fisico o mentale.

Giovane Favoloso è un ragazzo della provincia toscana ma abita ormai quasi stabilmente a Roma.
Ha suonato in alcune band prima di intraprendere il suo progetto musicale da solista.

Il DJ Set della serata, di genere indie rock, sarà curato da TSIND. Si assisterà, inoltre, all’esposizione delle creazioni di Noemi Intino costume design, delle installazioni di Gubrin – Claudia Intino, oltre che di alcune delle foto di Matteo Casilli, tratte dalla sua ultima opera “Musician”, in mostra permanente nel foyer del teatro. Molto rumore per nulla apre le porte dell’ambiente teatrale a declinazioni artistiche inconsuete, con il nuovissimo BAR che farà da sfondo a ogni evento, accompagnandolo con cibi e bevande di qualità. Ogni aperitivo avrà luogo nel foyer del teatro.

Relazioni Stampa e Media

MADE PressandEvents

press@madepressandevents.com 

+ 39 348 0905404

Le principesse delle favole nel nuovo tour del musical “Disincantate! Le più stronze del reame”

Con lo spettacolo, tenutosi al Teatro Orione di Roma il 12 gennaio scorso, la compagnia “i perFORMErs-produzioni artistiche” ha dato avvio al nuovo tour del musical “Disincantate! Le più stronze del reame”, l’esilarante show che rilegge le più famose principesse delle favole Disney in chiave moderna.

Il testo, scritto da Dennis T. Giacino, che ha riscosso grande successo presso il pubblico internazionale prima di sbarcare in Italia, racconta, infatti, la vita di Cenerentola, Biancaneve, della Bella Addormentata e tante altre, dopo il presunto e dai più creduto “lieto fine” delle loro storie.

Le mitiche principesse delle favole, diventate, secondo la cultura di massa simbolo delle donne che, nell’incontro con l’amore, trovano la loro fortuna e con essa la loro realizzazione, sono, in questo spettacolo, le protagoniste di ben altre vicende!

Dimenticate le principesse a cui siamo abituati a pensare: belle, dolci, di buone maniere e desiderose di incontrare il principe azzurro e vi ritroverete coinvolti in un mondo delle favole completamente ribaltato.

Un mondo in cui, oltre alle numerose e spassosissime allusioni sessuali che condiscono le gag comiche messe in scena, Ariel, pentita della scelta d’amore da lei compiuta, compare sul palcoscenico attaccata alla bottiglia (in seguito finirà per vomitare!), in cui Pocahontas (detta Porcahontas) è lesbica e in cui Bianca Neve recita un testo condito da numerose parolacce o in cui Rapunzel, munita di frustino, incita il pubblico -in un italiano dal marcato accento tedesco ed in tono minaccioso- ad improvvisare un coro.

Insomma, non è esattamente il lieto fine che ci eravamo figurati per queste giovani e belle ragazze…

Intanto, grazie al capovolgimento effettuato, in chiave comica, dei personaggi femminili delle più famose favole di sempre, lo stimolo a ragionare sul cambiamento del ruolo delle donne nel microcosmo familiare, oltre che sulle strategie di marketing -fatte proprie dagli autori Disney per continuare a vendere i loro prodotti in una società in evoluzione- è garantito.

Il cast, tutto al femminile, è composto da sette performer giovani ed effervescenti. Sei di queste le ritroviamo nei panni delle note principesse e, dotate tutte di ottima voce, sono Simona Distefano (che interpreta La Sirenetta, Belle e Raperonzolo), Claudia Belluomini (alias La Bella Addormentata) Claudia Cecchini, (in Biancaneve), Dolores Diaz (come La Principessa che baciò il Ranocchio), Angela Pascucci (nei personaggi di Pocahontas, Mulan e Jasmine) e Giulia Mattarucco (nella parte di Cenerentola, la stupidotta), mentre Eleonora Beddini, nel ruolo di Fata Madrina, rappresenta l’orchestra dello spettacolo suonando dal vivo e per tutto il tempo dell’esibizione.

Il musical, diretto e adattato dal regista Matteo Borghi, è stato realizzato con le coreografie di Luca Peluso e con le liriche italiane di Nino Pratticò. Se siamo riusciti ad incuriosirvi, le prossime date del tour sono consultabili sul sito http://www.disincantateilmusical.it/.

Il weekend al Nuovo Teatro Orione: Disincantante! e Ti amo sei perfetto ora cambia

Dopo il successo di Lady Oscar e BOOM prosegue il Mindie, la rassegna pensata da Andrea Palotto e Marco Spatuzzi con l’obiettivo di presentare al pubblico i migliori spettacoli indipendenti di teatro musicale sul territorio nazionale in un weekend al Nuovo Teatro Orione del tutto inedito.

Venerdì 12 gennaio alle ore 21.00 andrà in scena il musical off-Broadway “Disincantate! – Le più stronze del Reame”, per la regia di Matteo Borghi. Dopo i successi internazionali le eroine delle fiabe più famose saliranno sul palcoscenico del Nuovo Teatro Orione per riscrivere le loro storie e dimostrare a tutti di essere tutt’altro che indifese. Un varietà esilarante, a ritmo di divertenti esibizioni, gag comiche e numeri da vere star.

Lo spettacolo nasce dall’idea di Dennis T. Giacino, un ex insegnante di storia che, durante una lezione sull’insediamento coloniale a Jamestown, in Virginia, si chiese: come sarebbe stata la vera Pocahontas nel 1616, rispetto all’immagine della ragazza giovane, dai lunghi capelli neri con la minigonna di pelle di cervo che abbiamo amato nel film di animazione del 1995? Ben presto l’autore si rese conto che anche le altre principesse erano ben lontane da ciò che sono diventate agli occhi di grandi e piccini.

Nel cast: Claudia Belluomini (La bella Addormentata), Claudia Cecchini (Biancaneve), Maria Dolores Diaz (La Principessa che baciò il Ranocchio), Simona Distefano (Belle, Rapunzel, La Sirenetta), Giulia Mattarucco (Cenerentola), Angela Pascucci (Mulan, Pocahotas, Badroulbadour)

Il weekend al Nuovo Teatro Orione continua sabato 13 gennaio sarà la volta di TI AMO SEI PERFETTO ORA CAMBIA di Joe Di Pietro e Jimmy Roberts e per la regia di Marco Simeoli.

Questo esilarante, intelligente e ironico musical “da camera” esplora i tormenti e le tribolazioni dell’accidentato percorso verso l’approdo alla vita di coppia – single “sfigati” che non vorrebbero più rimanere tali; emozioni e delusioni del primo appuntamento; gioie e dolori del matrimonio; i suoceri! – mescolando cinico realismo e romantica umanità. Musiche e canzoni sottolineano drammaturgicamente i momenti più significativi, e se la comicità e le risate scandiscono il susseguirsi delle tante situazioni imbarazzanti – in cui molti di noi hanno avuto la sfortuna di incappare – come in tutte le belle scritture si raccontano grandi verità che inevitabilmente commuovono.

Questa commedia, un vero e proprio cult “off Broadway”, ha al suo attivo allestimenti in tutto il mondo. E chissà se alla fine potrete dire anche voi: “Ti amo, sei perfetto, ora cambia!”.

Nel cast: Daniele Derogatis, Piero Di Blasio, Stefania Fratepietro e Valeria Monetti

La più meglio gioventù sul palco del Nuovo Teatro Orione di Roma

Il 21 Ottobre alle ore 21.00 La più meglio gioventù andrà in scena sul palco del Nuovo Teatro Orione di Roma e garantirà un’atmosfera esilarante, con battute fulminanti, sarcastiche, ironiche e frizzanti.

Con inaspettate incursioni sul palco di ospiti noti e uno stile ispirato dal teatro canzone di Gaber, da richiami a Woody Allen, Ben Stiller, Marco Tullio Giordana e Samuel Beckett, La più meglio gioventù” nasce da un’idea di Alessandro Bardani e Francesco Montanari che, nei panni di loro stessi si ritrovano a scambiare opinioni sul mondo che li circonda, esprimendo a ruota libera pensieri, pareri ed ansie del tempo attuale.

Montanari e Bardani sono ormai una coppia di fatto in quanto a collaborazioni artistiche, hanno già recitato insieme in tv nella serie “Romanzo Criminale”, in teatro nel reading tributo “Grazie ancora Signor Gaber” e nello spettacolo teatrale campione di incassi che ha goduto della partecipazione di Giorgio Colangeli: “Il più bel secolo della mia vita”, scritto e diretto da Bardani stesso insieme a Luigi Di Capua dei The Pills.

MADE press and events
press@madepressandevents.com
+ 39 348 0905404

Stato liquido – Falcone e Borsellino al Nuovo Teatro Orione

STATO LIQUIDO – Falcone e Borsellino al Teatro Orione

Scritto e diretto da Sofia Bolognini – Produzione Young Theatre – Intervallo Teatro.
Con Alessandro Di Giulio, Alberto Albertino, Roberta Azzarone, Eletta Del Castillo, Tony Scarfì.

Uno spettacolo pensato per le nuove generazioni da una giovane autrice e regista nata proprio mentre Via D’Amelio s’infuocava.
Stato Liquido e’ la storia di quei bui anni che rivoluzionarono l’antimafia e che segnarono indelebilmente l’opinione pubblica scoperchiando definitivamente la tana del mostro mafioso.

A venticinque anni dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio Intervallo Teatro propone il progetto  Stato Liquido”, con cui si rappresenterà la storia di quei bui anni che rivoluzionarono l’antimafia, ripercorrendo i momenti cruciali della vita dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino dagli anni ‘80 fino a giungere al 1992, l’anno delle stragi; eventi che segnarono indelebilmente la storia della lotta antimafia, scoperchiando definitivamente la mafia tentacolare nel territorio italiano.

Le scene sono realizzate in collaborazione con i ragazzi del Liceo Artistico Paritario “San Giuseppe” di Grottaferrata.

La piéce si svela in una serata-evento di anteprima per poi intraprendere una tournée di matinée dedicati alle scuole.

Prevendite su I-Ticket.it
Info allo 0692926680

Presentazione il 13 ottobre 2017

Nuovo Teatro Orione – Via Tortona n. 7 . Roma.

 

Nuovo davvero, la nuova stagione del Nuovo Teatro Orione

“Nuovo davvero”. Questa la filosofia della stagione 2017/2018 dell’intraprendente Nuovo Teatro Orione romano.

Un claim che viene divulgato a voce alta dalla oramai nota nuova gestione e che si respira in maniera palpabile in tutta la programmazione che verrà presentata al pubblico durante la conferenza stampa del 21 settembre 2017 alle ore 11,00: una miscela di intrattenimento, cultura, incontri e approfondimenti, capaci di rendere la stagione viva e attiva, avvicinandosi al pubblico con un ampio ventaglio di iniziative.

Uno spettatore preso per mano, attratto e sedotto da una proposta mai banale, valorizzata certamente da attori come Francesco Montanari, Alessandro Barbani, Giorgio Colangeli, ma allo stesso tempo arricchita con le proposte inedite del MINDIE, la rassegna di spettacoli indipendenti di teatro musicale curata da Andrea Palotto e gli appuntamenti singolari di Corti da legare e Costellazione cancro, incontri incentrati rispettivamente su temi di natura psicologica e medico-scientifica che avranno luogo sul palcoscenico del teatro dando ampio spazio al libero e diretto confronto con il pubblico.

Un cartellone eclettico, dove il contenuto prende il sopravvento e la necessità di comunicazione garantisce interventi “nuovi”, che possano incuriosire e insegnare.