Home / Tag Archives: orologi

Tag Archives: orologi

Orologi da uomo, i modelli che fanno storia

“Happy to announce that your watch works as well at 11,000 meters as it does on the surface.”

Questa frase venne trasmessa il 23 gennaio del 1960 dopo che il batiscafo Trieste ebbe toccato e risalito il fondo della depressione del Challenger Deep nella Fossa delle Marianne, il punto più profondo dell’oceano. A parlare era l’esploratore Jacques Piccard subito dopo aver slegato un Rolex DeepSea Special dallo scafo del batiscafo; da questo modello derivano i Sea-Dweller e i Sub-Mariner, orologi studiati appositamente per le immersione e per sopportare la pressione delle atmosfere in profondità, malgrado il successo prettamente dovuto alla loro estetica.

deepseaspecialSe ci si interessa di orologeria da polso, l’unico gioiello concesso all’uomo, si scoprono tanti aneddoti interessanti, la maggior parte dovuti alle specifiche richieste che sono alla base dello sviluppo dei particolari modelli che hanno fatto la storia dell’orologeria.

E’ il caso del più famoso modello di Jaeger-LeCoultre ad esempio, il Reverso. I soldati inglesi di stanza in India, allora colonia britannica, erano soliti impegnare il loro tempo libero giocando a polo o cricket. Erano estremamente frequenti i casi in cui si rompevano i loro orologi da polso durante il gioco e un giorno, uno di loro raccontò il suo grande dispiacere nell’aver rotto irrimediabilmente un orologio di famiglia sul campo a César De Trey, futuro dirigente di quella che sarà la Jaeger-LeCoultre. Da lì nacque l’idea del Reverso, il cui disegno fu affidato al designer René-Alfred Chauvot. Alla Le Coultre inventarono un orologio provvisto di una cassa di forma rettangolare, che permettesse di essere ribaltata su se stessa anche quando indossata, in modo tale da poter proteggere il quadrante dagli urti durante un partita di polo.

ReversoAdAlle necessità dei piloti della seconda guerra mondiale invece si devono modelli come gli IWC mark 11 e derivazioni, l’Air-King della Rolex (anche nei precedenti Air-Rocket e Air-Lion) gli Omega 6B159 e simili. A partire dal 1940, sulla base di specifiche militari le case orologiaie svilupparono orologi da polso voluminosi con quadranti chiari ed essenziali, per la facile lettura e con indici luminescenti con fosforo o trizio (capaci di esser letti anche durante le missioni notturne) per essere adoperati dai piloti in ricognizione o più generalmente in azione a supporto delle strumentazioni di bordo. Come è essenziale per un sub fare i conti con l’ossigeno durante un immersione ad esempio, per un pilota allora era fondamentale fare i conti con il carburante.

Anche il GMT-Master Rolex trae origine da richieste dell’avionica. La Pan-Am Airlines, in seguito all’adozione dei nuovi jet Boeing impiegati nei voli intercontinentali senza scalo, si propose di fronteggiare un problema mai sorto prima d’ora, il jet-lag. Dalla partnership Rolex & Pan-Am nacque questo modello di grande successo, di cui venivano forniti i piloti ed il personale di bordo che si trovano ad attraversare diversi fusi orari in un lasso di tempo relativamente breve, senza perdere il senso del tempo. Studi psicologici evidenziarono i benefici derivanti dal poter conoscere contemporaneamente l’ora locale e quella del luogo di partenza. L’orologio provvisto di una lancetta accessoria che poca essere regolata su un diverso fusorio, era anche provvisto di una ghiera divisa in due colorazioni (nero e rosso, blu e rosso) per evidenziare le ore del giorno e della notte.

ACLrolexmay1