Home / Tag Archives: PiùCulture

Tag Archives: PiùCulture

Multiculturalismo e integrazione nel II Municipio di Roma grazie all’associazione PiùCulture

Nel 2010 a Roma, grazie all’intuizione di un gruppo di cittadini sensibili alle problematiche sociali del proprio territorio, è nata un’importante realtà associativa che favorisce, da circa 8 anni nel II Municipio dell’Urbe, l’integrazione tra persone appartenenti a culture differenti. Parliamo dell’associazione di volontariato PiùCulture, un grande progetto di responsabilità sociale se solo consideriamo il numero degli abitanti stranieri della città di Roma –circa 365.000, ovvero il 12% dell’intera popolazione– e il grande rilievo mediatico che negli ultimi anni ha assunto il problema dell’immigrazione e, con esso, quello dell’integrazione.

Animata da un’effervescente dinamismo, PiùCulture opera nel settore del volontariato muovendosi lungo tre direttrici principali. La prima è rappresentata dall’attività che i volontari dell’associazione svolgono presso le scuole pubbliche. In orari prestabiliti viene, dunque, offerto supporto linguistico a tutti quegli studenti che, non avendo una buona conoscenza della lingua italiana, incontrano difficoltà tanto nell’apprendimento delle materie scolastiche quanto, soprattutto, nelle relazioni sociali.

A tal proposito Nicoletta del Pesco, Direttore responsabile del giornale on-line PiùCulture, nato contemporaneamente all’associazione per dare voce alla stessa e alle tematiche legate all’intercultura, riferisce che la scuola è uno dei luoghi principe da cui far iniziare l’integrazione. Il supporto che i volontari di PiùCulture offrono non è solo un supporto linguistico, ma anche di introduzione alla società e alla cultura italiana. Non può essere definito un doposcuola, ma l’approccio alla lingua si fa con modalità spesso giocose per facilitare l’interlocuzione con chi, alle volte, non ha neanche la conoscenza dell’alfabeto italiano. I risultati, cui questa prima importante tipologia di attività di PiùCulture porta, sono sempre molto apprezzati sia dai giovani apprendisti che dai loro insegnanti i quali effettivamente registrano maggiore integrazione con gli altri compagni”. Ed è questa un’attività che non cessa di proseguire neanche l’estate se pensiamo che l’anno scorso PiùCulture è stata impegnata nel progetto di un centro estivo, finanziato con l’8X1000 della Chiesa Valdese e realizzato con le scuole elementari e medie dell’istituto comprensivo Winckelmann di Via Lanciani.

La seconda attività principale svolta dall’associazione è rappresentata dal già citato giornale on-line PiùCulture. Nato nel 2010 e composto da una giovane redazione, specializzata nel giornalismo sociale, questa testata registrata è, secondo il suo Direttore responsabile, Nicoletta del Pesco (già giornalista professionista per la Rai, il Gruppo Espresso e diversi quotidiani locali) un “piccolo miracolo”.

Basta collegarsi al suo sito per rendersi conto di ciò che esso rappresenta. Non si tratta solo di un informatore in continuo aggiornamento sulle news provenienti dal mondo dell’intercultura, ma di una piattaforma mediatica in grado di dare voce ad importanti valori sociali oltre che politici.

Lo spirito che anima il giornale in questione, infatti, è volto a debellare la paura e la diffidenza che troppo spesso vengono alimentate, soprattutto da alcune correnti politiche, nei confronti dello straniero.

Proprio in ragione della strumentalizzazione politica che il tema dell’immigrazione soffre da qualche tempo a questa parte, è interessante notare che, nonostante la percentuale degli abitanti stranieri nel II Municipio sia rimasta invariata dal 2008 fino ad oggi (rappresentando il 10% della popolazione), è un fenomeno solo degli ultimi anni quello per il quale la presenza degli immigrati viene avvertita come una minaccia.

PiùCulture, proprio attraverso i suoi variegati scritti (tante le sezioni offerte: dalla cittadinanza allo sport, passando per cultura, economia, religioni, scuola e salute), indaga sullo xenos, sulla sua storia, sulla sua cultura rendendolo così conoscibile e meno alieno agli occhi del lettore.

E se all’inizio è stato necessario interpellare le ambasciate, gli istituti di cultura e le moschee al fine di censire ed intercettare gli stranieri presenti nel II Municipio per poterli raccontare, oggi, il magazine PiùCulture vanta una rete fatta da 100.000 contatti con più di 9000 follower sui social.

Infine, il terzo ramo, su cui PiùCulture spende principalmente le proprie energie, consiste nell’organizzazione di presentazioni di libri, di mostre, di esposizioni fotografiche e, più in generale, di eventi culturali che, sempre connessi con il tema del multiculturalismo, aprono orizzonti e favoriscono integrazione.

PiùCulture rappresenta, per tutto quello che abbiamo detto, un prezioso esempio di responsabilità sociale.

Frutto di una società che intende risolvere le problematiche sociali connesse alla coesistenza di tante culture eterogenee, PiùCulture studia e monitora il proprio territorio e le persone che lo abitano, offrendo al contempo valide e costruttive soluzioni per il consolidamento di una comunità civile ed integrata.