Home / Tag Archives: Rione Monti

Tag Archives: Rione Monti

LOOPS | Artchivio – Cultrise. Un’esperienza surreale

La sera dell’11 gennaio tre artisti ci invitano a varcare la soglia di un ambiente surreale. Un’ex rimessa dell’ATAC, nel cuore del rione Monti, diventerà la sede di un’esperienza visiva e sonora che ti trasporterà in un universo parallelo.

Loops è un evento prodotto da Artchivio e Cultrise. L’evento avrà luogo giovedì 11 gennaio nei suggestivi spazi del Popping Club di via Baccina a Roma, un’ex rimessa dell’ATAC oggi adibita a spazio espositivo. Il momento centrale della serata è una performance audiovisiva di Meta-, seguito dall’esposizione delle opere del giovanissimo Mario Carlo Iusi. Questi due momenti si situeranno in momenti diversi della serata e in parti diverse dello spazio, ma formeranno un insieme omogeneo che avvolgerà lo spettatore a mano a mano che l’evento procede. Tramite l’unione di arti visive e sonore, Loops propone al pubblico un’esperienza sensoriale dal carattere immersivo inedita nel panorama romano. L’evento aprirà alle 19:00, e per partecipare sarà necessario registrarsi ad una lista di accredito. Il costo del biglietto è di 10 euro e include un open bar di vino e un rinfresco.
Loops è cerchio, circolo, ciclo, sequenza, ripetizione. Loops è al tempo stesso un’immersione e un’evasione dalla circolarità del tempo.
Meta- è un duo di musica elettronica sperimentale attivo dal 2014, composto da Simone Giudice e Luigi Calfa. I due musicisti si sono formati tra studi di composizione in conservatorio e live performances in club ed eventi. Ad oggi hanno al loro attivo la pubblicazione di una release (Ambienti vol. I – Kabalion Records) e la presentazione di una live performance multimediale intitolata “Nova” (presentata al Centro di Ricerche per le Arti Contemporanee di Lamezia Terme). Negli ultimi anni si sono esibiti in tutta Italia, e nel 2017. Per Loops, Meta- propone una performance inedita e site-specific, costruita appositamente per valorizzare le suggestione offerte dagli spazi dell’ex rimessa dell’ATAC. Tramite l’interazione continua tra suono e immagine, il duo punta a creare uno spazio di ascolto e di visione in grado di trasportare lo spettatore in un ambiente percettivo alternativo.
Mario Carlo Iusi, ventiduenne originario di Alatri e attualmente studente di filosofia, è un artista poliedrico che spazia dalla pittura al cinema. La sua ricerca artistica affonda le proprie radici nel terreno della Street art. Ispirato dalla lettura di Paul Klee, Iusi elabora un linguaggio espressivo originale e approfondisce la tecnica pittorica e il disegno. Il frutto della sua ricerca più recente è l’ideazione di cornici dotate di un sistema di illuminazione a led capaci di interagire in maniera inedita sia con l’opera sia con il pubblico. Nel 2017 è il più giovane pittore ad esporre le sue opere alla Rome Art Week, e in questi giorni le sue opere sono esposte presso la galleria la Nuvola di Via Margutta accanto ai grandi nomi dell’arte contemporanea. Collaborando con Meta- per Loops, Iusi esplorerà le molteplici possibilità di dialogo tra luce, suono e colore, dando vita a scenari perturbanti ed immersivi capaci di abbracciare completamente lo spettatore.
L’evento è prodotto da Artchivio e Cultrise, due realtà emergenti sulla scena artistica Romana che condividono l’obiettivo di promuovere la creatività. Nato nel 2017, Artchivio è un nuova rete di artisti e professionisti creativi. Il sito www.artchivioweb.com ospita un network tramite il quale tutti i creativi possono condividere il proprio portfolio, entrare in contatto tra loro e sviluppare progetti. Artchivio è anche una casa di produzione che produce eventi e contenuti originali, con l’intento di dare visibilità e opportunità a tutti i giovani professionisti della creatività. CultRise nasce nel 2014 con l’obiettivo di promuovere giovani talenti, collettivi artistici e menti creative attivi in diversi settori dell’arte e della cultura. Ad oggi l’associazione vanta numerose collaborazioni artistiche e un ricco portfolio di mostre ed eventi curati a Roma e in alcune delle maggiori manifestazioni culturali nazionali.
11 gennaio 2018
via Baccina 84 Rione Monti
h 19.00 Enter the Loop
h 20.00 Loop 1
h 21.00 Loop 2

É arrivata La FINE

Roma, via Nazionale 183. A questo indirizzo, lo storico teatro Piccolo Eliseo ma non solo. Il 5 ottobre negli spazi off del teatro è stata inaugurata una nuova area dedicata alla musica 100%. Concerti, party e dj set, cocktail bar. Tra drink e nuove tendenze, tutti i giorni, dopo la chiusura del teatro, dalle 22.30 fino a tarda notte La FINE con i suoi eventi da non perdere.

Ecco il programma di questo long week-end

  • Giovedì 9 novembre 2017

CENTRIFICATION

Il nuovo giovedì disco & funk & electro di Roma è qui. Un dj set con una vagonata di ritmi matti che attraverseranno 40 anni di elettronica. Gran cerimoniere un maestro del djing romano: Hugo Sanchez. Mani in alto.

Free entry

  • Venerdì 10 novembre 2017

DISCO STRESS w/LUCA & DONATO EPIRO

Prima il live di uno dei più apprezzati sperimentatori elettronici in Italia. Poi il dj set all night long con un campione della consolle: tra disco, funk, library: Francisco/L.U.C.A. Do Stress.

Free entry

  • Sabato 11 novembre 2017

KINGDOM DELUXE

Lady Coco & Bds Gang presentano Kingdom. Il nuovo format tra trap, hip-hop, rap, tutto il black di cui avete bisogno è qui.

Il sabato sera è fatto per sculettare.

Free entry

 

INFO

Via Nazionale 183, Rione Monti, Roma

Aperto tutti i giorni, 22.30- 03.00

Sempre free entry (se non diversamente specificato)

http://www.lafine.it

Facebook: La FINE

@lafineroma

 

Eugenia de Petra inaugura La Stanza, il nuovo spazio creativo a cura di Studio Pivot

La Stanza è il nuovo cuore creativo del rione Monti. A cura di Studio Pivot, ogni settimana accoglierà designer, curatori, artisti, fotografi e realtà indipendenti che svilupperanno al suo interno progetti speciali.

La prima esposizione che inaugura lo spazio è (Ir)regular lines di Eugenia de Petra. Con questo progetto le linee regolari delle immagini dell’artista fondono equilibrio visivo e razionalità prospettica, portando lo sguardo a percorrere una strada che ha un inizio e una fine, appunto regolari. Eugenia de Petra ha voluto concentrarsi sugli angoli che si creano grazie alla struttura architettonica e grazie alla sua inquadratura. Sono presenti linee che tagliano il cielo e accompagnano lo sguardo dell’osservatore a porsi domande sull’immagine in questione e chinando la testa verso destra o sinistra questi potranno lasciarsi trasportare dall’immaginazione. L’artista in questo modo riesce a mischiare realtà e razionalità architettonica con irrealtà data da un punto di vista inusuale. (Ir)regular Lines è frutto di un percorso artistico iniziato con il progetto Isole, “luoghi distanti, conchiusi e visti spesso da lontano” come li definisce l’artista nei quali la stessa si abbandona al fascino delle linee e delle forme della struttura.

La mostra sarà accessibile fino al 13 Giugno, dal 14 Giugno si potrà invece apprezzare Prove Remote di Andrea De Fusco che esporrà ne La stanza di Monti fino al 18 Giugno.

 

8-13 giugno – Eugenia de Petra w/ (Ir)regular Lines
14-18 giugno – Andrea De Fusco | Prove Remote
Info e orari: https://lastanzamonti.tumblr.com/
Per iscriversi alla mailing list: https://goo.gl/EA2wHs
Instagram: https://www.instagram.com/lastanzamonti/
Per avere informazioni sullo spazio: lastanza@studiopivot.it

La Stanza – Via Cimarra 57/a – Rione Monti

CultRise – Chi ha detto che a Roma non si fa nulla?

Nel panorama italiano da un decennio si ripete, in una banalità degna di Severgnini, che a Roma non si fa mai nulla. Una generazione attanagliata da disoccupazione e perdita del più grande patrimonio storico artistico del mondo, cerca svaghi in luoghi lontani e spesso privi di concretezza tecnica e senso della bellezza.

Nulla è più falso del considerare Roma una città morta. Essa, lontana da fiere del mangiare ogm e musei in 3D pulsa nuove energie lontane dai riflettori, ma con i riflessi che si irradiano nel futuro.

Così nel Rione Monti, nel lato lontano dalla Banca d’Italia, da stasera apre la serranda del network artistico e multidisciplinare CultRise a Via Madonna dei Monti 27. Il tutto con una ” Mostra d’arte ” che ha scelto di essere legittimata attraverso i contenuti e non in un titolo ( brand ) iper concettuale.

I contenuti della mostra spazieranno tra pittura tradizionale sia figurativa che astratta, street art, illustrazioni, sculture , installazioni, oggetti di design, fotografie e recycled art. Sette artisti, divisi da stili e tecniche e uniti nel network di CultRise: Luca Barrel, Jerico, Gian Maria Marcaccini, Jacopo Brogioni, Simone Martini, Flavia Grazioli e Cecilia Caporlingua ( fondatrice di CultRise).

Alle 20 Jacopo Troiani presenterà il suo nuovo album dal titolo: “Alba o Tramonto ?”. In versione acustica per travolgere elegantemente il pubblico che accompagnerà il pomeriggio monticiano.

Chi ha detto che a Roma non si fa nulla?