Home / Tag Archives: Solidarietà

Tag Archives: Solidarietà

CHRISTMAS SORTE : E’ Natale e a Natale si può fare di più 

Il Natale è quasi arrivato e l’Associazione So.R.Te. -Solidarietà Romana sul Territorio- ha deciso di renderlo più speciale organizzando una serata dove “divertimento” è la parola chiave e “solidarietà” l’arma vincente.

Il 21 dicembre dalle ore 20 presso il Centro Sportivo Flaminio – Via Due Ponti 115 ¬- So.R.Te. vi aspetta per una grande tombolata ricca di premi, una riffa con tanti colpi di scena, una tavola imbandita di piatti tipici natalizi, musica di sottofondo e un’atmosfera che non vi lascerà delusi.

Fondamentale per la realizzazione di questa iniziativa, oltre allo straordinario lavoro dei volontari, è stato il supporto e la collaborazione di numerosi sponsor che hanno deciso di sostenere i progetti dell’Associazione e di “mettersi in gioco” per una giusta causa!

Il contributo di 25 euro sarà destinato oltre che alle numerose attività di volontariato che l’associazione svolge nel suo quotidiano anche e soprattutto ai tanti nuovi progetti pronti per essere realizzati.
Tra questi c’è #SmilingToy, una bellissima iniziativa nata in collaborazione con Afron – Oncologia per L’africa Onlus-associazione che da anni si occupa in Africa della prevenzione del cancro, grazie alla quale il prossimo 15 febbraio nella Giornata Mondiale contro i Tumori Infantili sarà organizzata una grande festa presso  l’Uganda Cancer Institute di Kampala  per donare a tutti i bambini ricoverati nuovi giocattoli e materiale didattico di accompagnamento allo studio.

I traguardi raggiunti in questi anni sono tanti ma le speranze per il futuro sono ancora di più, ed è proprio con questo auspicio che “Christmas Sorte” vuole riunire chiunque abbia voglia di offrire il suo contributo.

Dicono che “a Natale siamo tutti più buoni”, perché non crederci?
Natale è la famiglia riunita sotto lo stesso tetto e gli amici che si ritrovano per grandi cartate. È gentilezza e disponibilità, anche quando il tempo è poco e le cose ancora da fare sono tante; è la corsa per gli ultimi regali e l’euforia di un bambino che scrive la letterina a Babbo Natale con la speranza che i suoi desideri vengano realizzati. Natale è fare il possibile affinchè tutti i bambini abbiamo un loro Babbo Natale. Natale è condivisione, è vecchi ricordi che tornano alla mente e strappano un sorriso. È dire “ti voglio bene”senza che la cosa risulti strana.
Natale è trovare un po’ di tempo da dedicare alla realtà che ci circonda. E’ quel momento in cui, tendere la mano a chi ha più bisogno, che sia amico o persona sconosciuta, viene quasi spontaneo. È pensare a cosa può essere fatto meglio, a cosa può essere cambiato.

Natale è un piccolo gesto che da speranza a chi lo riceve e rende fortunato chi lo dona.

Christmas Sorte, noi ci saremo e voi ?

Per info inviare una email a so.r.te@hotmail.it

Buena SO.R.TE.: aperitivo solidale e presentazione del libro “Uniti nella SO.R.TE.”

Aperitivo solidale e presentazione del libro “Uniti nella SO.R.TE.”

Giovedì 20 luglio dalle ore 19 al Timo Coktail Bar a Roma -Lungotevere degli Anguillara (Si consiglia di scendere dalle scale di Ponte Garibaldi (Trastevere)

Un mio amico tempo addietro scrisse ” Sulle rovine di Roma si costruisce, non si gioisce”. Una frase che nella sua esistenza e in quella dei ragazzi di SO.R.TE è divenuta realtà. Certamente, l’Urbe vive molteplici problemi, ma la convinzione è che sia vittima anche di un gioco mediatico e politico, il quale amplifica ogni sua problematicità. Ora, se la generazione dei nostri padri è stata figlia del sogno utopistico, la nostra generazione è figlia del ” fare ” senza proclami. Per questo motivo, di fronte alla scialba risposta di una latente classe dirigente, si è deciso con Polinice di portare alal ribalta il libro ” Sorte ” che racconta la storia, in modo anche romanzato, dell’Onlus che è esempio.

E’ nelle viscere di Roma che si ripercuote la citazione di Marco Aurelio ” Essere Esempio “. La cui statua, che in realtà è un’allegoria in onore dell’Imperatore Carlo V costruttore d’Europa, ma all’epoca osteggiato da un Papa fiorentino. I ragazzi di SO.R.TE si posso ritenere un “esempio”. Il romanzo che ne racconta la formazione e crescita pone il lettore davanti a un  racconto, con pippole di autobiografia, che si pone quasi come un film neorealista sulle vicende e le storie di Roma. Un racconto puro, scritto da Tommaso Buda che annovera insegnamenti e spaccati di una quotidianità che tra qualche decennio verrà ripresa, poiichè i suoi frutti saranno m,olteplici. Non frutti materiali, quanto più morali e di persone.

Quello di Tommaso Buda è un puro omaggio a Roma e la quarta di copertina del libro ne spiega il motivo

” Roma è la città più grande d’Italia, la più popolata. Forse, anche tra le più problematiche. Povertà, abbandono, incuria e degrado sono solo alcune delle verità nascoste dal mito illusorio della “Città eterna”.

Radunati attorno a un tavolo, dodici tra ragazze e ragazzi hanno brindato a un progetto ambizioso: combattere il disagio sociale. L’incosciente e propulsivo spirito di gioventù li ha chiamati alle soglie di una casa-famiglia della periferia capitolina, con buste contenenti beni di prima necessità. Così, spontaneamente, è nata SO.R.TE (Solidarietà Romana sul TErritorio): un’associazione di promozione sociale composta di soli giovani. Oggi centocinquanta. Così è cominciato il suo viaggio pieno di curve nella strada del terzo settore, che l’avrebbe portata, nei suoi primi tre anni e mezzo, a vivere esperienze incantevoli ed episodi tragicamente significativi; a raggiungere piccoli traguardi e consapevolezze più amare. Che un traguardo definitivo, innanzitutto, non esiste.

Considerazioni, esperienze e aneddoti sono racchiusi nelle poche pagine di una storia che si sviluppa dietro gli angoli della capitale, sotto i suoi ponti e lontano dalle piazze in cui si consuma, freneticamente, la consueta vita di città. ”

Una città, una passione e molte azioni, non buone, ma giuste. Un raqcconto che proveremo a condividere con voi Giovedì 20 Luglio, alle ore 19 presso ” Il Timo ” di Lungotevere degli Anguillara. Presenterà Gravia Pavoncello e avremo il sostegno dei ragazzi de ” Il Ventriloco “, una nuova rivista di Trastevere che non vuol far perdere la parte migliore del racconto di Roma. Buona Sorte a tutti.

Un goal per la solidarietà

Il mio piccolo e grande gruppo di coetanei romani da anni si riunisce per ricordare un caro amico. Un amico la cui limpidezza e l’impegno sportivo sono stati i tratti di un ragazzo forte ed educato. È da questi due tratti che nel corso degli anni, grazie alla mamma Cinzia Grassi e il papà Antonello Carta, si è costruita una famiglia più grande. Una famiglia composta da ragazzi e ragazze di diverse età, che dai campi del Futbol Club ha fatto di limpidezza e sport un modo per costruire ponti più grandi.
E così questo pomeriggio a Roma, dalle ore sedici, le associazioni Edoardo Con Noi e So.R.Te si sfideranno presso il Futbol Club in nome della solidarietà. Non delle semplici partite di calcio femminile e maschile, bensì un momento di vero sport. Lo sport che ha costruito negli anni la coscienza di centinaia di ragazzi e ragazze dei licei di Roma, i quali nel nome di Edoardo Carta si sono riuniscono ogni anno sul manto verde. L’obiettivo principale è di promuovere la ricerca sul diabete insulino dipendente e sostenere le attività di volontariato nel tessuto urbano romano.

Un appuntamento fatto di sport, solidarietà e dalla convinzione che ogni piccolo gesto possa avvicinarci al cielo.

Rame, Joe Victor e Jonny Blitz per Bring Back Those Colours

Nella cornice dell’Atelier Montez la musica d’autore romana incontra l’arte fotografica di Jacopo Brogioni per sostenere il progetto “ Bring Back Those Colours” a favore di Unicef Italia, prodotto da CultRise.

Ad aprire la serata sarà il cantautorato elettronica di RAME. Il gruppo nato dall’incontro con Fabio Grande e Matteo Portelli, RAME è il primo progetto ufficiale del cantautore romano Mattia Brescia a cui nel tempo si è unito Aron Carlocchia, pianista, produttore di musica elettronica e tastierista dei Mary in June e di AndyTrema. Quello di RAME rappresenta una commistione d’autore che dall’elettronica riesce a dar vita ad una voce del tutto originale e potente, che risuona, grazie ai testi di Brescia, tra le liriche dell’Arcadia e la poesia di Majakovsky. Un suono fuori dagli schemi per un pubblico colto e aperto al contemporaneo

A seguire per Bbtc si esibiranno i “Jonny Blizt”. Formatosi ormai sette anni addietro hanno riscosso sin da subito il plauso di critica e pubblico. La loro affiatata complicità diverte e convince il pubblico, sempre numeroso che già nel 2010 li ha visti vincere la seconda edizione del ROMA ROCK Giovani, vincendo il premio del pubblico e il premio della giuria. Colpa del sole è il loro secondo disco ufficiale ed il primo sotto l’egida di Maciste Dischi. Un album, maturo e non annoiato per una formazione che ha già fatto conoscere sé stessa oltre l’ambito romano.

A chiudere il concerto live ci penseranno i “Joe Victor”. I Joe Victor sono uno dei gruppi più luminosi e talentuosi di Roma. Se la trasmissione Gazebo li ha presentati alla nazione, è solo grazie alla tenacia e bravura che ha ottenuto il meritato successo. Le passioni comuni dei membri della band sono il Rock & Roll e il folk americano in tutte le sue forme, il Calypso e il Pop degli anni ’80. Questo mix di suoni viene sintetizzato in un suono mai noioso, capace di riscoprire sonorità del passato, portando un proposta fresca e non banale all’ascoltatore. Premiati dall’uscita del loro nuovo album “Blue Call Pink Riot” hanno risposto fin da subito all’appello per contribuire al futuro dell’infanizia in Nepal. Loro sono: Gabriele Mencacci Amalfitano, chitarra e voce; Valerio Almeida Roscioni, tastiere e voce; Michele Amoruso, basso; Mattia Bocchi, batteria e percussioni.

Una serata all’insegna della musica, del divertimento, ma soprattutto di partecipazione presso l’Atelier Montez che ospita dal 6 febbraio la mostra fotografica “Bring Back Those Colours”.

“Ridateci quei colori” è il progetto fotografico realizzato in Nepal da Jacopo Brogioni prima e dopo i devastanti terremoti che hanno colpito il paese nel 2015. Grazie al giovane team dell’Associazione CutlRise, “Bring Back Those Colours” dopo essere stato ospitato a Roma presso il MAXXI, a Milano durante l’Expo negli spazi del padiglione Nepal e Russia e al CRAC di Lamezia Terme arriva alla sua quarta tappa ed espone per un mese intero all’interno degli spazi dell’Atelier romano Montez, ponendosi come obiettivo non solo di sensibilizzare ma anche contribuire concretamente alla ripresa di un paese bisognoso di aiuto. Infatti il ricavato netto della mostra fotografica, della vendita delle opere e delle altre donazioni ricevute spontaneamente sarà interamente devoluto a UNICEF Italia.

Polinice ne è media partner con la consapevolezza di contribuire a una causa di solidarietà mettendo in relazione i talenti romani che vanno dalla fotografia alla scrittura, passando per la musica.

 

SABATO 20 FEBBRAIO

APERTURA AL PUBBLICO: ORE 21.30

MUSIC 4 NEPAL

Presso l’Atelier Montez |via di Pietralata, 147/A, Roma
Ingresso consentito fino ad esaurimento posti con una donazione minima di 5 Euro