Home / Tag Archives: star

Tag Archives: star

Perché si parla di Rihanna ingrassata

Per gli haters sei sempre “troppo”. Troppo magra, troppo grassa, troppo femminile, troppo mascolina, troppo timida, troppo sfacciata. Nascosti da nickname e mimetizzati tra decine di altri commenti possono fare quello che nella vita vera non fanno a viso aperto per codardia o per pudore: essere invidiosi. I social network annullano le distanze, creano una parvenza di familiarità per cui capita di sapere di più di qualcuno che non conosci ma segui su Twitter o Instagram che del tuo migliore amico. Da una parte ti trovi davanti a uno sconosciuto e ti verrebbe da chiamarlo per nome perché sai cosa fa, cosa mangia, dove va in vacanza, se è single o con chi si è appena fidanzato. Dall’altra abbiamo amici su Facebook a cui mettiamo like ma che non salutiamo per strada. Per la maggior parte delle persone l’effetto perverso dell’era della condivisione si ferma a quello sguardo tra il dubbioso e l’imbarazzato, ma per le celebrity si va molto oltre.

Quando i seguaci sono milioni, per ogni fan adorante c’è un “hater” che dice quello che vuole sapendo che non ci saranno, per lui, conseguenze. L’ultimo caso in ordine di tempo è quello di Rihanna.

La cantante attualmente è quinta tra i personaggi famosi con più followers, che nel suo caso sono ben 198.789.000, frutto della somma dei fan su Facebook , Twitter e Istagram.

Omg 😍😍🔥🔥🔥 #Thickanna ( Robyn in Mexico 🇲🇽)

Un post condiviso da RiRi♡ (@ririlegend) in data:

Negli ultimi giorni è stata sommersa da una pioggia di commenti, per lo più maschilisti e volgari, diventando l’ennesima vittima del bodyshaming. La colpa? Essere ingrassata. È apparsa con qualche chilo in più su cosce, fianchi e pancia. Nulla per cui valga la pena scatenare tanta rabbia, eppure sufficiente ad animare un vero e proprio dibattito social.

A puntare il dito contro la cantante di Barbados, 29 anni, è stato Chris Spags, giornalista di ‘Barstool Sports’, che ha pubblicato un articolo sulla popstar intitolato “Rihanna farà diventare il grasso l’ultima tendenza?” nel quale sottolineava come nelle scorse settimane le curve della cantante fossero esageratamente lievitate. Riri, si leggeva nell’articolo, ora rimosso dal sito, “si è goduta un po’ troppo a lungo il servizio in camera”. Il giornalista si poi è detto “preoccupato” per le fan della cantante. Essendo Rihanna una grande influencer, secondo Spags altre ragazze potrebbero seguire il suo esempio, guadagnando chili in eccesso per assomigliare alla loro beniamina.

“Presto – scrive il giornalista – le ragazze più sexy assomiglieranno agli umani di ‘Wall-E'”, e ancora: “Ora che Rihanna se ne va in giro come se avesse indosso una tenuta da sumo, prepariamoci a un mondo di donne a forma di Hindenburg fasciate nei costumi da bagno interi”.

In poche ore l’articolo ha raccolto centinaia di commenti. Gli mater hanno dato sfogo a commenti maschilisti e sessisti ma sono scese in campo anche le fan di Rihanna, che hanno l’hanno difesa con l’hashtag #Thickanna, gioco di parole tra ‘thick’ (grosso, pieno) e ‘Rihanna’. “Sei sempre sexy”, hanno scritto in molte su Twitter, prendendo le difese della popstar ed esprimendo solidarietà nei suoi confronti. “Rihanna è ingrassata” – cinguetta qualcun altro – ma solo io penso che sia come sempre favolosa?” e ancora “Rihanna una di noi”. “Dopo essere ingrassata, avevo perso fiducia in me stessa. Adesso grazie a te, mi rivedo sexy”.

 

Un post condiviso da SHB (@shopshb_) in data:

“Non sono né un fan di Rihanna né una donna – commenta un ragazzo – ma credo che l’articolo sia ripugnante. E poi sembra scritto da un ragazzino di 5 anni”. ‘Barstool Sports’ ha rimosso il contenuto, e il direttore del blog Dave Portnoy l’ha definito “poco divertente”, pur sostenendo che in fondo, il pezzo di Spags non era poi “così cattivo”. Insomma “haters” e “lovers” fa tutto parte del gioco. Fino a un certo punto.

I love your curves What does the rest matter! #thickanna #rihannafans #rihanna @badgalriri

Un post condiviso da Mauricio Alfredo (@mauriiiismile) in data:

Katie Holmes alla NY fashion Week: divorzi e altri rimedi

Katie-HolmesAvete presente le separazioni? Quegli eventi traumatici in cui lui per mettere alla prova la sua virilità esce con una svedese di vent’anni e lei per darsi un tono si fa un taglio sbarazzino, si compra un paio di tacchi 12 e si iscrive a un corso di bricolage?..Bene, moltiplicatelo all’infinito, portatelo negli abissi dell’eternità e vedrete appena uno spiraglio di quello che sono le separazioni a Hollywood. Una per tutte, l’ex signora Cruise. Mentre i santoni di Scientology aiutavano Cuore-Spezzato-Tom a cambiare fidanzata più o meno con la stessa facilità con cui Yattaman cambia le macchine da guerra, la dolce Katie può godersi il suo nuovo status. Quello di donna single in carriera. Per festeggiare il momento la Holmes si è concessa una giornata di shopping folle: 30 abiti da cocktail che ha acquistato da Barneys , 15 paia di stiletto firmate Christian Louboutin, e soprattutto lingerie per 15 mila dollari..

Molti l’hanno criticata..ed effettivamente la cifra è un po’ eccessiva..ma dite la verità, quante di voi guardando la famosa pubblicità “E tu, sei pronta?!” hanno pensato ai loro completini spaiati e ai mutandoni color carne che indossavano in quel momento? Se è vero che l’essenziale è invisibile agli occhi, è vero anche che nulla ti da sicurezza come la consapevolezza di avere la lingerie adeguata..che sia sotto il vestito da sera ma non di meno sotto la tuta..Quindi appurato che quei quindici mila euro gridavano “si sono pronta!”, c’era bisogno di staccarsi di dosso l’etichetta di ex signora Cruise..e tornare ad essere non la dolce e ingenua Katy di Dowson’sCreek ma Katy Holmes sexy donna in carriera…e quale miglior modo (Victoria Beckam docet) che non lanciare una propria collezione di abiti?!

Katie Holmes ha fatto il suo esordio sulle passerelle della settimana della moda di New York, presentando una collezione creata in collaborazione con la stilista Jeanne Yang, con cui collabora ormai da diverso tempo, firmata dall’etichetta Holmes & Yang. La linea presentata dall’ex signora Cruise è molto sobria, in linea con tutte le altre presentate sulle passerelle della Grande Mela, ma è estremamente femminile: è una collezione che la rispecchia, giovane e fresca, adatta ad essere indossata nella vita di tutti i giorni per avere sempre un tono easy chic. Gli abiti sono semplici, dalle linee tradizionali e pulite senza un particolare capo che spicca per particolarità, ma sono una collezione omogenea, forse un po’ troppo “povera”, dal momento che sono stati fatti uscire solamente quattordici modelli e per questo motivo sono stati parecchi gli scettici a storcere il naso sull’effettivo successo sul campo. Per quanto riguarda gli accessori, anche in questo caso non c’è uno che salta all’occhio, le borse sono di varie dimensioni e le scarpe, sobrie e bicolore, hanno la caratteristica comune del tacco altissimo, abbinabili a qualsiasi outfit.

Il successo della collezione sulle passerelle è stato trasversale, raccogliendo lunghi strali da parte di stampa e addetti a lavori, ma holmes08[3]per capire se davvero la linea di Katie Holmes potrà essere definita un successo bisogna attendere la prova sul campo, ovvero bisognerà attendere che qualche sua collega indossi un suo abito a qualche importante serata di gala o su qualche cat walk, come successe in passato proprio a Victoria Beckham, anche lei presente sulle passerelle Newyorchesi.

La Holmes non è la prima prestata al mondo della moda: prima di lei, tra le altre, Jennifer Lopez, Avril Lavigne, Heidi Klum. E io che pensavo che per fare la stilista.