Home / Tag Archives: sviluppo sostenibile

Tag Archives: sviluppo sostenibile

I CSRnatives: la consapevolezza giovanile della necessità di un futuro diverso

I CSRnatives vedono al futuro con occhi diversi, illuminati dalla consapevolezza che non si può parlare di domani senza un senso di responsabilità.

 

CSR, ossia “Corporate Social Responsability”, è l’acronimo utilizzato per indicare una modalità di gestione d’impresa ispirata alla sostenibilità e all’eticità, mediante politiche aziendali consapevoli delle ricadute non solo economiche ma anche ecologiche e sociali che hanno le scelte commerciali.

Traducibile in italiano in “Responsabilità Sociale d’Impresa” (e nel correlativo acronimo indigeno “RSI”), l’approccio ecologico-consapevole delle imprese, anche nostrane, rappresenta un positivo trend in continua estensione, nella consapevolezza che lo stesso apparire attenti alla salubrità ambientale e ad un sviluppo sostenibile, anche a voler tralasciare le ricadute positive di carattere globale, accresce lo stesso appeal dell’azienda. Si pensi, fra tutte, alle recenti forme, ancorché particolari ed innovative, che cercano di porre in risalto tale approccio, nonché al clamore mediatico relativo allo “scandalo” dell’utilizzo dell’olio di palma (sebbene non possa esimersi da indicare opposti visioni circa l’effettiva negatività dell’impiego industriale di tale grasso vegetale), con le conseguenti modifiche delle politiche aziendali prescelte dai grandi gruppi di produzione alimentare, subito attenti ad indicare sulle proprie confezioni l’assenza di olio di palma (a volte addirittura tramite campagne denigratorie ed illegali avverso più nota utilizzatrice dell’olio tropicale, ossia la Nutella, che tra l’altro, dopo un breve calo di vendite nel momento di “boom” di tale campagna contro l’olio di palma, sembra aver completamente recuperato il terreno precedentemente perso). Scelte pertanto che appaino congruamente motivato anche dal punto di vista economico-egoistico.

In tale scenario si instaura la creazione di una rete di giovani, perlopiù studenti universitari, che mira a creare un network tra le imprese e i privati, potenziali consumatori nonché membri delle realtà aziendali; un luogo di confronto costante ed informale dove recepire i bisogni e le aspettative delle realtà sociali.

Quale branchia del CSR, salone dell’innovazione sociale, il più importante evento in Italia dedicato alla sostenibilità e all’innovazione sociale, volto a mettere in risalto progetti ed idee per il futuro mediante un networking multidisciplinare, e fautore del primo “Giro d’Italia della CSR”, un tour volto a promuovere tale innovazione in giro per l’Italia e che si concluderà il prossimo 23 Maggio a Verona, i CSRnatives sono un’organizzazione, formata dapprima da gruppo di giovani ragazzi, principalmente universitari, coadiuvati dalla Prof.ssa Sobrero, e poi divenuto un vero e proprio network, diffusosi nelle principali città italiane e in progressiva crescita.

I CSRnatives si autodefiniscono sul loro sito “appassionati di sostenibilità”. E infatti, non essendo mossi dal fine aziendale già descritto, non potrebbe motivarsi differentemente questo interesse disinteressato ed al contempo totale, proponendosi come attori di un cambiamento che li porti a diventare degli “innovatori sociali”.

I CSRnatives manifestano una crescente consapevolezza verso un’attenzione sociale ed ambientale che non può più attendersi, esplicando un bisogno proprio di una generazione, quella che va dagli anni ’90 ai Millenians, che si interessa al mondo delle imprese non più solamente come consumatori “diretti” ma anche come soggetti potenzialmente lesi delle scelte aziendali, proponendo un nuovo modo di pensare lo sviluppo. Una visione documentata nel lavoro “l’azienda che vorrei”, successore del progetto “la sostenibilità peer to peer” realizzato l’anno precedente; entrambi gli ebooksono disponibili sul sito del network, dove viene anche esplicata la missione descritti tutti i partecipanti. Inoltre, particolarmente appare il progetto della “mappa della sostenibilità”, con cui i CSRnatives mirano a mappare le aziende che si sono messe in prima linea per avviare percorsi virtuosi innovativi verso la sostenibilità; tale proposito, a cui è già dedicato un apposito sito internet, vedrà una compiuta realizzazione il 30 settembre 2018.

D’altronde, si tratta di una questione di priorità: cosa si è disposti a fare per un maggiore profitto? è più importante un progresso della propria posizione lavorativa o la salvaguardia dell’ambiente? è meglio dare un futuro più “ricco”, “florido” in termini economici o scegliere di rileggere tali termini in una chiave sociale, mettendo in dubbio che i meri valori economici istituzionalmente utilizzati possano ancora valere come parametro per misurare la ricchezza e il benessere.