Home / Spettacolo / Musica / Il mistero di Kanye
kanye

Il mistero di Kanye

Negli ultimi anni Kanye West è diventato un po’ l’emblema degli eccessi della musica pop. Noto più per i suoi exploit sui social media che per la sua musica, più per i suoi bisticci con altre celebrità che per i suoi video, il rapper e produttore di Chicago non sembra avere nessuna intenzione di mettere a freno la sua strabordante personalità, ammesso che ne abbia il potere.

É giusto di qualche giorno fa la notizia del gigantesco buco nell’acqua che è stata la presentazione della sua quarta collezione di alta moda alla fashion week di New York, e ancora più recente è la sua vaneggiante risposta via Twitter ai critici di questa sua vena da designer.

Nonostante il trionfo mediatico riscosso nella diatriba con Taylor Swift, l’immagine del nostro resta quella di un edonista rimambito, con manie di grandezza fuori fuoco e una carriera basata sui titoli dei siti scandalistici.
Da una parte è un peccato che il più grande musicista pop dei nostri anni sia in un certo senso nascosto dietro questa cortina di fumo, fitta abbastanza da impedire a molti di identificare il suo vero valore; non credo sia esagerato ipotizzare che se il circo dei social media non gli desse modo di mettere in piazza tutte le sue numerose disfunzioni, Kanye avrebbe potuto raggiungere lo status che molti altri suoi colleghi nel pantheon più rarefatto della musica pop hanno ottenuto nel corso degli anni.

D’altro canto il fatto che, ancora prima che quella di creare musica, l’attività principale portata avanti da questo genio sembra essere quella di indulgere la propria megalomania nella maniera che più efficacemente gli alieni il favore del pubblico, della stampa, e che senza dubbio prima o poi gli alienerà anche quello della critica che lo ha sempre amato, proprio questa pervicacia nel non farsi i cazzi propri fa di Kanye una specie di alfiere, o quantomeno di termometro degli umori popculturali contemporanei.

È curioso e anche ironico osservare come torrenti di creatività fuoriescano da una persona per certi versi così miserabilmente ordinaria e limitata, ma c’è anche un lato poetico in questo mistero, e in ogni caso poter essere testimoni dell’attività di un personaggio del genere non può che essere visto come un enorme privilegio.

About Lorenzo Peri

Studio informatica e sono un vorace -bulimico direbbero alcuni, e avrebbero ragione- consumatore di cultura pop in forme varie ed eventuali. Tutto mi interessa e niente mi conquista, non so proprio cosa farò da grande.

Check Also

Dalla strada al museo. Cross the Streets tra Writing e Street Art

Cross the Streets è la mostra che porta la più bella arte di strada sui ...