Home / Polinice / Dell’abitare incerto: inaugura il KunstRaum Goethe

Dell’abitare incerto: inaugura il KunstRaum Goethe

Il 15 febbraio apre il  Kunstraum Goethe, il nuovo spazio interdisciplinare del Goethe-Institut di Roma. Qui, attraverso mostre e installazioni, ma anche performance, dibattiti e laboratori, ci si interroga sui temi più sentiti della nostra attualità con lo scopo di stimolare la ricerca e il confronto tra artisti, ricercatori e cittadini.

La #mostra inaugurale, “Dell’abitare incerto”, affronta il tema dell’abitare indagando il concetto da una prospettiva ampia, che va da una riflessione generale sull’esistenza all’incertezza materiale e psichica delle immigrazioni contemporanee. Riflessioni che costituiscono il leitmotiv delle attività culturali del Goethe-Institut Italia, centrate su temi quali la vita, gli arrivi, la crisi e la famiglia in Europa.

“Dell’abitare incerto” offre un confronto tra tre noti artisti, due tedeschi e un italiano: Ulf Aminde racconta la precarietà come condizione ambita tramite persone come gli street punk, che volutamente vivono la marginalità come stato di felicità; Andreas Lutz con un’installazione coglie il crollo (“messa a nudo”) delle certezze della società medio borghese tedesca; Vittorio Messina, infine, con le sue “celle” indaga la precaria condizione esistenziale della società industriale.

Per tutto il 2018 KunstraumGoethe sarà curato da Valentino Catricalà, con cui sono stati individuati tre temi di ricerca che connoteranno le mostre e le attività dello spazio: incertezza, equilibrio e tecnologia.

INFO:

Goethe-Institut Rom di Via Savoia n. 15 – Roma

Il 15 Inaugurazione del nuovo spazio “KunstRaum Goethe” con la mostra “Dell’abitare incerto” // Opening talk ore 18:00 alla presenza degli artisti.


Orari di visita della mostra fino al 29 aprile 2018:
lun 14–19 | mar mer gio ven 9–19 | sab 9–13.
Chiusa dal 30 marzo al 2 aprile e il 25 aprile 2018.

Tutte le info sul nostro sito web:
www.goethe.de/roma/kunstraum #abitareincerto

About Giangiorgio Macdonald

Studioso di diritto ma appassionato di arte e di beni comuni, ed in generale di tutto ciò che è cultura ed innovazione sociale, cerco di conciliare tali ambiti che, in realtà, non sono così distanti

Check Also

Pellegrin Maxxi Roma

Paolo Pellegrin. Un’Antologia al MAXXI

Oltre 200 scatti per scoprire il percorso creativo e i temi che animano la ricerca ...