Home / What's up / Inaugurazione Hyperland a Roma
Inaugurazione Hyperland

Inaugurazione Hyperland a Roma

Quest’oggi presso il The Orange Garden di Roma inaugura la collettiva Hyperland.

Ispirata dalla nozione del “perception management”, ovvero la gestione della percezione, Hyperland mira a esporre i suoi meccanismi, conseguenze e potenziali. Proponendo un’estetica di contenuto informato dove gli artisti esplorano gli effetti della nostra interazione con i new media e indagano sui sistemi di significazione e la divulgazione delle strategie di rebranding.

Perception Management ossia la gestione della percezione è un termine originato dall’esercito americano.  Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (DOD)  a tal proposito ha fornito la seguente definizione:

Azioni per trasmettere e / o negare informazioni e indicatori selezionati a un pubblico straniero per influenzare le loro emozioni, motivazioni e ragionamenti oggettivi, nonché a sistemi di intelligence e leader a tutti i livelli per influenzare le stime ufficiali, con conseguenti comportamenti stranieri e azioni ufficiali favorevoli a gli obiettivi del mittente. In vari modi, la gestione della percezione combina la proiezione della verità, [1] la sicurezza delle operazioni, la copertura e l’inganno e le operazioni psicologiche.

 

E’ un tema discusso poiché la nozione mira a fornire gli strumenti con i quali condizionare e distogliere a favore dei potentati, sia istituzionali che aziendali, la percezione dei singoli indichi. Redefinendo anche i concetti di bellezza e arte.

 

La mostra di oggi a Roma rende assai interessante il tema della funzione del mondo dell’arte, dei suoi messaggi e dello stretto parallelo con il rebranding.

 

Gli artisti che esporranno sono.
Pennacchio Argentato
Alina Birkner
Danilo Correale
Kenny Dunkan
GB Group
Dale Lewis
Gaia Di Lorenzo
Pietro Pasolini
Sebastian Thewes
Rene Wagner

Vernissage:
18:30 – 5/4/2018

Exhibitions and Times:
6/4/2018 – 30/4/2018
13:00 – 19:00

Via Crescimbeni 11, 00184 Roma

 

Comunicato stampa

The Orange Garden presents:

HYPERLAND

Inspired by the notion of perception management, Hyperland seeks to expose its mechanisms, consequences and potential. Advancing a content aware aesthetic, the artists explore the effects of our interaction with new media and investigate networks of signification and the popularisation of rebranding strategies.

About Antonio Maria Napoli

Antonio Maria Napoli
Calcio, geopolitica ed economia. Qualche pillola di musica elettronica. Il mio concetto di perfezione è un libro di Paul Krugman o un romanzo di Dumas, con in sottofondo un remix di Frankie Knuckles o i Pink Floyd. Allo spritz preferisco il Nikka

Check Also

Il Michelangelo di Pietro da Cortona

Sebbene sia Gian Lorenzo Bernini (1598-1680) sia Francesco Castelli detto il ‘Borromini’ (1599-1667) si professassero ...